Come e perchè visitare il museo di Pulcinella ad Acerra

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Nel comune partenopeo di Acerra esiste un museo itinerante davvero originale ed inusuale, molto diverso dai tanti altri musei folkloristici sparsi sul territorio italiano ed, in particolare, su quello campano. Acerra ha dedicato questo museo alla figura folkloristica di Pulcinella. La maschera infatti è famosa in tutta Italia. Essa è uno dei simboli più importanti, celebri ed amati della vecchia, antica Napoli tradizionale. In questo museo, tra aratri e vecchi arnesi, si può ammirare una vasta ricostruzione del significato e dell'anima della cultura partenopea. Si tratta di una cultura prevalentemente contadina, dalla quale nacque la famosissima maschera di Pulcinella. Negli spazi del museo si potrà ammirare, infatti, un insieme di antichi strumenti agricoli assieme ad una ricostruzione fedele degli antichi ambienti domestici della vita della tradizionale Napoli di tanti anni fa. Era proprio all'interno della casa napoletana che prendevano vita, simbolicamente e non solo, delle figure fantasiose, in seguito trasformate in veri e propri simboli del folklore locale, come il monaciello, il mammone e, naturalmente, Pulcinella: la maschera del buffo e malizioso campagnolo risalente addirittura al 1500. Vediamo come e perché visitare il museo di Pulcinella ad Acerra, sede di antichissime leggende!

25

Ad Acerra hanno inaugurato il museo nel 1992. Il museo si trova nel Castello Baronale di Acerra in piazza Castello. Esso propone numerosi itinerari per comprendere le origini e il mito della maschera di Pulcinella. Si possono consultare documenti originali della cultura napoletana. Il museo, oltre alla parte itinerante dedicata a Pulcinella, ne comprende anche una per il folklore di Terra di Lavoro Antica Luburia.

35

In queste due sezioni puoi conoscere e scoprire tante opere d'arte antiche e moderne. Potrai vedere maschere e foto degli interpreti che hanno dato vita a Pulcinella nel teatro e nel cinema italiano. Infatti vedrai filmati delle più celebri scenette interpretate da Antonio Potito e Massimo Troisi. All'interno del museo potrai trovare oggetti rari ed opere antiche dell'artigianato campano.

Continua la lettura
45

Si tratta di pezzi unici dal fascino partenopeo. Inoltre hanno ricostruito un gabbiotto teatrale originario del1600. Vi è un presepe pulcinellesco, unico nel suo genere, dedicato proprio al personaggio di Pulcinella. Infine vedrai un teatrino delle marionette, anticamente detto "delle giarrettelle". L'ingresso al museo di Pulcinella di Acerra è libero. Avrai bisogno della prenotazione obbligatoria. Puoi visitare il museo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14 e dalle 15 alle 18.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Recitazione

La commedia dell'arte e le sue maschere

La commedia dell'arte nacque in Italia nel corso del XVI secolo, e da lì si sviluppò e rimase popolare fino al XVIII secolo. Un aspetto innovativo della commedia dell'arte sta nel fatto che questa non si basava su dei copioni pedissequamente scritti,...
Recitazione

Guida ai teatri di Napoli

Napoli è una città che ha un patrimonio storico, artistico e culturale enorme, conosciuto ed ammirato in tutto il mondo; motivo per cui sono sempre numerosi i turisti provenienti da tutto il mondo ogni anno che accorrono nel capoluogo campano. Per quanto...
Musica

La musica nella tradizione napoletana

La musica riveste un ruolo fondamentale nello sviluppo e nella storia della civiltà. Ogni popolo ha una propria tradizione musicale con sonorità precise che la contraddistinguono rendendola unica ed inimitabile. E se questa affermazione è vera per...
Mostre e Musei

Come organizzare una mostra itinerante

All'interno di questa guida, andremo a parlare d'arte. Nello specifico, ci soffermeremo sull'organizzazione di mostre. Andremo a cercare ed illustrare una risposta soddisfacente al seguente interrogativo: come si fa ad organizzare una mostra itinerante?...
Mostre e Musei

Monumenti e musei da visitare a Napoli

Napoli è una delle città più stupende di tutta quanta l'Italia, nonché una delle meraviglie del Mondo. È particolarmente viva ed interessante, ricca di arte e di cultura, una delle località che merita di essere visitata per tanti validi motivi....
Recitazione

Vittorio De Sica: vita e filmografia

In questa guida andremo a raccontare la vita e la filmografia di Vittorio De Sica: attore, regista e sceneggiatore italiano. Oltre ad essere una delle figure più importanti del cinema italiano e mondiale, è considerato uno dei padre del neorealismo...
Arti Visive

L'arte di Corrado Giaquinto

Corrado Giaquinto fu un importante pittore che visse nel 1700. Figlio di Francesco, sarto di origine napoletana e di Angela Fontana, barese, realizzò numerose opere di grande livello. Nacque nel 1703 a Molfetta e morì nel 1765 a Napoli. Visse anche...
Musica

Come scrivere una canzone napoletana

Quando si fa un discorso sulla canzone napoletana, il più delle volte ci si sofferma su un mero repertorio musicale di tipo folcloristico. La musica napoletana è invece un vero e proprio genere a sé. Le sue origini si possono ricondurre al XIII secolo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.