Come montare un cortometraggio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Come sosteneva il regista sovietico Sergej Ejzenstein: "Il cinema è montaggio". Certo, per un filmaker, avere l'idea per un soggetto e stendere la sceneggiatura è quasi tanto importante quanto girare il cortometraggio stesso. Ma il montaggio ricopre un ruolo chiave per la riuscita del film e per la propria espressione artistica. In questa guida vedremo come montare un cortometraggio.

28

Occorrente

  • Programma per montaggio
  • Computer
  • Riprese audio e video
38

Visionare tutte le riprese

Dopo aver girato le scene del vostro cortometraggio, arrivare in fase di montaggio significa in primo luogo dover visionare tutte le riprese. Questo passaggio è tanto soddisfacente quanto faticoso. Munitevi dunque di pazienza e visionate tutti file che avete a disposizione. Benché abbiate già effettuato una prima cernita, dividendo le take "buone" da quelle "cattive", potrete in questo modo scovare riprese interessanti o altri punti di vista che magari erano sfuggiti in fase di ripresa. Durante questo passaggio, prendete appunti sulle varie take.

48

Montare le scene

A questo punto, si può passare al sodo. Utilizzando il vostro programma di montaggio, dopo aver importato tutti i file, iniziate a lavorare sul cortometraggio scena per scena. Posizionate i video seguendo la sceneggiatura e disponeteli sulla storyboard scegliendo le take migliori. Rispettate alcune semplici regole: ad esempio, è severamente sconsigliato scavalcare il campo oppure effettuare dei jump cut non voluti. A seconda del ritmo che volete dare al vostro cortometraggio, effettuate più o meno stacchi per evidenziarne il pathos. Se utile, potrete modificare il colore e la luminosità delle take per creare un minimo di coerenza ed evitare degli stacchi di montaggio molto bruschi.

Continua la lettura
58

Montare l'audio

Un altro momento vitale da effettuare in fase di montaggio è l'aggiunta dell'audio. Aiutandovi con gli appunti presi dal segretario di edizione, importate sul vostro programma tutte le tracce audio che si riferiscono alle take che avete scelto per il vostro montaggio. Sarà fondamentale che audio e video siano sincronizzati, cioè che partano entrambi con il suono del ciak. Inoltre, sarà importante cercare di creare una coerenza spaziale audio-video, rispettando la lontananza del suono, la chiarezza e il timbro. Se utile, potrete usare alcuni effetti sulle tracce audio o utilizzare dei suoni preimpostati scaricandoli dal web.

68

Aggiungere i titoli

Come ultimo tocco, aggiungete i titoli al vostro cortometraggio. Potrete scegliere se aggiungerli all'inizio oppure alla fine. Ricordatevi di menzionare tutte le maestranze, gli attori e le comparse, nominando per ultimi il nome del regista e il titolo del cortometraggio. Scegliete con attenzione il font e il colore e decidete se usare un fondale monocromo o se far partire i titoli direttamente su una scena del film.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Visionare tutte le tracce
  • Scaricare suoni utili dal web
  • Creare coerenza spazio-temporale
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come scrivere una recensione cinematografica

Recensire un film, un documentario o altri tipi di prodotti audiovisivi comporta la stesura di un giudizio di valore in merito a quanto si è visto. Con la recensione cinematografica si cerca anche di spiegare agli spettatori la tipologia e le caratteristiche...
Arti Visive

Come utilizzare Adobe Premiere

I programmi della Adobe forniscono una gamma di prodotti di qualità eccelsa per i creativi di tutto il mondo. Oltre ai famosissimi editor fotografici come Photoshop e Lightroom e ai programmi di animazione come Animate, la Adobe fornisce ai suoi fruitori...
Arti Visive

Arte: i principali esponenti del futurismo

Il futurismo, nasce in un periodo di grande fase evolutiva dove tutto il mondo dell'arte aveva davanti a se tanti fattori determinanti. Tra questi fattori determinanti vi sono: le guerre e la grande trasformazione sociale dei popoli. Ma anche grandi mutamenti...
Arti Visive

Come girare un piano sequenza

Chi entra nel mondo del cinema e decide di imparare quest'arte deve fare i conti con diverse tecniche, soprattutto di ripresa. Nel cinema, il piano sequenza è una tecnica per cui, anziché servirsi del montaggio per realizzare gli stacchi tra un’inquadratura...
Arti Visive

Come disegnare un bosco

Il pittore francese Paul Cézanne dipinse decine di volte il monte Sainte-Victoire, in Provenza e spiegò ad un amico lo sforzo di osservazione che accompagnava l'esecuzione del suo dipinto dicendogli che a lungo era rimasto impotente, senza riuscire...
Arti Visive

Surrealismo: 5 idee per un quadro

Breton definisce il Surrealismo come "un automatismo psichico mediante il quale ci si propone di esprimere sia verbalmente, sia per scritto o in altri modi, il funzionamento reale del pensiero; è il dettato del pensiero, con assenza di ogni controllo...
Arti Visive

Paul Cézanne: le opere maggiori

Paul Cézanne è stato un pittore francese in bilico fra l'impressionismo e le correnti successive. Nella sua opera spicca un amore per lo spazio aperto e la luce, in una costante ricerca della tranquillità e della pace che la Parigi del tardo ottocento...
Arti Visive

Come vincere a Traversone

Il Traversone è un gioco di carte unico, per le particolari regole speculari al Tressette, e per la possibilità di riunire un gran numero di persone. È impossibile non farsi contagiare dal Traversone con tutte le sue piccole varianti, ma come si può...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.