Come rafforzare il collo del piede

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se siamo degli amanti della danza e ci piace praticarla, sicuramente sapremo che per riuscirci in maniera corretta, dovremo allenare costantemente ogni parte del nostro corpo, in modo che riesca ad eseguire tutte le figure richieste da questa disciplina in maniera perfetta. È dunque essenziale non solo imparare tutte le varie figure e posizioni per poter eseguire un balletto perfetto, ma anche possedere in fisico in grado di riuscire ad eseguirle. Su internet potremo trovare tantissime guide che ci aiuteranno ad allenare in maniera corretta ogni parte del nostro corpo, eseguendo degli esercizi specifici per la danza. Non dovremo quindi eseguire degli esercizi generici, perché il nostro corpo dovrà essere in grado di assumere delle posizioni tipiche della danza. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a rafforzare il collo del piede.

25

Occorrente

  • Fascia elastica
35

Camminata con relevé

Per rafforzare il collo del piede, esistono degli esercizi estremamente utili. Il primo consiste nel camminare per casa in relevé (ossia in mezza punta). L'importante è ricordarsi sempre di mantenere la schiena dritta. Per riuscire a mantenere la giusta posizione, può essere utile posizionare entrambe le mani sui fianchi.

45

Esercizio da terra

Per eseguire un altro esercizio molto utile per rafforzare la zona del collo del piede, dovremo sederci per terra, con le gambe unite, andando a flettere e unire con forza le punte dei piedi. Anche nell'esecuzione di questo esercizio è importante mantenere la schiena dritta. Per eseguirlo correttamente, posizioniamo i palmi delle mani aperte a terra, vicino al bacino. In alternativa possiamo posizionarci con la schiena contro il muro. Andiamo quindi ad eseguire l'esercizio prima con il piede destro, poi con il piede sinistro e per finire con entrambi i piedi. Inoltre per rendere ancora più efficace e profondo l'esercizio, possiamo utilizzare una fascia elastica. Facciamo quindi passare la fascia sotto le piante dei piedi, tenendo le due estremità con le mani. A questo punto andiamo a flettere con forza e stendiamo le punte dei piedi.

Continua la lettura
55

Relevés in sesta posizione

Tornando in posizione eretta, andiamo ad eseguire un nuovo esercizio. Procediamo eseguendo dei relevés in sesta posizione (con i piedi uniti) e andiamo a contare.
1-2 relevé, 3-4 scendiamo, 5-6 relevé, 7-8 scendiamo. Eseguiamo l'esercizio per un massimo di due sessioni da otto ripetizioni, poi rimaniamo in posizione relevé mantenendola per qualche secondo. L'impostazione della postura è sempre determinante per lo svolgimento corretto degli esercizi. Anche in questo caso, poniamo attenzione all'assetto collo-schiena-gambe.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Come ottenere un piede da Balletto

Tua figlia desidera entrare a far parte di una scuola di ballo, ma tene di non avere i piedi adatti? Devi sapere che il piede da balletto è una dote naturale, ma con l'allenamento giusto e molta costanza è possibile ottenerlo. Con i passi seguenti ti...
Danza

Danza classica: gli esercizi per le punte

Se il nostro sogno è quello di diventare dei ballerini di danza classica, prima di iniziare dobbiamo sapere che il percorso da seguire non è affatto semplice perché richiederà molto impegno, sacrificio e costanza, perché dovremo allenarci costantemente...
Danza

Come legare le punte in danza classica

Ecco pronto un'articolo molto utile, per tutte le ragazzine e non solo, che amano danzare e che desiderano diventare delle vere e proprie principesse della danza. Nello specifico cercheremo di studiare ed anche memorizzare, come legare al meglio le punte...
Danza

Come avere la grazia ed il portamento di una ballerina di danza classica

Chi non sogna di avere la grazia di Alessandra Ferri o di Eleonora Abbagnato, Etoile italiane conosciute in tutto il mondo? Certo gambe lunghe e collo da cigno aiutano, ma con un po' di applicazione ciascuna di noi può migliorare il proprio portamento.La...
Danza

Balletto: tecnica e passi

Con il termine balletto si indica solitamente la danza classica. Il balletto è una delle forme più conosciute e diffuse della danza, dalla notevole eleganza e dalla tanta disciplina che permea questo stile. Il balletto è un insieme di tantissimi fattori...
Danza

Cos'è il grand battement nel balletto

Il balletto è una formazione spettacolare di danza, nella quale i ballerini presentano e interpretano una storia o sviluppano un concetto astratto, attraverso una sequenza prestabilita di movimenti sottolineata da un commetto musicale. Se siamo degli...
Danza

Come fare lo stretching nella danza

Lo stretching è una fase fondamentale nella danza. Si tratta, infatti, di una importante attività adatta alla preparazione di una sessione di danza consentendo, attraverso movimenti gentili e docili, di riscaldare e prepare il corpo ai movimenti che...
Danza

Consigli per la scelta delle scarpe da tango

Come per ogni tipo di danza, anche il tango prevede una tipologia di scarpa che sia adatta a seguirne i movimenti. La cosa fondamentale è che le scarpe siano comode e calzino perfettamente al nostro piede. L'acquisto delle scarpe, tuttavia, può non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.