Come iniziare a dipingere un quadro ad olio

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

La pittura ad olio è uno dei metodi pittorici più utilizzati nei quadri: si tratta di una tecnica estremamente complessa che conserva inalterato il suo fascino fino ai nostri giorni. Quante testimonianze di quadri famosi abbiamo nelle gallerie d'arte e, sono così ben fatti, come se ci trovassimo di fronte ad una fotografia. Nel corso dei secoli questa tecnica è stata più spesso utilizzata per realizzare paesaggi o soggetti astratti piuttosto che ritratti. Tuttavia, come iniziare a dipingere un quadro ad olio ce lo spiegheranno nei dettagli i passi di questa semplice ed esauriente guida.

25

Occorrente

  • tela o tavola di legno
35

Una delle caratteristiche peculiari della pittura ad olio è quella di poter usare i colori direttamente dal tubo, senza diluirli e, dipingere applicandoli in abbondanza, in modo da creare un effetto quasi tridimensionale. Per riuscirsi occorre servirsi di un pennello di setole o delle spatole.
Il bello di questa pittura è che, essendo corposa, mantiene sul dipinto la forma fresca delle pennellate o delle spatolate, donando un bell'effetto. Naturalmente i colori ad olio possono anche essere diluiti e, per farlo occorre usare essenza di trementina o acquaraggia, estesa in modo sottile e dal pennello in modo da dare la sensazione del levigato. La pittura può anche essere diluita molto ma una pittura molto diluita risulta utile piuttosto per iniziare lo schizzo della composizione.

45

Le superfici per potere realizzare un dipinto ad olio possono essere diverse: si può, infatti, partire da una tavola di legno liscia o ruvida, ma anche utilizzare una tela. Ciò che cambia è ovviamente l'effetto finale che sarà parecchio diverso. In ogni caso, come in tutte le arti, la cosa più bella è che ci si può sbizzarrire sfruttando e mescolando tra loro le diverse tecniche, ad esempio, utilizzando sia lo sfumato che il diluito che il colore direttamente dal tubo. Fondamentale, quando si dipinge, è fare sempre uno schizzo, soprattutto nel caso in cui si è alle prime armi, ma non solo.

Continua la lettura
55

A differenza delle altre tecniche pittoriche, tramite l'olio di lino è più facile realizzare le mescolanze e lo sfumato: due colori accostati ma separati sul dipinto possono venire fusi in maniera armonica, in maniera da non far capire dove finisce uno e dove inizia l'altro, donando così un effetto molto naturale. L'espressività emanata dalla pittura ad olio è data in prima analisi dalla ricchezza e dalla profondità del colore, ma anche dalla qualità dei materiali utilizzati per creare il quadro. Ricordate inoltre, che lo schizzo iniziale non sempre va seguito ma può essere anche rivoluzionato completamente, d'altra parte siete voi gli artisti!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come dipingere una rosa ad olio

L'arte è uno dei passatempi più rilassanti a cui possiamo dedicarci nel tempo libero. Soprattutto coloro che sono particolarmente abili nel disegno troveranno estremamente semplice dipingere. Questo tipo di arte richiede una buona manualità, precisione...
Arti Visive

Come dipingere un paesaggio natalizio

Natale rappresenta la festa della famiglia e della gioia. Pertanto dipingere un paesaggio natalizio può essere una buona idea sia per divertirsi con tutta la famiglia in pieno spirito natalizio sia per fare anche un regalo che sicuramente sarà molto...
Arti Visive

Consigli per disegnare il chiaroscuro

Il chiaroscuro è una tecnica della pittura ad olio che risale all'epoca del Rinascimento. Nacque infatti nel XVI secolo grazie al Caravaggio che, con i suoi capolavori, riesce ad attrarre come una calamita lo sguardo dell'osservatore di tutti i tempi,...
Arti Visive

Come decorare con la tecnica trompe l'oeil

Il Trompe l'oeil è una tecnica pittorica davvero particolare e di origine antica, non si sa con precisione quando si è sviluppata, ma i primi accenni di questa tecnica si possono notare già nella Grecia antica. Deriva dal verbo francese " tromper"...
Arti Visive

Come utilizzare i colori ad olio

La pittura a olio è una tecnica pittorica che utilizza pigmenti in polvere mescolati con basi inerti e oli. Le origini della pittura a olio affondano le radici nell'antichità; ne davano notizia già Marco Vitruvio Pollione, Plinio il Vecchio e Galeno....
Arti Visive

Come dipingere su tela con acrilici

La pittura su tela con colori acrilici, è un metodo di espressione economico e ideale per principianti che permette di esprimersi al meglio utilizzando varie tecniche di pittura. Il materiale utilizzato è facilmente reperibile, spesso può essere utilizzato...
Arti Visive

Consigli utili per la pittura

La pittura è un'arte. Attraverso l'uso di varie tecniche e diversi materiali, si possono creare lavori artistici di vario genere. Tecnicamente, pitturare significa stendere del colore su di un supporto (tela, muro, carta, etc). Si possono ottenere pitture...
Arti Visive

Come cominciare a dipingere

Dipingere non è affatto difficile anche se è importante avere una buona mano per il disegno e abilità nel miscelare i colori siano essi tempre acquerelli o colori ad olio. Anche la superficie su cui si intende dipingere un quadro, richiede particolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.