Come fare street art

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Sebbene la Street Art in generale ed i Graffiti in particolare godano spesso di una reputazione negativa, in quanto considerati illegali e deturpanti, entrambe si sono trasformate in una forma d’arte rispettata ed apprezzata, specialmente negli Stati Uniti. Se il fenomeno vi incuriosisce eccovi qualche consiglio su come apprenderne le basi ed iniziare a fare arte di strada.

24

Per street art si intende quell’arte che si esprime in spazi pubblici, ovvero letteralmente “nelle strade” ed include svariate tecniche espressive quali i graffiti classici, quelli a stencil, la poster art di strada, la sticker art, il wheatpasting, cosí come la proiezione di video, i mimi da strada, la scultura o street installations. In sostanza l’artista di strada non intende modificare la definizione in sé di arte, bensí lanciare una sfida, situandola in contesti non artistici, per contestare l’ambiente circostante col proprio linguaggio, al fine di comunicare con la gente di tutti i giorni in merito a temi socialmente rilevanti imperniandoli di valori estetici.

34

Essendo come detto una forma d’arte molto variegata, il primo passo consiste nel focalizzarvi su come esternare le vostre idee. Optate per un mezzo di espressione artistica che possiate mettere in pratica con pochi strumenti ed in zone affollate. Appuntatevi in un elenco quanto necessario, tenendo presente che potrebbe includere: gessetti, tele, vernice spray, colori ad olio, costumi, strumenti musicali. Scrivete un manifesto che spieghi quel che la vostra arte di strada intende illustrare o di quel che volete esprimere attraverso le vostre esibizioni. Dovreste anche prepararvi una borsa comoda e poco ingombrante con cui trasportare i vostri strumenti di lavoro ed una volta pronti uscite e cercatevi una zona della cittá periferica dove iniziare a praticare, magari giá frequentata da altri artisti.

Continua la lettura
44

Qualora optaste per una forma d’espressione grafica, il mio personale consiglio è di praticarla, almeno inizialmente, in casa vostra. Tracciate una griglia o “plottate” il vostro disegno: una tecnica comunemente usata è quella di lavorare su un foglio quadrettato piuttosto grande, ma basta anche un foglio su cui tracciare a mano delle coordinate. Una volta tracciato il reticolato attribuite delle lettere alle colonne e dei numeri alle righe, in modo che ogni riquadro possa essere facilmente identificato, come nella battaglia navale. Poi incollate le copie su un cartoncino, affinché il vostro lavoro risulti facile da muovere e trasportare. Quando avrete deciso su quale superficie andrete ad operare, verificate che sia pulita, priva di sporcizia, foglie, muffe. Iniziate dall’alto e spostatevi mano a mano verso il basso e non dimenticatevi mai di firmare la vostra opera.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Art Nouveau in breve

L'Art Nouveau è un movimento culturale che ha donato un enorme contributo a tutta la storia dell'arte. L'art nouveau si sviluppa storicamente in Europa alla fine dell'Ottocento ma influenza anche il primo decennio del Novecento. I primi bagliori dell'Art...
Arti Visive

Breve guida alla Pop Art

Quando parliamo di Pop Art ci riferiamo ad una tendenza artistica che si diffuse a partire dalla Gran Bretagna nel secondo Dopoguerra, durante gli Anni Cinquanta. Il nome della corrente deriva dall'espressione inglese ''popular art'', non inteso nella...
Arti Visive

Come fare un quadro in stile pop art

La pop art è una corrente artistica che nasce negli anni '50 in Gran Bretagna. Le immagini in stile pop art, colorate, divertenti e ironiche, mantengono il proprio fascino inalterato nel tempo e sono sempre di moda. La caratteristica principale che le...
Arti Visive

Art Decò: storia, stile e maggiori esponenti

L'Art Deco' trova il suo nome solo a partire dal 1960 anche se le sue radici affondano nel più remoto 1925, quando a Parigi si tenne l' Exposition Internationale des Arts Decoratifs et Industriels Modernes, ossia un'esposizione che guardava soprattutto...
Arti Visive

Andy Warhol e la Pop Art

Una rottura degli schemi dell'arte tradizionale è evidente quando si parla di Pop Art. Questa movimento, innovativo all'epoca, nacque nella seconda metà del XX secolo e vide infatti uno stravolgimento dei canoni classici dell'arte, intesa come la rappresentazione...
Arti Visive

Come dipingere pop art

In questo tutorial vi spiegheremo come dipingere il Pop Art. Se amate George Segal, ed avete i poster di Andy Warhol magari sparsi in casa, e vi state chiedendo come dipingere questa arte, siete perciò capitati nel tutorial per voi. Essa è una delle...
Arti Visive

Come dipingere con effetto trompe l'oeil

Il Trompe oeil, nella sua più pura accezione visiva, è uno stile pittorico dalle radici molto antiche utilizzato e conosciuto addirittura prima della nascita di Cristo sia negli ambienti artistici Greci che in quelli Romani. Il termine con cui lo conosciamo,...
Arti Visive

Come disegnare una cavità geometrica in prospettiva

Volete disegnare una cavità geometrica? Negli ultimi anni si è molto diffusa la tecnica dei disegni in visione prospettica, dai disegni a matita su carta, alla street art tridimensionale, fino alle rappresentazioni per gli spot pubblicitari. Questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.