Come La Pittura Con Il Latte

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La pittura di latte si usa dai tempi dei nostri bisnonni e veniva usata soprattutto per i mobili in legno. Totalmente naturale ed ecologica, è adatta tanto per mobili non trattati o nuovi come per quelli restaurati. Le quantitá che propongo permettono di ottenere ¼ di litro di pittura, sufficiente a ricoprire circa 9 metri quadrati con 2 passate (in pratica qualcosa di piccolo, tipo una sedia).

26

Occorrente

  • Latte scremato
  • aceto bianco
  • colino
  • borace
  • polvere di gesso
36

Mescolate ½ litro di latte scremato con 1 cucchiaio di aceto bianco e mettete sul fornello a scaldare per 5 minuti a FUOCO BASSO. NON FATE BOLLIRE. Il latte si coagulerá. Prelevate scrupolosamente il siero giallastro che si sará accumulato sulla superficie e gettatelo in pattumiera. Filtrate il restante latte cagliato in un colino a maglia molto fine, tipo un filtro da caffé e lasciatelo sgocciolare per qualche ora o tutta la nottata.

46

Otterrete circa 100 grammi di caglio. Il prossimo passo consiste nel diluire un pizzico di borace (3 grammi) in un cucchiaio di acqua (borace o sodio borato: lo potete trovare fra i prodotti di pulizia al supermercato, si tratta di un antibatterico, che serve anche a rendere la caseina contenuta nel caglio solubile all'acqua; comunque non è indispensabile).

Aggiungete il latte cagliato a questa mistura e dovreste ottenere una consistenza cremosa, abbastanza spessa, simile allo yogurt. Se necessario potete aggiungere un poco d'acqua.

Continua la lettura
56

In un recipiente a parte mescolate 150 gr. Di polvere di gesso con 1 tazza d'acqua. (La polvere di gesso si trova nei negozi di materiali per la costruzione, a volte anche al super. Si utilizza anche per pulire il marmo e l'argento.) Ne ricaverete una sostanza grigiastra e gessosa, che userete come additivo. Ora potete incorporate con cura le due misture e la vostra pittura è sostanzialmente pronta.
Manca solo il colore: per piccole quantitá potete usare del gouache o pittura ad olio, per grandi quantitá preferite degli agenti coloranti universali o pigmenti naturali.

66

La tempera al latte è un tipo di pittura che può essere utilizzato anche per colorare le pareti da interni. Principalmente può essere utilizzata sopra su intonaci di calce. La stesura è particolarmente scorrevole e la densità (se è fatta bene) la rende coprente abbastanza per far sparire le macchioline o gli aloni tipici per esempio dei termosifoni. L'aspetto complessivo del risultato è molto vellutato e non sembra lasciare tracce sfarinanti. Noi qui sopra abbiamo parlato ovviamente di come produrre la tempera in casa, ma può essere tranquillamente acquista se la necessità è di utilizzarla in larga scala come per dipingere i muri. È costituita comunque con prodotti altamente naturali, temperati e privi di additivi chimici di sintesi, e garantisce ciò nonostante traspirabilità delle pareti ed assorbimento della tintura sulla parete.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Guida: tecniche di pittura sul muro

Ristrutturare la propria casa richiede tempo, fatica e denaro. Per tali motivazioni, la maggior parte sceglie di chiedere aiuto ad autentici professionisti del settore. Un comune cittadino può eseguire la maggior parte di questi lavori in piena autonomia,...
Arti Visive

Tecnica di pittura a soffio

Per realizzare dei quadri esistono moltissime tecniche di pittura che si adattano al risultato che si vuole ottenere. Tra queste varie tecniche di pittura la più divertente è sicuramente la pittura a soffio. La pittura a soffio consente di creare quadri...
Arti Visive

Consigli utili per la pittura

La pittura è un'arte. Attraverso l'uso di varie tecniche e diversi materiali, si possono creare lavori artistici di vario genere. Tecnicamente, pitturare significa stendere del colore su di un supporto (tela, muro, carta, etc). Si possono ottenere pitture...
Arti Visive

Tecniche di pittura ad acquerello

La pittura ad acquerello è un tipo di pittura fresca e divertente, amata soprattutto dai bambini, ma non solo. Spesso essa viene pubblicizzata come una tecnica adatta ai principianti che decidono di avvicinarsi alla pittura, ma in realtà questa è...
Arti Visive

Come utilizzare il gesso nella pittura su tela

Per chi volesse cimentarsi con l'uso della tela è necessario, per non dire fondamentale, conoscere le diverse tecniche di pittura. Questo è un dato di fatto, ma poiché in commercio è possibile trovare tele e colori, tempera o olio che sia, a prezzi...
Arti Visive

Come scegliere i pennelli per la pittura ad olio

La pittura ad olio è un bellissimo modo per passare il tempo, ma può anche essere una vera e propria passione. Per poter dare vita all'arte della pittura è necessario scegliere accuratamente i pennelli. Infatti ciò che è davvero indispensabile per...
Arti Visive

Guida alla pittura su tela

Fin da quando l'uomo ha memoria, la principale fonte di comunicazione e scrittura è stata la pittura. Agli albori l'uomo era solito lasciare traccia di se raccontando le proprie gesta attraverso curiose ed utili pitture rinvenute in antiche caverne e...
Arti Visive

Guida alla pittura naif

Tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento avvengono enormi cambiamenti tecnologici, politici, economici e sociali. In un modo o nell'altro anche l'arte dovette adeguarsi a tutti questi mutamenti rivendicando il diritto di creare senza sottostare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.