Come impugnare correttamente il clarinetto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questa guida troverete pratiche indicazioni su tutti gli aspetti cui prestare attenzione quando impugnate il vostro clarinetto. Apprendere fin dagli inizi come posizionare correttamente le mani e le braccia vi garantisce, fin da principiante, abilitá tecnica e vi risparmia molti problemi in seguito. Impugnare bene il vostro strumento inoltre vi consente di sviluppare una tecnica piú veloce e scorrevole e l’efficienza delle dita vi permette di eseguire maggiori passaggi musicali.

25

Posizionatevi davanti ad uno specchio col vostro strumento e, leggendo i consigli che seguono, cercate di correggere eventuali errori nell'impostazione delle mani e delle braccia.
Mantenete la mano rilassata ed osservate con attenzione la curvatura naturale della mano e delle dita. Dovrete trasferire questa configurazione dell’arto sullo strumento. In piedi, tenete il clarinetto nella mano sinistra e lasciate cadere la mano destra lungo il fianco, in maniera naturale. Aprite lateralmente le braccia e notate la linea morbida che collega le dita con il polso e con l’avambraccio: sono quasi allineati. Impugnare correttamente il clarinetto implica che manteniate una linea equilibrata fra gomito, polso e nocche.

35

Normalmente il pollice destro dovrebbe essere sotto il supporto, per sostenere il clarinetto. Appoggiate detto supporto sul pollice, in cima alla giuntura della nocca. Spesso si forma un callo proprio su questo punto del dito. Lasciate che la curvatura delle altre dita copra i fori dei 3 toni aperti. Per essere più comodi tenete presente che in commercio potete trovare vari tipi di poggia-dito in gomma, così come collarini per aiutarvi a alleviare il peso sul pollice. Non dimenticate poi che l’azione delle vostre dita deriva anche dalle vostre braccia. Per verificarlo muovete le giunture delle nocche grandi per azionare le dita ed osservate i muscoli in cima al vostro avambraccio.

Continua la lettura
45

Non agganciate le dita sotto le chiavi laterali. Un’abitudine errata di molti principianti è quella di suonare il clarinetto infilando la mano destra sotto i buchi laterali. Dovreste invece usarle muovendovi il meno possibile. Per verificarlo controllate che il polso destro non effettui una rotazione mentre suonate.
Non agganciate le dita sotto le leve lunghe: anche questa rappresenta una pessima abitudine.
Mantenete le dita vicine allo strumento. Suonare sollevando le mani verso l’alto è un atteggiamento piuttosto comune: difatti a molti piace mostrare le dita in azione. Ma poiché il vostro scopo è quello di avere mani efficienti, cercate di mantenere le dita che si librano il più possibile vicino ai fori.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Kal Opperman sostiene che “il clarinetto si suona dalle nocche in giú.”
  • Tenete sempre presente che non potete suonare bene il clarinetto con una sola mano, pertanto studiate anche la giusta posizione della mano sinistra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come Eseguire La Manutenzione Ordinaria Del Proprio Clarinetto

Eseguire la manutenzione ordinaria del proprio strumento musicale come ad esempio il clarinetto, è un'operazione che va svolta periodicamente, e preferibilmente dopo ogni uso. Si tratta nello specifico di mantenerlo sempre nuovo e soprattutto lucido,...
Musica

Come pulire un clarinetto

Il clarinetto rientra nella categoria degli strumenti a fiato. Di conseguenza è molto importante pulirlo accuratamente e nella maniera migliore affinché si mantenga negli anni, in ottime condizioni. Ci sono diverse scuole di pensiero riguardo come mantenere...
Musica

Come sostituire i cuscinetti nel clarinetto

Quando si parla di clarinetto, si intende uno strumento musicale a fiato di origine europea, inventato nel XVIII secolo; viene utilizzato per produrre musica galante, classica e contemporanea, e nel corso dei decenni è stato modificato più volte per...
Musica

Come scegliere le ance per clarinetto

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri cari lettori, a capire come poter scegliere, nella maniera più sicura, le ance per il clarinetto, in modo tale da poterlo utilizzare al meglio questo strumento unico e speciale, che emette un suono veramente...
Musica

Come suonare il clarinetto

La musica è un forma d'arte che sempre appassiona e coinvolge moltissime persone. Esistono tantissimi strumenti che ci permettono di eseguire dei brani musicali in maniera coinvolgente. Ogni strumento ha una propria peculiarità data soprattutto dal...
Musica

I principali strumenti a fiato

Definiti comunemente strumenti a fiato, gli aerofoni sono corpi cavi a forma di canna o di tubo. Questo tipo di strumenti produce il suono con la vibrazione della colonna d'aria in essa sospinta. Quanto più lunga ed ampia è questa colonna d'aria, quanto...
Musica

Musica classica: i principali strumenti

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra...
Musica

Come scegliere un pianoforte da studio

Studiare la musica rappresenta, sicuramente, uno dei piaceri più sublimi della vita, un po' come perseguire tutte quante le discipline artistiche dopotutto. Per studiare il pianoforte, naturalmente, è necessario acquistarne uno, nonostante inizialmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.