Come raccontare una storia horror

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Saper raccontare una storia non è una cosa cosi semplice come può sembrare; bisogna avere una cadenza scorrevole, saper scandire bene le parole e, soprattutto, saper sfruttare i toni della voce. Specialmente se stiamo parlando di un racconto di paura, il narratore deve saper coinvolgere emotivamente gli ascoltatori, suggestionandoli con il suo tono della voce e la mimica. Con questa guida vogliamo quindi illustrare qualche trucco su come raccontare una storia horror, per renderla il più verosimile possibile e per suscitare nell'ascoltatore curiosità e, soprattutto, paura.

28

Occorrente

  • voce grave
38

Per quanto concerne la velocità nel raccontare la storia, bisognerebbe sfruttare quanto più possibile una cadenza molto lenta. Non abbiate fretta di raccontare, ma prendetevi il vostro tempo per soffermarsi sui dettagli, accentuando il tono di voce o articolando le parole chiave in maniera lenta e marcata. Questi ultimi consigli sono fondamentali, perché permettono a chi vi ascolta di raffigurarsi nella propria mente la scena che state raccontando. Tuttavia, in alcuni punti della storia, è importante sapere accelerare, dare enfasi alle azioni più dinamiche e, in questo caso, è opportuno abbandonare l'andamento lento a favore di un ritmo più incalzante, tale da suscitare tensione e suspance. È proprio in queste situazioni che anche il vostro tono di voce dovrà cambiare, e passare da basso e lento, ad alto e concitato.

48

Circa il tono di voce, è un aspetto di cui abbiamo già accennato nel punto precedente, ma ora andiamo a descriverlo nel dettaglio. Per quanto riguarda la narrazione di scene che prevedono la descrizione di ambienti o persone, il vostro tono di voce deve essere medio, non troppo alto nè troppo baso. È fondamentale, inoltre, che sia tenebroso e grave nei punti salienti della storia. Una voce acuta e squillante poco si presta a questo genere di narrazione, che risulterebbe più ironica che di terrore. Ovviamente non potete modificare il vostro timbro vocale, ma potete sempre fare del vostro meglio per rendere più misteriosa e inquietante la vostra vocalità. Esistono numerosi esercizi che si possono fare per esercitarsi a conoscere e saper sfruttare tutti i toni della vostra voce. Ad esempio, si può provare a leggere un breve testo il diversi modi, più o meno lentamente, sfruttando i toni bassi e quelli più acuti, modificando la vostre voce, proprio come se steste recitando.

Continua la lettura
58

Anche la mimica è un elemento fondamentale, in particolare non trascurate la mimica facciale. Durante l'intero racconto accompagnate la vostra storia con espressioni del viso e movimenti del corpo; talvolta questi devono essere anche molto marcati. Attenti, però, a non risultare caricaturali altrimenti otterrete l'effetto opposto a quello desiderato e, soprattutto, la storia sembrerà poco credibile. Occhi sbarrati, sopracciglia aggrottate, bocca socchiusa... Usate al meglio la molteplicità di muscoli che formano il vostro viso per dare più enfasi al vostro racconto.

68

Come abbiamo appena visto, anche la gestualità è fondamentale. Non trascurate i movimenti del corpo, muovete le mani e le braccia a seconda della trama e della situazione di cui state narrando. La staticità risulta essere noiosa, poco accattivante e poco coinvolgente; magari potete adottarla giusto nei punti più piatti della narrazione. Quando, invece, dovete affrontate un passaggio clou, i movimenti improvvisi sono semplicemente di grande effetto.

78

Per concludere, non dimentichiamoci della stanza in cui raccontiamo la nostra paurosa storia, non trascuriamo di considerare l'importanza dell'ambiente in cui ci troviamo. Optate per una luce soffusa, meglio ancora se al buio con una sola fonte di illuminazione direzionata su di voi. Di grande effetto sono le candele e le lanterne. Limitate ogni distrazione, come cellulari che suonano, televisione accesa, persone che parlano: intorno a voi deve esserci un silenzio di tomba.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Provate per conto vostro prima di parlare davanti ad altre persone

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Recitazione

Breve storia del teatro

Se si vuole trattare la storia del teatro, conviene dividere il fenomeno nei diversi stili che caratterizzano i diversi momenti storici. Per primo troviamo il teatro classico, ossia il teatro greco e romano, poi quello medievale in cui nasce anche la...
Recitazione

Come scrivere un monologo comico

L'arte si esprime in diverse forme e in diverse maniere, e il teatro è una di queste. Esistono diversi tipi di generi teatrali e sicuramente quello comico è il più complesso, in quanto bisogna essere arguti e divertenti per poter scrivere una storia...
Recitazione

Consigli per scrivere una sceneggiatura appassionante

La sceneggiatura costituisce la base di partenza di qualsiasi film o sceneggiato: essa traduce un soggetto, che può essere un'idea originale come anche un romanzo o un altro testo, in una sequenza di scene e dialoghi che a sua volta il regista realizza...
Recitazione

10 regole per scrivere un testo teatrale

Quando ci si approccia alla scrittura, si sceglie di esprimere se stessi, riportando su carta i pensieri o le esperienze personali: in ambito teatrale, un buon testo deve necessariamente seguire alcune piccole linee guida per poter risultare interessante...
Recitazione

Come scrivere una sceneggiatura

In questo tutorial vi spiegheremo come scrivere una sceneggiatura. Questo lavoro è abbastanza semplice. Quando vedete una commedia, oppure un film o anche molto tranquillamente un cortometraggio, non potrete immaginare minimamente che si nasconde in...
Recitazione

Come realizzare un cortometraggio

In questo tutorial vi spiegheremo come realizzare un cortometraggio. Le possibilità che al giorno d'oggi l'elettronica offre nell'ambito della cattura delle immagini e dei suoni nonché del processamento, fa si che, la creazione di film o cortometraggi...
Recitazione

Vittorio De Sica: vita e filmografia

In questa guida andremo a raccontare la vita e la filmografia di Vittorio De Sica: attore, regista e sceneggiatore italiano. Oltre ad essere una delle figure più importanti del cinema italiano e mondiale, è considerato uno dei padre del neorealismo...
Recitazione

Le caratteristiche del teatro di narrazione

A partire dalla metà degli anni ottanta del ventesimo secolo inizia a farsi strada, in Italia, una nuova modalità teatrale ispirata ad innovazioni già presenti nell'ambiente teatrale europeo e ai monologhi teatrali di Dario Fo del decennio precedente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.