Come Proporre Un Lavoro A Una Casa Editrice

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se il proprio sogno nel cassetto è quello di scrivere un libro questa guida può essere certamente un valido aiuto. Attualmente esistono diversi mezzi per far arrivare il proprio lavoro ad una casa editrice. Comunque basta sognare è il momento di mettersi all'opera per realizzare quello che si desidera. Seguendo i consigli che vengono dati passo passo in questo tutorial è possibile sapere come si può proporre un lavoro ad una casa editrice.

25

La prima cosa da fare è quella di inserire i dati all'inizio del dattiloscritto, cioè nome, cognome, indirizzo, e-mail e telefono sotto il titolo. Essi sono indispensabili se la casa editrice vuole mettersi in contatto. All'interno del proprio curriculum bisogna evitare di mettere l'elenco dei premi letterari a cui si è partecipato. È consigliabile non parlare di eventuali poesie pubblicate visto che nel mondo editoriale c'è la radicata convinzione che le raccolte di poesie non attirano.

35

È opportuno non depositare l'opera alla SIAE; basta spedire il dattiloscritto mediante raccomandata con ricevuta di ritorno. Se qualcuno vuole impadronirsi dell'idea è possibile rivendicare la paternità attraverso i timbri postali. È importante avere una storia che vale la pena di essere raccontata. È consigliabile ambientare la storia in un luogo di cui conosci bene ogni dettaglio. Se ad esempio si vogliono utilizzare gli Stati Uniti bisogna fare una descrizione nei minimi particolari. Non bisogna limitarsi a scopiazzare qualche "sentito dire".

Continua la lettura
45

Se si vuole allegare una sinossi (è un'ottima idea) è opportuno utilizzare la forma esplicativa, cioè non bisogna lasciare assolutamente il finale in sospeso. Ci deve essere tutto: inizio, sviluppo e fine; inoltre, non bisogna mai dire che testo mandato in visione non è l'opera migliore. È preferibile dire all'editore che è qualcosa di stupefacente. A quel punto è logico sentirsi rispondere come mai non è stato presentato subito.

55

Non bisogna mai dire all'editore che si rifiuta a priori qualsiasi forma di contributo in quanto se non vuole chiederlo si sente offeso. Mentre se lo chiede è consigliabile ignorarlo per poi inserire il suo nome nella lista nera. È opportuno tener presente che non è possibile chiedere notizie del proprio romanzo ogni dieci giorni. In questo modo anche se hanno intenzione di leggere e prendere in considerazione il lavoro si viene considerato un rompiscatole. In questi casi la pazienza è sicuramente la migliore alleata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Come proporre un libro ad un editore

Sono in tanti coloro che, dedicano una parte importante del loro tempo libero alla scrittura di romanzi, poesie, saggi di varia natura. Per tutti, il sogno è quello di vedere il proprio capolavoro pubblicato e apprezzato dai lettori. Per raggiungere...
Letteratura

5 cose da fare per pubblicare un libro

In molti coltivano la passione per la scrittura creativa per diversi anni, la portano con sé come un' attività relegata al tempo libero prima di dedicarsi seriamente ad un progetto narrativo. Altri, ad un certo punto della propria vita, scelgono di...
Letteratura

Come scrivere la sceneggiatura di un cortometraggio

Per cortometraggio si intende un film o un documentario della durata massima di 75 minuti. Dalla traduzione inglese di 'short' si ricava la versione italiana di 'corto'. Scrivere e realizzare una storia breve non è assolutamente semplice. In poco tempo,...
Letteratura

Come pubblicare una raccolta di poesie

Pubblicare una raccolta di poesie non è cosa molto facile, però se questo è uno dei vostri sogni, con perseveranza potrete riuscire nell'intento. La cosa importante è credere nelle capacità che ognuno ha, e se avrete fiducia, la lettura del vostro...
Letteratura

I più bei libri di Camilleri

Andrea Camilleri è uno degli scrittori italiani più noti non solo nel nostro Paese, ma anche nel panorama internazionale. Il suo nome si lega soprattutto al personaggio del Commissario Montalbano, che è stato portato al successo anche dalla fiction...
Letteratura

Come schedare un libro

Innanzitutto, cosa si intende per schedatura di un libro? Finalizzato alla tesi di laurea, ad una tesina per le scuole medie o superiori o, semplicemente, alla necessità personale di catalogare un libro di narrativa (o saggistica), schedare un libro...
Letteratura

Ken Follett: vita e opere

Ken Follett è uno degli scrittori contemporanei di best-seller più in vista di questi ultimi anni. Il genere letterario in cui impronta i suoi libri spazia dal triller-spionaggio al romanzo storico. Ha uno stile di scrittura fluido ed accattivante che...
Letteratura

Consigli per cominciare a scrivere un libro

Scrivere un libro può sembrare facile, ma in realtà è molto più complicato di come si pensi. Un requisito molto fondamentale infatti, è il grande impegno che esso richiede, e che non tutti sono disposti ad assumersi. Nella seguente guida troverete...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.