Come realizzare un'opera d'arte contemporanea

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi ama l'arte e ritiene di avere un minimo di talento nella pittura, prima o poi avrà il desiderio di realizzare un proprio quadro, anche se spesso può succedere che non saprà proprio da dove iniziare. Ci sarà anche chi vorrà scoraggiare questo impeto artistico, asserendo che l'arte è una passione per pochi e che per fare un opera d'arte occorre aver studiato molto, ma non è detto, l'ispirazione quando viene va sputata su un qualcosa. Se siete interessati a questo argomento, perché anche voi vi ritrovate nella stessa situazione allora non smettete di leggere queste guida in quanto in seguito vi verrà spiegato come realizzare un'opera d'arte contemporanea.

26

Occorrente

  • Tela, carboncino, pennelli e colori.
36

Pensare ad un progetto

La prima cosa da fare se si intende realizzare un'opera d'arte consiste nell'avere e quindi nello studiare un vero e proprio progetto perché bisogna che esista una tematica di fondo, anche se verrà poi espressa in modo astratto, adoperando appunto "l'arte" di farla trapelare, oppure lasciandola avvolta in un alone di mistero agli occhi dello spettatore. Ormai che si è programmato l'oggetto del nostro quadro, bisognerà stabilire su quale supporto realizzarlo. Se si è alle prime armi, è consigliabile optare per la tela, che permette di stendere il colore più facilmente rispetto ad altre superfici.

46

Scelta dei colori

In base all'effetto finale che si vorrà dare al quadro, si effettuerà la scelta dei colori. I più pratici sono sicuramente i colori acrilici di rapidissima asciugatura, ma quelli ad olio saranno l'ideale se si vorrà dare al nostro quadro dei particolari effetti di luci e di riflessi. Senza andare inoltre ad escludere la possibilità di usare una tecnica mista. Azzardiamo pure con i colori e con le raffigurazioni, consci che, se una parte non sarà di nostro gradimento, potremo sempre andare a ridipingerci sopra. Il tutto senza fretta perché, per concludere un'opera d'arte, possono volerci anche dei giorni.

Continua la lettura
56

Fase finale del lavoro

In questo contesto di espressione artistica dovremo manifestare tutta la nostra vena creativa. E poiché la nostra creatura sarà sgorgata dai nostri sentimenti e dalle nostre emozioni, potremo anche decidere di utilizzare altri materiali. Si potrà per esempio usare della sabbia o dello zucchero per creare effetti particolari, aggiungendo glitter e perline colorate, ma anche foglie, piccoli rami o paglia. A questo punto avrete finalmente terminato il vostro lavoro, anche se la vostra opera d'arte non sarà al top, non preoccupatevi, col tempo si migliora. Fatela vedere ai vostri amici e ascoltate i vari pareri e consigli.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per realizzare le opere di arte contemporanea si possono utilizzare materiali alternativi, come la sabbia. Ricordaeesi di usare uno spray fissativo alla fine dell'opera.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come diventare fotografo di arte contemporanea

L'arte contemporanea, a differenza di quanto chi si affaccia sui suoi panorami per la prima volta possa pensare, si differenzia dall'arte moderna. Quest'ultima infatti si riferisce esclusivamente ad un periodo che precede i nostri tempi, posizionandosi...
Arti Visive

Come restaurare un'opera d'arte

L'Italia è forse il paese che maggiormente pullula di opere d'arte. Per conservare la bellezza delle nostre opere, molte delle quali risalenti ad epoche molto lontane, spesso si è costretti ad intervenire con il restauro. Ogni intervento di restauro...
Arti Visive

Come realizzare un catalogo d'arte

Potrebbe capitarvi, per lavoro o per diletto, di dover realizzare un catalogo di opere d'arte, pittoriche o scultoree. Non è necessario che si tratti di artisti famosi: potrebbe trattarsi anche dei disegni in mostra dei vostri bambini, o di un'iniziativa...
Arti Visive

Arte povera: storia, stile e maggiori esponenti

L'arte è una disciplina molto importante, perché ci permette di conoscere e comprendere alla perfezione tutte le opere realizzare dai vari artisti negli anni, collocandoli in particolari correnti artistiche che ci consentono di comprendere in maniera...
Arti Visive

Come diventare un critico d'arte

I giovani e i meno giovani che amano l'arte sono davvero tantissimi in tutto il mondo. Proprio per questo motivo, abbiamo preso in considerazione la possibilità di dedicare una guida completa a una tematica che si collega tantissimo a questa passione....
Arti Visive

Arte Nouveau: storia, stile e maggiori esponenti

L'Arte "Nouveau" si colloca tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900 in Europa. Essa si riferisce alle arti figurative, ma anche a quelle applicate e all'architettura. In poco tempo si diffonde in vari paesi, assumendo simili caratteristiche e connotati,...
Arti Visive

Come individuare il falso d’arte

Non è falso ciò che è falso, è falso ciò che inganna. Parlando di opere d'arte, infatti, l'idea di falso è una convenzione, parte di una prassi che ci porta a considerare un'oggetto falso, non vero. In realtà un'opera materiale non può considerarsi...
Arti Visive

Arte concettuale: storia, stile e maggiori esponenti

Con il termine Arte concettuale s'intende uno stile in cui il concetto espresso risulti maggiormente importante rispetto all'estetica dell'opera medesima. Specificatamente, questo movimento nacque e si sviluppò negli Stati Uniti d'America (USA) intorno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.