Come disegnare una lacrima

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Siete amanti delle arti visive, del disegno o della pittura? State frequentando un corso per specializzarvi in una di queste arti? O magari siete dei semplici appassionati che vogliono migliorarsi di giorno in giorno. In qualsiasi caso, potreste presto trovarvi a disegnare una lacrima. Dopo i tratti del viso, i vari elementi e infine gli occhi, si passa infatti all'espressività del volto. Disegnare un viso sorridente, uno arrabbiato, oppure uno triste. In questa breve guida vi forniremo qualche utile consiglio su come disegnare una lacrima. Munitevi dei materiali necessari. Sedetevi al vostro piano di lavoro e seguite queste semplici istruzioni.

26

Occorrente

  • Matita - carboncino
  • gomma da cancellare
  • carta bianca liscia o ruvida
  • gomma pane
36

La parola chiave per realizzare una lacrima è veridicità. Osservate un volto che piange o una foto, prendete ispirazione da essa. Solitamente una lacrima non è mai sola. Aggiungete quindi un'altra piccola gocciolina all'interno dell'occhio, vicino all'attaccatura con il naso. Per disegnare un pianto invece, prendete spunto dalla foto qui accanto. Create un gioco di luci e ombre proprio sotto l'occhio. Darà l'idea di un pianto prolungato. Se state disegnando una lacrima sul viso di una donna, potete giocare anche con il trucco colato. Il rimmel e la matita nera, tipici strumenti del maquillage femminile, creano striature e colature sulle ciglia inferiori dell'occhio.

46

Per disegnare una lacrima, realizzate una piccola goccina sotto l'occhio. Dovete partire dall'interno dell'occhio, poiché è da lì che nasce una lacrima. Prendete spunto dalla foto che vedete qui accanto. Dopo aver disegnato la lacrima, aggiungete sotto l'ombra della stessa. Ripassate il contorno e scurite sulla parte sinistra. Ora, con la gomma pane, fate i punti di luce. Utilizzate parti molto piccole della gomma pane, poiché presumibilmente lavorerete su elementi piuttosto piccoli.

Continua la lettura
56

Se dovete disegnare una lacrima, sicuramente dovrete farlo sotto un occhio. Per prima cosa quindi vediamo come disegnare un occhio. Tracciate l'arcata superiore delle palpebre e la sua linea speculare al di sotto di essa. Inserite all'interno la pupilla, disegnandola come una piccola sfera. Aggiungete i dettagli tipici dell'occhio, come le ciglia o i dettagli all'interno dell'iride. Giocate molto con le sfumature e con le luci e le ombre. Cominciate a fare il tutto con una matita su carta bianca Colorerete il tutto in seguito. Vediamo ora come disegnare una lacrima e dare quindi un tocco di tristezza allo sguardo e a tutto il volto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di trarre ispirazione dalla realtà: un viso triste che piange sarà perfetto da riprodurre.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Recitazione

10 buoni motivi per andare al cinema

Nonostante film di qualità pregevole sia italiani che esteri, sembra che il cinema non sia in buonissima salute: le sale spesso restano vuote e molte di esse hanno addirittura chiuso anche nelle grandi città. Sono state fatte diverse iniziative importanti...
Musica

Donizetti e le sue opere maggiori

Gaetano Donizetti è uno dei più importanti compositori della storia della musica italiana. Nato a Bergamo nel 1797, è diventato famoso prevalentemente come autore di opere liriche, musica da camera e musica sacra. Uomo di temperamento e dalla vita...
Arti Visive

Disegno: tecniche per disegnare gli occhi

Saper disegnare è una grande dote ma è anche una questione di esercizio, tutti i più grandi artisti della storia sono prima stati garzoni di bottega, hanno dovuto imparare le varie tecniche, trucchi e segreti dai loro maestri. Così esercizio dopo...
Recitazione

Recitazione: 5 regole per un pianto credibile

La recitazione è una delle più antiche e nobili forme d'arte, che da sempre affascinano l'uomo. Molti sognano di recitare in un film hollywoodiano o in una commedia a Broadway. Ma per poter recitare servono doti spiccate e rare, oltre ad anni di esercizi...
Recitazione

Recitazione: 5 consigli per un pianto credibile

Quando si tratta di recitazione, si sa bisogna essere in grado di simulare emozioni forti, come il pianto o la risata, ma non sempre questo è facile. Riuscire a piangere o a ridere a comando, è una tecnica che si impara anche con il tempo, richiede...
Recitazione

Recitazione: tecniche per piangere

A volte ci potrebbe essere la necessità di voler sottolineare un nostro particolare stato emotivo di tristezza, che trovi libera manifestazione nel pianto. Ci potrebbe dunque capitare di dover piangere per lavoro se siamo a teatro, ma anche di volerlo...
Arti Visive

Come fare un quadro in stile pop art

La pop art è una corrente artistica che nasce negli anni '50 in Gran Bretagna. Le immagini in stile pop art, colorate, divertenti e ironiche, mantengono il proprio fascino inalterato nel tempo e sono sempre di moda. La caratteristica principale che le...
Arti Visive

Come disegnare un pesce tridimensionale

Disegnare non è di certo facile, ma sicuramente è una passione che colpisce molte persone. Non tutti sono però in grado di realizzare ottimi disegni e non tutti sono anche in grado di utilizzare i vari colori e le varie tecniche artistiche per poter...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.