Come iniziare a ballare il tango

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il tango unisce sensualità e passione. Nasce in Argentina agli inizi del '900 come musica popolare e conosce il massimo splendore negli anni '30 e '40. Il ballo si basava originariamente sull'improvvisazione. Successivamente, venne codificato mediante delle figurazioni tipiche. Tra queste il "molinete", in cui la donna gira intorno all'uomo come la pala intorno al mulino e la "sentada" che, invece, vede la donna sedersi in modo audace sulla gamba dell'uomo tesa ed allungata verso l'esterno. Per iniziare a ballare il tango, eccoti qualche suggerimento.

26

Occorrente

  • Musica: Caminito, il tango delle capinere e altri classici tanghi
36

La posizione frontale

Il tango nasce come un ballo d'improvvisazione. La posizione frontale è nota anche come asimmetrica e varia in base allo stile o alla musica. Generalmente, l'uomo guida e la donna segue. Tuttavia, molte volte succede il contrario. Il tango normalmente si caratterizza per tre tipologie di tempo: il 4/4 il 2/4 ed il 3/4. Di norma, per ballare in una balera, segui il senso antiorario. Quindi, parti dal bordo della pista per poi scatenarti nella danza. Il tango è un ballo sensuale caratterizzato da figure dal forte impatto visivo. Per ballare in modo corretto, bisogna alternarle a pause intense. Diversamente, il ballo perderebbe tutta la sua enfasi e la magia. Puoi eseguire un buon tango anche con una semplice camminata, alternata ad una "salida basica". Si tratta di una sequenza di 8 passi in cui l'uomo parte con il piede destro. Effettua poi un passo all'indietro, di lato, in avanti e chiude. In questo modo, la donna realizzerà una specie di incrocio.

46

La procedura

Il tango si basa fondamentalmente sulla camminata ed il laterale. Per iniziare, nel primo caso, l'uomo porta avanti il piede sinistro, poi quello destro, chiude e nuovamente va con il piede sinistro in avanti. La donna invece effettua gli stessi passi ma speculari ed all'indietro. Il tempo è: lento, lento, veloce, veloce. Per ballare invece il laterale, l'uomo procede di lato a sinistra, poi piede sinistro in avanti, piede destro, ancora sinistro e chiusura. La donna, anche in questo caso, esegue gli stessi movimenti ma speculari.

Continua la lettura
56

Il liscio standard

Il tango argentino è il classico ballo per antonomasia. Tuttavia, quello da sala si sta imponendo prepotentemente e si rifà alle danze di liscio standard. Per iniziare a ballare correttamente il tango, considera la postura. La coppia si stringe in un forte abbraccio, con il bacino e le gambe a contatto. Il busto, invece, si mantiene a distanza. La testa si inclina lievemente all'indietro e viene girata di scatto in base ai cambi di direzione. Il contatto delle gambe dà l'impressione visiva che il ballerino sposti di forza il piede della dama. In realtà, ne sta solo guidando il passo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Volendo considerare musiche più moderne si può utilizzare il tango presente nel film "Pretty woman"
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Consigli per la scelta delle scarpe da tango

Come per ogni tipo di danza, anche il tango prevede una tipologia di scarpa che sia adatta a seguirne i movimenti. La cosa fondamentale è che le scarpe siano comode e calzino perfettamente al nostro piede. L'acquisto delle scarpe, tuttavia, può non...
Danza

Come imparare a ballare in coppia

Chiaramente chi si allena quotidianamente e condivide tutto con l'altro da tempo dimostrerà di possedere più affiatamento di chi invece balla in coppia da poco tempo e la frequentazione non prosegue oltre gli orari di esercitazione. Vediamo grosso modo...
Danza

Tango argentino: 5 passi base per cominciare

Il tango è un genere musicale e un ballo, ma anche una poetica e un linguaggio del corpo. Il tango è per lo più in tempo binario, originario della regione del Rio de la Plata. Nato in Argentina e poi diffusosi in Uruguay come espressione popolare e...
Danza

5 consigli per ballare in modo sensuale

Fra le forme d'arte più espressive e coinvolgenti, insieme al canto e alla musica, c'è sicuramente anche anche la danza, sia quella classica che quella moderna. Ma mentre il balletto classico è basato sostanzialmente sull'esecuzione di passi dalle...
Danza

Come scegliere le scarpe per il tango argentino

In questo articolo parleremo di come scegliere le scarpe per il tango argentino. Chi balla il tango argentino conosce bene l'importanza delle scarpe. Infatti le scarpe sono uno strumento indispensabile per farsi valere sulla pista da ballo, e per ballare...
Musica

Caratteristiche delle scarpe da tango

Tra tutti i balli, il tango per antonomasia è quello che più sensuale e misterioso. Il suo ritmo conturbante fa sognare di essere in una milonga argentina. Ma quali scarpe sono più adatte per questo bellissimo ballo, e quali caratteristiche devono...
Danza

Come ballare in modo sensuale

Da sempre il ballo rappresenta un'arma di seduzione. Il tango, ad esempio, racchiude nel linguaggio corporale sensualità ed eleganza. Dalle grandi star del panorama musicale a quelle del cinema, nei grandi o piccoli locali di tutto il mondo, tutti si...
Danza

Origini e storia del tango argentino

Il Tango argentino è un'espressione artistica e popolare, la cui diffusione si ebbe verso la fine dell'800 soprattutto nei bassifondi e nelle case di tolleranza. Le sue origini e la sua storia si ricollegano all'utilizzo di uno strumento antico progettato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.