Come fare street music

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

"La musica di strada", è il ritornello, oltre il titolo della famosa canzone del 1989 dei Lijao, nasce nei sobborghi di New York, tra la fine degli anni Sessanta e Settanta, nota con il nome di Street Music. Gli attori che impersonano, questo ruolo vengono definiti busker, ovvero artisti di strada che si esibiscono in luoghi pubblici, come piazze, strade o vie principali, dove le persone possono ammirare la loro bravura e creatività.
L'origine della Street Music è ancora più antica, risale all'antica Roma, dove gli artisti componevano versi, canti o parodie per diffamare personaggi illustri. Questi, poi erano puniti e condannati a morte, per aver offeso pubblicamente le cariche politiche.
Con il passare dei secoli, però si è sviluppata la concezione di libertà, per la quale ogni artista poteva, finalmente, esibirsi pubblicamente, rispettando la morale pubblica. Ecco il perché molto spesso il luogo prediletto degli artisti è la strada, che rappresenta un luogo abbandonato, ideale per fare street music e per i musicisti, che desiderano fare esperienza e avere nuove performance.

25

La street music permette, come ogni altra attività, di avere un contatto con il pubblico, per affrontare le proprie paure, per far circolare il proprio nome e maggiormente giocare e divertirsi, suonando un ottimo sound, diffondendo una melodia pura, vivace e allegra. Per cominciare a fare musica di strada, è importante scegliere adeguatamente la postazione sulla strada, per collocare la strumentazione e impostare il proprio stile musicale. Successivamente si dovrà scegliere il tipo di musica da suonare, in un ambiente all'aperto. Se invece si possiede una strumentazione acustica, l'elemento più importante da scegliere, sarà una strada più silenziosa, in modo tale da permettere alla musica, di non essere coperta da altri rumori.

35

Invece, se si usano degli strumenti elettrificati, si ha la possibilità di produrre una melodia più candida e "pulita", perché non coperta da altri rumori di strada. Questo è possibile, perché questo tipo di strumentazione è in grado di "squarciare" il rumore, anche se limita la scelta della postazione, poiché ostacola la mobilità e richiede una costante amplificazione. Una delle esigenze più importanti è la prova generale prima dell'esibizione, per controllare o modificare qualche imprevisto dell'ultimo momento. In seguito, bisognerà provare la canzone o il suo suono, imparando le note e le parole, per assicurarsi che tutte le componenti, che rappresenteranno l'intera esibizione, saranno collocate nei punti e nei tempi giusti, per non avere ritardi, bensì le adeguate pause musicali.

Continua la lettura
45

Altro elemento che implica una buona esecuzione della canzone, è la sua base musicale. La base musicale deve essere autentica e originale, non registrata, ma suonata e cantata dal vivo, non impostata in playback, perché questo permetterà di imparare, col tempo a fare musica di strada intrattenendo il pubblico, abituandosi al sound, ottenendo infine una crescita artistica interiore, oltre che esibizione dopo esibizione, una maggiore sicurezza ed esperienza.

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Breve storia della musica pop

La pop music, ovvero quella che conosciamo sotto il nome di musica pop, è un genere che risale agli anni '50. Si tratta sostanzialmente di una derivazione del rock 'n roll, ovvero di un macro genere musicale contemporaneo che comprende alcuni sottogeneri...
Musica

Storia della musica afro-americana

La musica afro-americana, chiamata anche black music e un tempo denominata race music), consiste in una varietà di generi musicali derivanti o influenzati dalla cultura degli afroamericani. I generi principali sono: il Jazz, il Rock & Roll, il Rap, il...
Musica

Breve storia della musica leggera

Il termine musica leggera si riferisce a tutta quella produzione musicale di consumo, realizzata per poter essere divulgata e diffusa tra le grandi masse popolari. In particolare, con i suoi generi e sottogeneri, la musica leggera italiana viene considerata...
Musica

Come utilizzare l'iPad per fare musica

L'iPad negli ultimi tempi è diventato un vero e proprio strumento di lavoro. Sia per i neofiti, sia per i professionisti già avviati. Uno dei campi in cui fondamentalmente il dispositivo di casa Apple eccelle è quello musicale. Quindi passiamo alla...
Musica

Generi musicali degli anni 90

Quando parliamo di musica, ci vengono in mente momenti vissuti o ricordi passati ricchi di emozioni e sentimenti, questa da sempre è stata una delle forme d'arte più usate, ha espresso nel tempo parole e note che ci appartenevano, in questa guida vedremo...
Arti Visive

La street art di Banksy

Sono molto felice di parlarvi di Banksy, un artista di street art presumibilmente inglese. Nato probabilmente a Bristol negli anni Settanta, la sua identità è sconosciuta, avendo scelto di rimanere avvolto nel mistero. Questo fatto, cioè di poter avere...
Arti Visive

Come fare street art

Sebbene la Street Art in generale ed i Graffiti in particolare godano spesso di una reputazione negativa, in quanto considerati illegali e deturpanti, entrambe si sono trasformate in una forma d’arte rispettata ed apprezzata, specialmente negli Stati...
Mostre e Musei

Come organizzare una sagra

La sagra è un tipologia di festa diffusa tra i comuni, soprattutto nel sud Italia; il nome stesso (dal latino "sacrum") ne denota la religiosità. Le sagre vengono organizzate in concomitanza di una ricorrenza fissa, come il giorno della celebrazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.