Come fare il ventriloquo

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

L'arte della recitazione racchiude un vasto campo di attività che si possono intraprendere ed imparare seguendo determinate scuole. Una delle arti più strane e affascinanti che riguardano la recitazione è quella del ventriloquo. Fare il ventriloquo è un'arte davvero molto affascinante. Chi di noi vedendone uno ad esempio in televisione, non si è mai chiesto come fosse mai possibile emettere suoni e dire parole senza aprir bocca? In effetti è veramente incredibile ma esistono delle tecniche per poter fare questo lavoro e magari stupire i nostri amici. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare il ventriloquo.

25

Occorrente

  • esercizio
35

Informazioni generali

Prima di tutto è bene sapere che ci vuole molto esercizio e conoscere un po' di recitazione. Dovremo anche essere bravi nella pantomima perché dovremo dire delle cose che non devono essere coordinate ai nostri movimenti e questo non è facile. Ricordiamoci che la voce è nostra ma deve sembrare che non siamo noi a parlare. Se siamo abbastanza bravi nelle abilità di cui abbiamo adesso parlato, dovremo ora esercitarci a parlare senza muovere le labbra.

45

Esercizio con la matita

In questa ardua impresa ci aiuterà un esercizio con la matita. Consiste nel mettere la matita poggiata tra le labbra ma di punta. In questa posizione dovremo riuscire a dire delle cose ma senza far muovere o cadere la matita. Questo esercizio non è facile ma dovremo provare a farlo muovendo solo i muscoli della bocca e non le labbra. Sono i muscoli, infatti, quelli che fanno emettere il suono. Per monitorare i nostri progressi mettiamoci davanti ad uno specchio così potremo anche osservarci e vedere se miglioriamo nel tentativo di fare i ventriloqui.

Continua la lettura
55

Scelta del pupazzo

Non chiudiamo mai le labbra completamente ed emettiamo una buona respirazione. Utilizziamo il meno possibile le consonanti labiali come B, P, V, F ed M. Scegliamo un pupazzo che deve mostrare di avere una personalità opposta alla nostra in modo che la gente si concentri sul pupazzo e non su di noi e soprattutto sulla nostra bocca. Cerchiamo di farlo sembrare vivo, diamogli un'anima. Il nostro atteggiamento, i nostri gesti devono essere estranei a quello che si dice in modo che il pupazzo sembrerà parlare davvero.
A questo punto non ci resta che provare a diventare dei ventriloqui, semplicemente seguendo tutte le tecniche riportate in precedenza. Ovviamente dovremo impegnarci molto ed eseguire costantemente gli esercizi per riuscire ad ottenere una buona padronanza delle tecniche imparate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.