Come ottenere il colore dell'incarnato

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La miscelazione dei colori, indipendentemente dalla tecnica di rappresentazione, non è poi così facile. Per ottenere un colore simile alla realtà bisogna fare molte prove e tentativi. Ogni colore va dosato con attenzione. Può capitare che il colore più impensato formi la tonalità desiderata. Gli artisti che si occupano dell'incarnato sono soprattutto i ritrattisti ed i pittori. Questa guida è di grande aiuto per capire come ottenere il colore dell'incarnato su tela. Scopriamo insieme la misteriosa combinazione di tonalità per riprodurre fedelmente il colore dell'incarnato.

27

Occorrente

  • rosso
  • giallo
  • blu
  • bianco
  • terra d'ombra bruciata
  • terra di Siena
  • tavolozza da pittore
  • tela
37

La parola incarnato fa pensare subito al colore rosa. In realtà l'incarnato si compone di diverse sovrapposizioni di colori. Quindi prima di iniziare, dato che non sono tutti uguali, scomponiamo l'incarnato in livelli di colore. Questa capacità ce l'ha esclusivamente un occhio attento ed allenato. Quindi non resta che andare a tentativi, almeno inizialmente. Procuriamoci allora quattro colori: rosso, giallo, blu e bianco. Prendiamo una tavolozza da pittore e versiamone una piccola dose di ciascuno separatamente. Mescolando questi quattro colori otterremo un colore molto scuro. Non spaventiamoci, perché si tratta solo di un colore di partenza che poi schiariremo.

47

Per schiarire questa base non useremo solamente il bianco, ma una miscela di due colori: il bianco ed il giallo. Il bianco è il colore schiarente mentre il giallo conferisce calore all'incarnato. Nel caso avessimo schiarito troppo l'incarnato, possiamo sempre scurirlo. Aggiungiamo allora una puntina di rosso oppure di blu. Questa era la combinazione di partenza per un incarnato chiaro. Per un incarnato medio ai primi 4 colori dobbiamo aggiungere due tonalità di marrone: terra di Siena e terra d'ombra bruciata. Questa volta la base di partenza si crea con il rosso ed il giallo. Ovviamente otterremo una tonalità aranciata. Poi aggiustiamo il colore aggiungendo il blu pochissimo per volta.

Continua la lettura
57

Le due terre servono per creare un incarnato olivastro. Mescoliamo tra loro la terra d'ombra bruciata e la terra di siena. Mi raccomando di unirle in parti uguali, nessuna delle due deve prevaricare. Aggiungiamo questa tonalità di terre alla base appena ottenuta, alternandola con il colore blu. Ricordiamoci di non mettere mai troppo prodotto. Facciamo sempre in tempo a metterne dell'altro, ma non possiamo tornare indietro. Procedendo con questo modo possiamo creare tutte le tonalità che vogliamo di incarnato. Con un po' di impegno riusciremo ad ottenere quello desiderato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Laviamo il pennello passando da un colore all'altro
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come preparare il colore marrone con le tempere

Per preparare il colore marrone con le tempere occorre semplicemente conoscere un pochino la teoria dei colori primari. Questi sono il giallo, il rosso e il blu. Quando combinati tra loro, danno vita a tutte le tinte della tavolozza. Per questo motivo...
Arti Visive

Come creare un colore acrilico

Il mondo delle arti visive è affascinante, stimolante e ricco di tantissimi strumenti da utilizzare per dare forma al nostro spirito creativo. Oggi parleremo di un particolare strumento perfetto per la creazione di fantastiche opere: il colore acrilico....
Arti Visive

Come preparare il colore azzurro con le tempere

In tale tutorial vi spiegheremo come creare il colore azzurro usando in modo semplice i colori primari. Come è ben risaputo, tutta la gamma di colori che ci sono in natura, non sono altro che combinazioni infinite ricavate dai colori primari, che sono...
Arti Visive

Come preparare il colore arancione con le tempere

Il termine colore a tempera indica colori coprenti all'acqua formati da pigmenti con sostanze leganti quali uovo, caseina, colle animali o gomme vegetali. I colori a tempera veri e propri sono raramente reperibili in commercio perché deperiscono facilmente...
Arti Visive

Pittura: come fare le sfumature di colore

L'arte da sempre simboleggia un patto culturale dalla forza disarmante, come se fosse una sentinella delle emozioni più profonde, quelle talmente ampie che necessitano di supporti per essere raccontate. Ma adesso passiamo alla spiegazione, di questa...
Arti Visive

Come dipingere un quadro che al sole cambia colore

Se siamo appassionati di pittura, vediamo insieme come dipingere un quadro che al sole cambia colore, ed altre tecniche per riuscire a mettere su tela la nostra fantasia e le nostre emozioni. Ecco una piccola guida per fare un quadro che cambia colore...
Arti Visive

Come fissare il colore a tempera

All'interno di questa specifica guida andremo a parlare di fissaggio. Nello specifico, ci occuperemo di come andare a fissare nel miglior modo possibile il colore a tempera. Una guida utile, specie per comprendere come far durare nel tempo un'opera personale,...
Arti Visive

Trucchi per una fototessera perfetta

Purtroppo tutti quanti abbiamo provato il dispiacere nel vedere il risultato della fototessera. Queste piccole foto che non si riesce mai a far venire carine, nonostante mille prove. Eppure dobbiamo farle per forza, perché servono per ogni documento....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.