Come impostare una lezione di danza

Tramite: O2O 26/06/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

La danza è una delle arti più eleganti e complesse che esistano. Imparare a danzare costa anni e anni di esercizi e molti sacrifici. Se siete riuscite a diventare insegnanti di danza, ora è il momento di trasmettere la vostra passione a tante piccole ballerine in erba. Per farlo, è importante capire come impostare una lezione di danza. Vediamo insieme come farlo al meglio. Buona lettura e, soprattutto, buona danza!

27

Occorrente

  • Palestra attrezzata
  • Pazienza
  • Strumenti per la danza
37

I tempi

Innanzitutto, ricordate che non dovrete preferibilmente superare l?ora, esagerando anche un?ora e mezza. Evitate però superare questa tempistica. Dividete tale tempo in tre momenti fondamentali: si inizia con il riscaldamento, si passa passare alle diagonali e poi si pensa alla coreografia. Il riscaldamento consiste nei vari esercizi di stretching generale, eseguiti in maniera dolce e lenta, attivando adeguatamente le parti del corpo: piedi, gambe, bacino, schiena, spalle ecc..

47

Lo stretching

Lo stretching viene effettuato sempre rimanendo a terra, con allungamenti in avanti a gambe sia piegate che tese, per giungere alle spaccate sagittali e frontali. Nella seconda mezzora, si procede invece con le diagonali, organizzando gruppi di due o tre elementi ogni volta. Questo per permettervi di controllare molto meglio gli allievi: andranno qui insegnati i diversi passi base, da riutilizzare successivamente, nelle varie combinazioni, durante i balletti. Al termine di questa fase, arriva la tanto attesa coreografia e va insegnata poco a poco e lezione dopo lezione. In un primo momento provate senza musica, poi inseritela.

Continua la lettura
57

La sbarra

Arriva finalmente il momento di dirigersi alla sbarra al centro, quindi occorre partire con un gruppo di appositi movimenti chiamati tendus, da eseguire incominciando a destra, poi a sinistra, a terra e in aria. Si procede nella medesima maniera con dei 'ronds de jambe', esercizi che portano la gamba a lavorare in circonduzione, inoltre, riescono ad ammorbidire le articolazioni, liberando quelle relative all?anca ed al ginocchio. Si conclude quindi concludiamo con delle posizioni tenute, quali: attitude, arabesque, passé. Abbiamo dunque visto insieme come impostare una lezione di danza. Ci sono però anche altri consigli importanti per un insegnante di danza. Innanzitutto, cercate di far appassionare le allieve alla danza come se fosse un gioco. Evitate quindi forti pressioni, talvolta inutili. La cosa importante è trasmettere la vostra passione per questa magnifica arte: la meravigliosa danza!

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Danza classica: guida al riscaldamento

La guida che vi proporremo nei prossimi passi avrà come tematica fondamentale la danza classica. Come ogni attività fisica, tuttavia, la danza classica dev'essere accompagnata da un adeguato riscaldamento che vada a preparare il fisico all'attività,...
Danza

Come gestire una scuola di danza

Chi pratica danza sa benissimo che "la danza è sacrificio". Si inizia solitamente da piccoli, affascinati da una disciplina che richiede una costanza senza pari e che è in grado di regalare grandi gioie ma anche grandi sofferenze. Pomeriggi passati...
Danza

Danza moderna: passi semplici e divertenti per bambini

L'insegnamento della danza moderna ai bambini, può certamente contribuire a evidenziare le loro potenzialità artistiche e creative tramite l’unicità del loro linguaggio corporeo; inoltre permette di vivere con loro un momento di gioco e di allegria...
Danza

10 motivi per cui é importante studiare la danza classica

La danza classica è un hobby dai molti pregi, che talvolta può diventare una professione. Le sue origini sono antiche: ufficialmente nasce nel 1661, in Francia. In tale data, il re Luigi XIV istituisce l'Acadèmie Royale de danse. Al suo interno si...
Danza

Danza: consigli per i bambini

Lo sport è importante per tutti, in particolare per i bambini, che comunque inizieranno a intraprendere un percorso che oltre a essere salutare, e anche molto divertente. Questo gli permetterà di stare a contatto con i propri coetanei e non, ad avere...
Danza

Storia della danza hip pop

Il mondo della danza è molto vasto e pieno di contaminazioni. Al giorno d'oggi è possibile individuare tantissimi stili oltre alla tradizionale danza classica: abbiamo infatti la danza moderna, la danza contemporanea, la danza latina, e da alcuni decenni...
Danza

Come diventare insegnante di danza classica

La danza classica è da sempre considerata la danza per eccellenza, in quanto è la madre di tutte le discipline di ballo. Il sogno nel cassetto di tutte le bambine fin dalla prima età è quello di diventare delle ballerine di danza classica per cui...
Danza

Breve storia della danza moderna

Oggi grazie agli spettacoli televisi possiamo ammirare degli show incentrati sulla danza, sia moderna che classica. Naturalmente la danza classica rappresenta la base di tutto, avendo una storia millenaria; ma anche la danza più moderna sembra avere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.