Come fotografare le costellazioni

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il cielo, con i suoi silenziosi misteri perduti nelle profondità siderali, affascina l'uomo fin dagli albori della sua comparsa sulla terra. Miti e leggende si sono rincorsi nel tempo per spiegare la volta celeste, dando nomi e volti alle costellazioni. L'occhio umano non è in grado di catturare e percepire le sfumature di un cielo notturno, ma con i giusti supporti e un po' di tecnica, possiamo realizzare degli scatti davvero suggestivi. Andiamo allora a scoprire insieme come fotografare le costellazioni.

27

Occorrente

  • Treppiede
  • Obiettivo grandangolare
  • Telecomando per scatto remoto
37

Il primo e importantissimo passo per realizzare delle buone fotografie del cielo notturno e delle costellazioni è di poter contare sulla giusta attrezzatura. Fotografare le stelle a mano libera è quasi impossibile! Ecco perché sarà necessario affidarci ad un treppiede a cui fissare la nostra reflex. Questo è determinato dalla scarsità di luce presente e la necessità di utilizzare tempi di scatto molto lunghi. Il fulcro dello scatto è poi l'obiettivo, che per foto di questo calibro dovrà essere luminoso. Per realizzare splendidi scatti panoramici, possiamo optare per un obiettivo grandangolare. Per eliminare anche la minima vibrazione durante lo scatto, non dimentichiamoci di portare sempre con noi un telecomando a scatto remoto. Oggi in commercio possiamo scegliere tra molte opzioni sia programmabili che manuali.

47

Ovviamente la sola attrezzatura non basta! È infatti necessario conoscere il corretto settaggio della reflex. Il primo step è quello di andare a disabilitare la messa a fuoco automatica. Questo perché a causa della scarsa luminosità non riuscirebbe mai a trovare un punto da poter mettere a fuoco. Possiamo anche disattivare l'eventuale dispositivo di stabilizzazione, dato che il treppiedi ci fornirà la giusta stabilità. Ora, impostiamo la ghiera del fuoco su infinito. Anche il valore ISO gioca ovviamente un ruolo fondamentale. Proviamo ad iniziare con scatti con valore ISO 400, e aumentiamo il valore solo nel caso le foto risultassero ancora troppo buie. Il tempo di scatto va inoltre calcolato in base a due fattori fondamentali. Ovvero l'inquinamento luminoso e il moto delle stelle. Proviamo quindi ad iniziare da foto con un tempo di 15".

Continua la lettura
57

Per evitare che l'inquinamento luminoso possa danneggiare i nostri scatti, cerchiamo di tenerci il più lontano possibile dal centro urbano. Le luci artificiali infatti tendono ad alterare i naturali livelli di luce. Per immortalare il cielo e le sue costellazioni, cerchiamo quindi un punto il più possibile buio. L'ultimo consiglio utile è sicuramente quello di imparare a conoscere il cielo. Possiamo farci aiutare da un semplice binocolo o da un App per il nostro smartphone che simuli un planetario.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per eliminare l'inconveniente del moto perpetuo delle stelle, che causa le fastidiose strisce in foto, possiamo utilizzare un astroinseguitore
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

10 regole per fotografare il paesaggio

Riuscire a catturare un'immagine perfetta, non è semplicissimo. Esistono infatti delle tecniche ben precise per scattare una bella fotografia. Ovviamente, non tutti possiamo ambire a diventare fotografi professionisti. Ma riuscire a scattare una buona...
Arti Visive

Consigli per fotografare in montagna

Se vi siete avvicinati al mondo della fotografia o siete ormai degli esperti, sicuramente uno dei vostri soggetti preferiti saranno i paesaggi e gli scatti panoramici in generale. L'Italia ha degli scorci davvero suggestivi, dal Nord, al Sud, passando...
Arti Visive

Consigli per fotografare la natura

La natura ci offre ogni giorno uno spettacolo davvero sensazionale, difficile da descrivere a parole. Per questo motivo, cerchiamo di raccontare ciò che suscita in noi la vista di un ambiente naturale con le fotografie.Che si tratti di un paesaggio innevato,...
Arti Visive

Come fotografare la luna al telescopio

La Luna rappresenta un satellite naturale del pianeta Terra. Nell'antichità erano presenti delle culture che credevano che la Luna morisse, scendendo lentamente nelle tenebre, ogni notte. Invece, secondo altre credenze popolari, si pensava che questo...
Arti Visive

10 consigli per fotografare il cibo

Negli ultimi anni c'è stato un interesse sempre maggiore per tutto quel che concerne il cibo e la cucina: da programmi televisivi a spazi su giornali e quotidiani, da numerosi ristoranti guidati da chef stellati fino all'utilizzo di ingredienti esotici...
Arti Visive

Consigli per fotografare bene di notte

Per le persone che si approcciano all'universo della fotografia, uno dei primi scogli da affrontare risulta essere quello degli scatti di notte. Eseguire delle foto soddisfacenti, nitide, esposte in maniera corretta e soprattutto non mosse in assenza...
Arti Visive

Come fotografare i paesaggi urbani

Ogni fotografo che si rispetti, almeno una volta nella vita, si sarà trovato di fronte ad un dilemma riguardante i soggetti da immortalare nelle proprie fotografie. Dopo aver scattato istantanee di paesaggi rurali, marittimi e di montagna, ecco che...
Arti Visive

Come fotografare il fuoco

In questa semplice guida impareremo a fotografare una cosa che attira spesso i fotografi: il fuoco. Il fuoco dà sempre molto fascino perché non ha mai la stessa traiettoria, ed infatti fotografarlo correttamente sono in grado solo i fotografi più esperti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.