Come realizzare una scultura in cera

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Per tutti coloro che sono creativi la scultura è una parte fondamentale dell'arte. Diventa il coronamento naturale di tutte le espressioni fantasiose ed artistiche che uniscono l'abilità di creare a quella di dipingere o modellare. Quindi terminare un oggetto scolpito è sicuramente un'impresa riservata alle persone più eclettiche e competenti. Anche se, seguendo diverse procedure, pure un profano in materia potrebbe tentare di portare a termine una vera scultura. I materiali impiegati sono diversi, come per esempio il legno, la pietra o la cera. Per quest'ultima ipotesi si potrebbe optare per una lavorazione per sottrazione o per addizione. Nel secondo caso la cera viene aggiunta al corpo interno o sagoma, mentre nel primo caso viene sottratta, quindi tolta poco alla volta per creare la forma e tutti i piccoli particolari della scultura. A questo punto, non ci resta che vedere insieme come realizzare una scultura in cera.

25

Occorrente

  • Cera vergine, cera vegetale, cera delle candele, cera raffinata, attrezzi, base per la scultura
35

Preparare la cera

Un ottimo modo per iniziare la realizzazione di una scultura in cera è quello di preparare il tipo di cera che si vuole usare. Infatti ogni artista, dopo diverse prove e molta esperienza sarà in grado di scegliere la cera che più lo soddisfa. Per noi, ci basta sapere che per ottenere un'ottima cera da lavorare sarà sufficiente sciogliere a bagno maria la cera vergine poi aggiungere la cera vegetale e quella delle normali candele ed infine la cera raffinata. Se si vuole ottenere un pezzo di cera solida colorata è bene aggiungere anche dei colori minerali. Il tutto deve essere filtrato e versato in uno stampo per il raffreddamento.

45

Lavorare la cera

A questo punto abbiamo ottenuto un pezzo di cera integro da lavorare come si vuole. Si usano di solito degli attrezzi appositi che possono essere scaldati per favorire la creazione di determinati particolari della scultura. Oppure si può anche levigare a freddo togliendo a poco a poco quella parte di materiale che non serve.

Continua la lettura
55

Modellare la cera

Quando si lavora la cera scaldandola e poi lasciandola raffreddare nel frattempo si potrebbe modellare. È proprio in questo momento che si nota di più il tocco artistico, in quanto non basta l'esperienza per ottenere un piccolo capolavoro. Per iniziare infatti questa tecnica occorre provare con uno stampo piccolo, che può essere creato ex novo oppure basta un contenitore che resista alle alte temperature. Mentre la cera e i colori minerali possono essere acquistati nei vari negozi specializzati oppure anche on line. Alla fine, lavorare la cera e realizzare una graziosa scultura sarà divertente e non impossibile. Questo materiale infatti si adatta a diverse creazioni e si modella facilmente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come fare una scultura in legno

Il legno è uno dei materiali che l'uomo utilizza sin dall'antichità per realizzare delle sculture. La creatività umana ha prodotto opere fantastiche partendo da un semplice blocco di legno. Intagliare questo materiale naturale è un'arte preziosa;...
Arti Visive

La scultura Italiana : tecniche e materiali

Questa guida, in pochi e semplici passi, espone alcune tecniche particolari e tradizionali che vengono adoperate e sono state usate nel tempo per quanto riguarda la scultura italiana. Si tratteranno i materiali utilizzati un tempo e quelli utilizzati...
Arti Visive

Come fare una scultura di ghiaccio

A volte, il ghiaccio può costituire un ottimo alleato per fare un gran figurone nelle feste o nelle cene con amici e parenti. Potreste infatti utilizzarlo per dare vita a un'atmosfera più sofisticata, ad esempio, attraverso sculture di ghiaccio da far...
Arti Visive

Le principali tecniche di scultura

La scultura si sa è una disciplina plastica che di solito si inizia a studiare alle superiori, principalmente al liceo artistico. Chiamata anche modellato, è una materia che vi insegnerà a utilizzare più materiali, principalmente legno e argilla....
Arti Visive

Scultura: i principali esponenti del 700

La scultura offre un panorama immenso di opere e artisti. Se molto noti sono il 1500 e il 1600 come periodi in cui la civiltà occidentale ha conosciuto un susseguirsi particolarmente florido di opere artistiche e scultorie, è altrettanto vero che anche...
Arti Visive

Come fare una scultura con il Das

Il Das è una pasta sintetica molto simile alla creta che si impiega spesso nelle scuole per creare vari tipi di lavoretti. Essendo piuttosto versatile, questo materiale si presta anche ad un utilizzo professionale, regalando ottimi risultati.A differenza...
Arti Visive

Come fare una scultura in argilla

In questa guida verranno dati utili consigli su come fare una bela scultura in argilla. Dovete sapere che per poter realizzare delle opere di questo tipo non serve necessariamente essere degli esperti in materia. Se vi piace mettervi all'opera con certi...
Arti Visive

Architettura e scultura romanica: breve guida

L'arte romanica è un'eredità che ci proviene nei secoli. Essa si afferma intorno all'anno Mille in un periodo in cui l'Europa stava vivendo una grande fase di sviluppo. Durante questo periodo storico vennero erette grandiose abbazie e molte cattedrali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.