Come gestire un equalizzatore parametrico

Tramite: O2O 21/10/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tecnicamente un equalizzatore parametrico è uno strumento essenziale nella fase di missaggio di brani musicali; in questi casi l'utilizzo dell'equalizzatore può portare a rendere la traccia priva di elementi sonori fastidiosi o dissonanti, creando una traccia omogenea, percepibile ad orecchio. È bene ricordare innanzitutto che le tecniche di utilizzo e gestione dell'equalizzatore sono alquanto soggettive, nel senso che non esiste alcuna regola scritta che renda obbligatorio o meno l'utilizzo di tale strumento durante la fase di missaggio. Si tratta dunque di un procedimento da gestire ad orecchio, poiché elementi che possono sembrare dissonanti a voi, ad altri possono apparire come non fastidiosi. Vediamo dunque come viene utilizzato in pratica tale strumento. Nella seguente guida ci occuperemo di delineare le linee guida essenziali che vi faranno apprendere come gestire al meglio, in modo dunque efficiente, un equalizzatore parametrico.

26

I moderni equalizzatori

I moderni equalizzatori sono sicuramente molto più facili da utilizzare rispetto a quelli di un tempo. Sono infatti sempre dotati di manopole che rappresentano i medio-bassi, medi, medio-alti e alti. Inoltre altri sono dotati di controlli denominati shelf che permettono di elaborare un taglio netto di tutte le frequenze anomale presenti entro una determinata misura.

36

Le registrazioni

Il limite per ottenere una ottimale pulizia dell'audio e della traccia è generalmente 40 o 50 HZ. Dopo avere fatto ciò, noterete immediatamente la scomparsa dell'effetto rimbombo, il tipico eco che si sente quando le registrazioni non vengono fatte in ambienti isolati acusticamente o non adatti a tali fini.

Continua la lettura
46

Le frequenze

Ricordiamo a tal proposito che esistono alcuni microfoni, sebbene costosi, in grado di dare una risposta che mette in risalto le frequenze medie, quindi un taglio sui medi ed un leggero boost sui bassi e gli alti può equilibrare questa dissonanza; il che significa che utilizzare un microfono del genere equivale ad avere un tecnico che regola in maniera automatica il suono in presa diretta di voci o strumenti e un ulteriore utilizzo dell'equalizzatore, altro non fa quindi che migliorare di gran lunga l'audio. Un consiglio è assolutamente quello di utilizzare strumenti di ottima qualità poiché se la traccia di partenza è già di per sè scarsa l'equalizzatore non vi migliorerà di certo la qualità audio. Agli strumenti che già di per se utilizzano alte frequenze, è consigliabile utilizzare lo shelf regolandolo al di sotto dei 75/80 HZ.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come gestire l'emozione nel canto

Generalmente non tutte le persone sono consapevoli che nel canto esistono delle convenzioni legate all'arte scenica. Cioè la relazione tra tecnica vocale e movimento corporeo. Uno dei problemi per il cantante è quello di rapportarsi con la platea che...
Musica

Come gestire un coro di bambini

I bambini sono per natura (e per fortuna) vivaci, allegri, frenetici, euforici: non è solo difficile inquadrare qualsiasi bimbo con aggettivi calmi, ma quasi impossibile. Automaticamente gestire un coro di bambini non è semplice se non si adotta qualche...
Musica

Come creare e gestire un coro

Il coro è un gruppo di persone che utilizzano la voce per creare sinfonie, vocalizzi, canti unendo le diverse tonalità della voce. Vi sono differenti modi di cantare per un coro. Possono unire le forze cantando all'unisono o suddividendo il canto in...
Musica

Come creare un piccolo studio di registrazione

Suonare uno strumento musicale ci consente di produrre della musica. Qualora volessimo registrare però le nostre performance musicali, non sempre otteniamo degli ottimi risultati, anzi il più delle volte la qualità di quest'ultimi è piuttosto infima....
Musica

Come scegliere un mixer

Amplificare la voce, alzare o abbassare il volume, dare effetto alle voci e ai suoni e tanto altro ancora è possibile farlo soltanto con il mixer adatto. Sia i principianti che i professionisti, hanno bisogno di utilizzare un mixer che sia adatto alla...
Musica

Come prepararsi prima di suonare in pubblico

Suonare in pubblico è un'esperienza sempre nuova anche per gli artisti con esperienza. Alla maggior parte dei musicisti, indipendentemente dal proprio grado di preparazione, capita di pensare che un qualunque tipo di imprevisto possa inficiare la performance...
Musica

Come equalizzare una chitarra acustica

La chitarra acustica è uno strumento musicale che possiede la capacità di poter fare vibrare il suono proveniente dalle corde, senza l'aiuto di un amplificatore sonoro ma bensì tramite la risonanza della cassa armonica. La chitarra, appartenente alla...
Musica

I 5 migliori programmi per creare un Home Studio Recording

L'Home Studio Recording è uno studio di registrazione casalingo. Grazie alla diffusione di strumenti efficaci a prezzi modici, è possibile realizzarne uno con una spesa abbastanza contenuta. Essenzialmente, un Home Studio Recording è formato da una...