Come Passare Da Tanti Punti E Puntini Liberi Al Puntinismo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Disegnare rappresenta senza dubbio un'attività apprezzata alla maggior parte delle persone in quanto consente di esprimere liberamente la propria arte e la propria creatività. Non tutti però sono in grado di disegnare in modo corretto ed armonioso, tuttavia è possibile imparare mediante un po' di sacrificio, tanta buona volontà e un pizzico di fantasia. Una delle tecniche più divertenti nel disegno è senz'altro quella del Puntinismo che viene insegnata anche ai bambini nelle scuole grazie alla sua semplicità di apprendimento. In questa guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per insegnare a passare da tanti punti e puntini liberi al Puntinismo.

25

Occorrente

  • Tempera
  • colori a tempera
  • fogli bianchi A3 e A4
  • pennelli di varie dimensioni
35

La prima cosa da fare consiste nel proporre al tuo bambino di provare a disegnare tanti puntini a caso, spargendoli su un grande foglio bianco. È consigliabile farlo provare utilizzando dei semplici pennarelli oppure in alternativa con le tempere e i pennelli. Questi ultimi probabilmente sono più indicati in quanto sono disponibili in differenti dimensioni. Utilizzando le tempere e i pennelli infatti il bambino si accorgerà che cambiando il tipo di pennello, più fine oppure più grosso, anche i puntini cambieranno di grandezza. Lascialo lavorare liberamente sullo spazio del foglio, in modo che lui possa sperimentare l'intensità e la forza del suo movimento mentre esegue questi puntini. Tanto per pulire c'è sempre tempo!

45

Successivamente su un foglio nuovo puoi provare a disegnare delle semplici figure come ad esempio un sole, una foglia, una farfalla, una stella oppure un cuore. Effettua alcune fotocopie in modo che il tuo bimbo abbia due fogli uguali per ogni disegno che ha scelto e proponigli di decidere da quale iniziare. Adoperando i pennelli e le tempere invitalo poi a colorare un soggetto a "pennellate" e l'altro invece imprimendo dei puntini a pennello, per fare in modo che a lavoro finito si renda conto da solo della differenza tra i due lavori.

Continua la lettura
55

Dopo aver completato il lavoro puoi aiutare il tuo bambino a fare un confronto ed osservare attentamente quello che ha disegnato. Immediatamente il bambino si renderà conto di quanto possa cambiare la prospettiva del disegno, a seconda di come lo si guarda. Se il tuo bambino è abbastanza grande puoi anche mostrargli alcune delle opere più famose del Puntinismo, in modo tale che ne possa trarre ispirazione e sentirsi anch'egli un vero e proprio artista di questo genere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come Insegnare Ai Bambini I Puntini E Le Linee Osservando I Quadri Di Joan Mirò

Attraverso la sperimentazione di diversi strumenti di disegno su superfici di varia natura e tipologia, possiamo favorire nei bambini, dai 3 ai 6 anni, la capacità di produrre segni, seguire tracciati, orientarsi nel foglio e coordinare i propri movimenti...
Arti Visive

5 modi di disegnare con i punti

Uno dei metodi più comune per creare dei disegnare è quello con i punti. Questa tecnica consiste nel disporre dei punti in vari modi. Questo si possono posizione mettendo tanti punti di uguale dimensione e colore. Oppure sistemandoli diversa misura...
Arti Visive

Come Disegnare con la Prospettiva a 2 Punti

Una delle cose più utili e divertenti per far comprendere un progetto di architettura è creare delle viste in prospettiva del proprio edificio, in modo da dare un'idea quantomeno realistica di ciò che si andrà a costruire in seguito. La prospettiva...
Arti Visive

Come realizzare un disegno a prospettiva distorta con 4 punti di fuga

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter realizzare un semplice disegno a prospettiva distorta, con circa 4 punti di fuga. Cercheremo, anche in questo caso, di realizzare il tutto mediante il metodo del fai da te...
Arti Visive

Come Realizzare Un Viso Con L'Espressione Rivolta In Vari Punti

Disegnare è senza ombra di dubbio un talento. Si può però imparare attraverso tecniche diverse e molto esercizio a creare comunque dei bellissimi disegni che possono diventare tele, fumetti e cosi vià. Una delle cose più difficili da imprimere sul...
Arti Visive

Come colorare con i pennarelli

Colorare rappresenta un modo essenziale per terminare un disegno. Le tecniche per farlo sono numerose e svariate. Ciascuna di questa andrà riprodotta seguendo qualche regola particolare. Il metodo più semplice è quello di colorare con i pennarelli,...
Arti Visive

Georges Seurat: vita e opere

Georges Pierre Seurat è nato a Parigi il 2 dicembre 1859. Lì vi rimase gran parte della sua vita e sempre a Parigi frequentò la scuola di disegno dove conobbe Edmond Aman-Jean, pittore e critico d'arte. Con Edmond spesso usava andare al museo del Louvre,...
Arti Visive

Come disegnare un girasole

Una delle prime cose che i bambini iniziano a disegnare sono i fiori. Infatti, ritrarre un fiore è semplice ed intuitivo: basta tracciare uno stelo, fare un cerchio per la corolla, e poi posizionare tutt'intorno i petali. Le cose cambiano se si vuole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.