Come Insegnare Ai Bambini I Puntini E Le Linee Osservando I Quadri Di Joan Mirò

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Attraverso la sperimentazione di diversi strumenti di disegno su superfici di varia natura e tipologia, possiamo favorire nei bambini, dai 3 ai 6 anni, la capacità di produrre segni, seguire tracciati, orientarsi nel foglio e coordinare i propri movimenti a livello fino-motorio. Le opere di Joan Mirò si prestano molto bene a questo particolare scopo. Joan Mirò è stato un pittore spagnolo, esponente del surrealismo. I suoi quadri sono caratterizzati dalla presenza di linee e punti ben marcati e definiti. Ecco come insegnare ai bambini i puntini e le linee osservando i quadri di Joan Mirò.

25

Occorrente

  • Stampe a colori di quadri di Mirò
  • Cartoncino azzurro A3
  • tempera bianca e nera
35

Il progetto consiste in diverse attività suddivise in più sezioni. Ogni sezione presenta dei livelli di difficoltà e ogni livello si divide nella parte iniziale ovvero l'osservazione e nella parte conclusiva ovvero la creatività. È possibile stabilire una relazione tra i livelli e l'età degli utenti. Il livello elementare è particolarmente adatto per gli utenti di età compresa tra i 3 e i 6 anni; il livello intermedio è più indicato per i ragazzini dai 7 ai 12 anni e il livello superiore per tutti gli altri. Per quanto riguarda il progetto da un ambito educativo, abbiamo stabilito di fornire materiale molto strutturato, ma allo stesso tempo flessibile e anche rigoroso, per fornire agli educatori delle valide risorse per lavorare con informazioni specifiche e idee pratiche da perseguire.

45

La prima cosa da fare è quella di procurarci delle stampe a colori, magari ingrandite, di alcune opere dell'artista Joan Mirò. Cerchiamo di sceglierne alcune dove i puntini e le linee siano molto evidenti e ben marcate. Mostriamo questi quadri ai bambini, invitiamoli ad osservarli e aiutiamoli ad individuare alcuni elementi attraverso alcune domande sui colori dello sfondo, la caratteristica delle linee, gli elementi presenti nel quadro, il numero dei puntini, ecc. Facciamo toccare ai bambini i contorni delle figure, i puntini e le linee in modo che si possano rendere conto delle loro forme. Cerchiamo di fargli capire che i movimenti fatti con la mano per seguire le linee e quelli per seguire i puntini sono diversi. Mettiamo a disposizione a questo punto, per ogni bambino, un pezzo di cartoncino azzurro.

Continua la lettura
55

Dopo il foglio di cartoncino A3, prepariamo in due piattini di plastica della tempera bianca e della tempera nera. Invitiamo i bambini a disegnare con le dita, delle linee nere e dei puntini bianchi, avendo cura di pulirsi bene quando cambiano colore. Durante l'attività, orientiamoli a verbalizzare il movimento fatto quando tracciano una linea o fanno un puntino. Alla fine dell'attività potremo esporre in una mostra tutte le opere eseguite.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida alla Tate Modern di Londra

Londra, attualmente, si tratta e della città più popolata dell'Unione Europea. Ovviamente lo sarà fino a quando il Regno Unito farà parte dell'Unione Europea, dal momento che poco tempo fa, con il cosiddetto Brexit, è prevista l'uscita di questo...
Arti Visive

Come dipingere un quadro surrealista

Uno dei principali movimenti letterario ed artistico sviluppatosi negli anni Venti del XX secolo è il surrealismo, che vede il suo termine con la fine della Seconda guerra mondiale. L'assioma fondamentale su cui si basa l'arte surrealista è la rivalutazione...
Arti Visive

Come Passare Da Tanti Punti E Puntini Liberi Al Puntinismo

Disegnare rappresenta senza dubbio un'attività apprezzata alla maggior parte delle persone in quanto consente di esprimere liberamente la propria arte e la propria creatività. Non tutti però sono in grado di disegnare in modo corretto ed armonioso,...
Arti Visive

Come valutare un dipinto

Un'opera d'arte ha in genere una funzione estetica. L'arte fisica si esprime attraverso la pittura, la scultura, l'architettura nonché la fotografia. Esiste poi l'arte scenica o teatrale basata sulla musica, la danza ed il cinema. Un pennello, una tela...
Musica

Breve storia della musica rock

Se siamo degli amanti della musica sicuramente ci piacerebbe conoscere la storia dei vari generi musicali esistenti. Per fare ciò potremo cercare su internet delle guide che ci spieghino come si sono formati i generi musicali che più ci piacciono, in...
Mostre e Musei

Guida al Museu Picasso

Barcellona è una di quelle capitale che offre in egual misura cultura e divertimento. A due passi dalla Rambla, che è il cuore dello shopping e sede dei locali, si trova il centro storico, le architetture di Gaudì, ma anche le spiagge e i grandi parchi....
Musica

Come memorizzare la chiave di fa

La musica è un dono; è quanto di più affascinante possa coinvolgere il nostro animo. Quando ci immergiamo nelle sue note, tutto il nostro essere viene trasportato in una dimensione superlativa, quasi extra terrestre. E quanto possa essere sublime la...
Mostre e Musei

Guida al centro Pompidou Metz

Nel capoluogo della regione della Lorena, in Francia, si trova un impinente edificio. Si tratta del Centro Pompidou Metz. Questo museo prende vita da un progetto del 2010 degli architetti Shigeru Ban e Jan De Gastines. La struttura in questione rientra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.