Come restaurare un murales

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

La parola murales viene utilizzata per indicare un genere di dipinti realizzati su pareti, i quali possono essere eseguiti mediante tecniche e stili differenti, che vanno dall'affresco al graffito. Il problema di questi dipinti però, è il fatto di essere esposti a maltempo ed intemperie, che possono causare deterioramento, specialmente quando sono opere situate su muri esterni. Ecco perciò una guida su come restaurare un murales nel caso si presentasse tale problema.

28

Occorrente

  • Murales da restaurare
  • Carta giapponese
  • Spugnetta
  • Pittura dello stesso tipo del murales
  • Solvente
38

È opportuno precisare che questa guida si rivolge a persone che hanno già maturato una buona esperienza nell'ambito della restaurazione, e quindi sono perfettamente coscienti dei rischi che possono derivare da una loro azione errata su pareti o murales. Tale guida pertanto, non si assume alcuna responsabilità proveniente dal suo utilizzo. Qualora sorgessero dei dubbi, è consigliabile rivolgere ad un personale qualificato.

48

La prima operazione da svolgere per il restauro, è quella di pulire la superficie attraverso una serie di impacchi, servendosi di un solvente (come ad esempio il carbonato d'ammonio) messo su una carta giapponese. Quest'ultima dovrà essere tenuta umida per circa cinque minuti. Una volta terminata questa fase, con delle spugne naturali imbevute d'acqua rimuovere in maniera delicata la patina di sporco che si è sollevata.

Continua la lettura
58

A questo punto si può passare alla fase del consolidamento. Infatti, anche a causa degli impacchi usati in precedenza, parte dell'intonaco potrebbe essere venuto via oppure potrebbero essersi create delle crepe. In queste situazioni è necessario stuccare la superficie, colmando le lacune che sono state prodotte.

68

Giungendo al passaggio finale del ritocco, è quello da considerare il più delicato ed importante. Si dovrà provare a ricostruire le immagini e a ripristinare i colori che erano presenti sulla parete prima del deterioramento. Se ci sono difficoltà, si può chiedere aiuto ad un restauratore professionista, altrimenti il risultato ottenuto sarà amatoriale e non dei migliori. Dopo aver individuato una zona da ricolorare, provare a miscelare il colore per ottenere la tonalità desiderata. Servendosi di un pennellino, bisogna iniziare a dipingere tale porzione di murales con piccole pennellate, in modo che queste seguano l'andamento delle pennellate originali. Terminata una zona, passare alla successiva applicando lo stesso procedimento.

78

A questo punto il lavoro è finito e non resta altro da fare che lasciare ad asciugare il tutto per diverse ore ed ammirare il risultato finale. Anche la guida termina qui, sperando che essa sia stata utile a trasmettere i rudimenti per la restaurazione di un murales o di un dipinto da parete.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non siete esperti, affidatevi ad un professionista, altrimenti rischiereste di ottenere un risultato deludente

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come realizzare le sfumature con l'aerografo

L'aerografo è uno strumento professionale usato per la verniciatura di diverse superfici. L'aerografo, sfruttando l'aria compressa, è in grado di proiettare e nebulizzare le vernici tramite un getto più o meno intenso. L'elemento principale è l'aeropenna,...
Mostre e Musei

Guida alle opere di Keith Haring

Keith Haring è il maestro indiscusso della graffiti art. Noto in tutto il mondo per il suo stile personale e riconoscibile, viene considerato il portavoce della cultura di strada della New York degli anni '80. Nato in Pennsylvania nel1958, Haring venne...
Danza

Hip hop: gli scatti

Quando la musica Hip Hop si è sviluppata verso la fine degli anni '70, molte persone non ne erano ancora a conoscenza. È stata creata nei quartieri più poveri di New York ad opera di adolescenti afro-americani e latini, di cui una parte di questi è...
Arti Visive

Come disegnare un leone

Il leone è uno degli animali più affascinanti e spaventosi che popola aree remote e selvagge del nostro pianeta. In questa guida breve ma esaustiva guida troverete tutti i consigli e i passaggi essenziali su come disegnare un leone in maniera realistica,...
Arti Visive

Come realizzare dei disegni usando oggetti con parti in rilievo

L'arte è un ambito in continua evoluzione, anche se ai meno esperti potrebbe sembrare il contrario. Infatti l'arte contemporanea è alla continua ricerca di novità, che spaziano dal digitale, ai murales, sino alle novità nel disegno. Ultimamente sono...
Arti Visive

Breve guida sull'arte islamica

Quando si parla di arte naturalmente si intende ogni forma proveniente dall'estro di una persona definita artista. Non necessariamente deve avere a che fare con la pittura o la scultura, ma arte può essere anche quella di strada per esempio apprezzabile...
Arti Visive

Come dipingere con gli acrilici

I colori acrilici entrano a far parte delle tecniche pittoriche negli anni 50 e hanno avuto un successo straordinario grazie alla notevole intensità cromatica e sono tra i colori più utilizzati negli ultimi anni. La coloro consistenza è molto simile...
Arti Visive

Come restaurare un dipinto moderno

Siete alle prime armi e non avete abbastanza esperienza su come restaurare un dipinto moderno? Niente paura. Se ci giriamo intorno alle chiese è possibile notare come molti affreschi o quadri sono stupendi. I colori utilizzati per vivacizzare un dipinto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.