Come interpretare una fiaba con i burattini

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le favole sono da sempre il modo per coinvolgere i nostri bambini, trasportandoli nel magico mondo della fantasia dove praticamente tutto può succedere. Essa può essere raccontata in diversi modi, attraverso il semplice uso della voce, oppure meglio ancora, rendendo i personaggi del racconto animati utilizzando ad esempio preziosi aiutanti: i burattini. Vediamo allora di seguito alcuni consigli su come interpretare una fiaba con l'aiuto di questi personaggi.

25

Occorrente

  • Scelta del racconto
  • realizzazione dei personaggi
35

Il primo passo da fare è quello di scegliere la fiaba che vogliamo raccontare. Se si tratta di una fiaba nota, è sufficiente fare un sommario ripasso di essa, cogliere quali sono le parti salienti del racconto per poi preparare il materiale occorrente. Se invece preferiamo affidarci alla nostra fantasia, quindi inventando una fiaba di sana pianta, quello che dobbiamo fare è stilare una piccola bozza, scegliere i personaggi ed infine preparare le varie scenografie. Quando tutto è pronto possiamo dare vita al nostro piccolo spettacolo.

45

Il secondo passo è quello di sistemare i piccoli spettatori il più vicino possibile al teatrino. In questo modo abbiamo la certezza che ogni passaggio del racconto venga sentito bene senza quindi incorrere in ripetizioni che possono alla lunga rovinare lo spettacolo. Quando i bambini sono sistemati può tornare utile fare una piccola prova dell'acustica in modo da eliminare completamente ogni problema. Qualsiasi sia il racconto che abbiamo scelto per l'occasione, prima di metterlo in scena dobbiamo spiegare a parole nostre di cosa tratta il racconto, quali sono i personaggi protagonisti, cercando di coinvolgere il nostro pubblico il più possibile facendo loro domande al riguardo. Teniamo presente che più la loro attenzione è alta e più il successo è garantito.

Continua la lettura
55

L'attenzione dei bambini purtroppo però non dura a lungo, quindi alla luce di questo cerchiamo di non rendere il nostro racconto troppo prolisso onde rischiare di annoiare i piccoli. Finalmente siamo pronti per entrare nel vivo dello spettacolo ed ecco, come per magia, che iniziano a comparire i veri protagonisti: i burattini. Altro accorgimento molto importante è la recitazione e il tono della voce che andiamo ad utilizzare, cerchiamo quindi di cambiarne il timbro adattandolo al personaggio di turno. Fare felici i bambini basta veramente poco, quello che conta è farli sentire in ogni momento parte integrante dello spettacolo e il modo migliore è sicuramente quello di rivolgersi spesso a loro, catturando la loro attenzione con domande e relativi consigli, assecondando le loro richieste e perché no accentando anche le eventuali critiche.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Recitazione

10 consigli per interpretare un personaggio

Nel corso della propria attività di attore teatrale o cinematografico, può capitare di sovente di imbattersi in personaggi particolarmente complessi e difficili da interpretare. Mettere in pratica una vera e propria tecnica per riuscire al meglio nel...
Recitazione

Come interpretare un ruolo comico

La recitazione è un tipo di arte a cui bisogna dedicarsi con estrema passione e forza di volontà. Si tratta di un processo creativo piuttosto elaborato, durante il quale occorre vestire i panni di qualcuno molto diverso da noi. Esistono personaggi drammatici...
Recitazione

Come interpretare un ruolo drammatico

Recitare è una delle esperienze artistiche più coinvolgenti ed intense che un individuo possa esperire. Affinché l'interprete rappresenti in maniera verosimile e credibile i sentimenti del proprio personaggio è necessario che "scavi" nella propria...
Recitazione

Come capire se un attore è adatto per interpretare un personaggio

Scegliere attori giusti, per sostenere una parte, è un’operazione essenziale nella produzione di un film o di uno spettacolo teatrale. Senza dubbio l’affinità tra gli artisti interpreti e i protagonisti reali o romanzati della storia decreta in...
Recitazione

Come immedesimarsi in un personaggio

Immedesimarsi in un personaggio è un lavoro lungo e complesso, ma è altrettanto indispensabile impiegare tempo, impegno e fatica per riuscire ad essere un buon attore.Cercheremo di riassumere i punti salienti e fare alcune riflessioni sull'immedesimazione...
Recitazione

Come mettere in scena il puzzle della drammatizzazione

Per gli attori teatrali rappresentare una scena drammatica, vuol dire dimostrare la bravura nell'impersonare il proprio personaggio. Da qualche anno esistono laboratori di animazione negli asili e nelle scuole. È un opportunità di stimolo per i piccoli...
Recitazione

Recitare con il metodo Stanislavskij

Il metodo Stanislavskij è una tipologia di stile psicotecnico della recitazione che prende il nome dal suo ideatore, noto teorico teatrale russo. Egli dapprima lo concepì, poi lo mise in pratica, insegnandolo agli allievi della sua accademia. Ad oggi,...
Recitazione

Come organizzare uno spettacolo teatrale

Se volete organizzare uno spettacolo teatrale, l'impegno da immettere in questa impresa deve essere veramente elevato. Riuscire infatti ad ottenere il massimo dei risultati finali, richiede un procedimento complesso che necessita di una minuziosa organizzazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.