Come disegnare una trave rovescia

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In base ai disegni creati per progettare una singola casa oppure un edificio, bisogna disegnare le fondazioni. Esse saranno le basi dei pilastri e vengono costruite a forma di piramide, con la struttura e le dimensioni che hanno carico avendo il tipo di terreno. Su un terreno resistente la forma economica maggiormente ideale è quella a plinti staccati. Quando si sceglie il progetto bisogna disegnarlo. Dagli schizzi preliminari vengono infatti disegni il progetto di massima, che è formato da una o più piante. Al disegno di massima infine, vengono aggiunti i disegni consecutivi, che comprendono le piante delle fondazioni. Se il terreno invece è argilloso, si preferisce la fondazioni a travi rovesce. Vedremo insieme in tal caso, come disegnare una trave rovescia. Buona lettura e buon lavoro!

27

Occorrente

  • Tavolo da disegno
  • Fogli per disegno tecnico
  • Matite
  • Varie squadre
  • Per il disegno tecnico su PC: Programma ArchiCAD
37

Creazione del disegno mediante ArchiCAD

Il disegno che andrete a creare è relativo ad una trave rovescia. Trattasi di un elemento che fa parte della struttura portante delle fondazioni. Loro servono a collocare i pilastri orizzontalmente, sostenendo i solai. A tal punto prima di cominciare il vostro disegno vi dovrete procurare il materiale che vi serve. Assicuratevi di avere con voi fogli per disegno tecnico, un tavolo da disegno, varie squadre e matite. Per le persone più esperte ci sono dei programmi dove potrete fare disegni tecnici con il PC. In tal caso un programma maggiormente utilizzato è ArchiCAD. Lì c'è lo strumento chiamato "travi" che è molto utile per disegnare la trave rovescia.

47

Tracciate le linee chiamate "fili fissi"

Per iniziare ora a disegnare la trave rovescia servirà tracciare delle linee, chiamate "fili fissi". Dovrete distribuire in questo modo il carico della trave rovescia. Procedete quindi disegnando le sagome dei pilastri. È da considerare inoltre che le misure relative dipendono dalla giustificazione geometrica. Facendo riferimento al progetto, la distanza infatti dei pilastri è minore. In tal modo, potrete passare a disegnare la trave rovescia che potrà venire posizionata anche esternamente alla linea dei fili fissi. Alternativamente potrete nasconderlo dietro i pilastri la riduzione, inserendo il pilastro dietro la linea.

Continua la lettura
57

Pensate all'armatura da posizionare

Quando avrete finito di fare il vostro disegno della trave rovescia, potrete pensare e decidere quale armatura posizionare. Quando avrete finito il disegno sarà bene che controlliate la progettazione della trave rovescia. Il posizionamento della trave rovescia nelle costruzioni, vengono messe generalmente nelle zone alte di concentrazione sismica. Il materiale utilizzato per la loro creazione è il calcestruzzo armato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Finito il disegno controllare la progettazione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida al Palazzo Reale di Napoli

Napoli è una città piena di fascino e di storia. Tantissimi sono i monumenti e le architetture che questa città offre, oltre alle sue tradizioni ed al panorama mozzafiato. Uno dei più importanti palazzi di Napoli è certamente il Palazzo Reale. Situato...
Arti Visive

Arte Romanica e Gotica

L'Italia è un paese ricco di storia, arte e cultura. Dopo l'anno mille vi fu un fortissimo fermento culturale. L'arte che all'epoca rappresentava la massima espressione del concetto di "cultura", fu ovviamente coinvolta. Negli anni successivi al 1000...
Arti Visive

5 elementi architettonici dello stile Gotico

L'arte gotica nacque nella Francia settentrionale intorno alla metà del XII secolo, mentre in Italia si diffuse soltanto a partire dal XIII secolo. Il gotico fu lo stile dominante in tutta Europa nel Duecento e nel Trecento: la principale caratteristica...
Arti Visive

L'architettura nel Rinascimento

L'architettura nuova del '400, rispetto al periodo del Gotico, possedeva delle regole nuove. Infatti, nella meravigliosa Firenze, cominciò un processo di revisione, grazie anche all'ausilio dell'ingegnere italiano Filippo Brunelleschi, che diede un aspetto...
Arti Visive

L'architettura nell'età imperiale

Quando si parla dell'architettura dell' età imperiale, torniamo indietro nel tempo e precisamente nel 29 a. C. Quando vi fu l’ ascesa al potere di Augusto che promosse una versione monumentale di Roma, la Genus Iulia, accanto ad una idealizzata immagine...
Mostre e Musei

I 10 migliori musei di Torino

Torino ex capitale d’Italia è una città ricca di storia, cultura ed arte che merita di essere scoperta. Chi intende trascorre qualche giorno nel capoluogo piemontese oltre ad ammirare la Mole Antonelliana, i palazzi di epoca barocco e le tante attrazioni...
Danza

Danza: passi Attitude

Hai presente la statua di Mercurio del Giambologna? È una delle sculture più celebri di tutti i tempi e il capolavoro di questo artista. Se vuoi capire cosa sono nella danza i passi Attitude, puoi partire dalla sua osservazione. Ammira il concentrato...
Danza

Come gestire una scuola di danza

Chi pratica danza sa benissimo che "la danza è sacrificio". Si inizia solitamente da piccoli, affascinati da una disciplina che richiede una costanza senza pari e che è in grado di regalare grandi gioie ma anche grandi sofferenze. Pomeriggi passati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.