Come evitare errori di quinte e ottave

Tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se guardaste di sfuggita la pagina di un quaderno di uno studente di Armonia o (ancora peggio!) di Composizione, sicuramente notereste qua e là note cerchiate, correzioni, cancellature: in una buona parte dei casi state pur certi che si tratterà di errori di quinte e ottave nascoste! Questo perché è molto facile farsele sfuggire. Lo stesso Beethoven una volta venne fermato per strada da un pianista dilettante che gli disse "Lei qui ha fatto le quinte, non sono permesse" e il Maestro rispose furioso "Io le permetto!". Ma vediamo intanto qualche regola che può essere molto utile per capire come evitare quinte ed ottave.

24

Casi ammessi

È bene specificare fin da subito che non tutti i casi di quinte e ottave sono scorretti.
Infatti è possibile, ad esempio in un corale nello stile bachiano o in qualsiasi esercizio preso dai manuali di armonia, fare le quinte quando il basso non si muova per grado congiunto e la voce superiore salga di un semitono o di un tono se va verso un grado forte, e lo stesso vale per le ottave (molto comunque è la situazione della cadenza perfetta: il basso fa un salto di quarta, sol-do immaginiamo, e il soprano sale di semitono, si-do). Ancora per le quinte: è possibile avere due quinte consecutive quando queste siano di diversa specie (ad esempio una quinta diminuita seguita da una quinta giusta).

34

Le quinte

La primissima cosa da fare per evitare le quinte è controllare attentamente ogni singola voce che state scrivendo, soprattutto se si tratta di un componimento a 2 o più voci; è poi molto utile, quando si scrive un basso a 4 voci, usare le parti late (in modo da vedere più chiaramente la disposizione degli accordi) e il moto contrario; infine è possibile, se vi muovete nell'ambito del contrappunto, fare degli incroci fra le diverse parti: questa era una soluzione adottata già in larga misura dai compositori rinascimentali.

Continua la lettura
44

Le ottave

Anche qui, come per le quinte, occorre innanzitutto fare attenzione al moto delle parti. Per le ottave però il problema è più semplice: se vi accorgete di aver scritto due note a distanza di una o più ottave controllate subito che non siano state prese per moto retto (a parte la situazione descritta nei Casi ammessi), infatti per moto contrario sono ammesse! Ricordate poi che nei brani pianistici le ottave sono accettate anche se il basso si muove di grado e la parte superiore salta con un intervallo maggiore: questo perché a differenza di un contrappunto o di una composizione vocale in stile rigoroso, nella scrittura di un pezzo per pianoforte si tendono a privilegiare il suono e particolari effetti espressivi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Chitarra: come regolare le ottave

Siete appassionati di musica? Avete da poco cominciato a studiare il vostro strumento preferito, la chitarra elettrica o acustica? Certamente allora sapete che per ottenere le prestazioni migliori dal vostro strumento dovete effettuare determinate operazioni...
Musica

Primi passi con il violino: gli errori più comuni

All'interno della seguente guida andremo ad occuparci di violino. Lo faremo, nello specifico, per parlare dei primi passi che si fanno nello studio del violino, trattando quelli che sono gli errori più comuni che si commettono nel momento iniziale, quando...
Musica

Primi passi con il basso: gli errori più comuni

Il basso è uno strumento richiede alcune competenze specifiche, che si possono acquisire con l’adeguato impegno.In questo tutorial, vi illustreremo dettagliatamente i primi passi da compiere per suonare correttamente il basso elettrico. In tal modo,...
Musica

Errori da evitare durante il suono del flauto traverso

Il flauto traverso (detto anche traversiere) è uno strumento musicale cilindrico a fiato, composto da sei fori, e dal suono molto melodioso. Le sue caratteristiche principali lo rendono protagonista in molti assoli carichi di sentimento. Se anche voi...
Musica

Errori da evitare nella manutenzione del contrabbasso

Il contrabbasso è lo strumento piú grande e piú grave fra quelli appartenenti ai cordofoni ad arco. Poco noto ma indispensabile in ogni orchestra che si rispetti, è molto apprezzato ed impiegato in differenti generi musicali: dalla musica barocca...
Musica

Primi passi con la fisarmonica: gli errori più comuni

La fisarmonica è uno strumento musicale molto affascinante. Produce una musica gradevole e capace di accompagnare molti momenti. Nonostante ciò, non richiede necessariamente un'estrema conoscenza musicale. Anche molti principianti possono iniziare a...
Musica

5 errori da non commettere con la chitarra acustica

La chitarra acustica è uno strumento musicale che necessita di passione e caparbietà, caratteristiche che permettono di imparare a suonarla al meglio. È importante, soprattutto quando si è autodidatta, studiare tanto e con costanza. Molto spesso,...
Musica

Primi passi con l'arpa: gli errori più comuni

L'arpa uno strumento dal fascino intramontabile, da sempre associato a visioni angeliche e fantastiche.È uno strumento costituito da corde tese tra una tavola armonica ed un collo. Il principale fascino dell'arpa risiede nel fatto che pizzicandone le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.