Come restaurare un vaso antico

Tramite: O2O 04/07/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Qualche volta rovistando nelle cantine e nei soffitti si possono trovare dei vasi antichi un po' rovinati che probabilmente appartenevano alle nonne ed alle bisnonne. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli su come restaurare un vaso antico. Non si tratta naturalmente di una guida per archeologi o che intende sostituirsi al restauro professionale, ma ci sono molti oggetti dotati di una storia che non hanno nessun vero valore artistico, ma bensì uno sentimentale, ed è un vero peccato lasciarli in rovina. Vediamo quindi come affrontare un semplice restauro in casa e con pochi mezzi.

26

Occorrente

  • Nastro da carrozziere
  • carta vetrata fine
  • pennello
  • spazzola morbida
  • vernice all'acqua
  • smalto per lucidare
  • stucco per resturo
36

Pulire il vaso

La prima cosa da fare quando ci si accinge al restauro di un vaso antico o molto vecchio è l'eliminazione della polvere. Usate un pennello per rimuovere a secco la polvere e cercare di capire così quali sono i punti da riprendere e quali le parti rovinate dalle incrostazioni. Il secondo passaggio prevede l'uso di un raschietto per cercare di togliere via le parti incrostate, ma agite con delicatezza, cercando di staccare lo sporco e non le decorazioni. In caso potete usare un panno intinto in acqua tiepida per ammorbidire le parti più difficili. Per lavorare in sicurezza, rivestite un tavolo con un panno spesso, come per esempio un tappetino o un asciugamano, e riempite il vaso di stracci o carta appallottolata per renderlo un po' più resistente mentre lavorate.

46

Riparare le crepe

Adesso si deve osservare attentamente il vaso e bisogna segnare con del nastro da carrozziere o per architetti colorato i punti su cui si trovano le parti lese. Queste ultime devono essere minuziosamente restaurate, verificando se ci sono crepe o buchi. In caso affermativo si devono chiudere anche le crepe che sono presenti sulla superficie usando dello stucco per restauro, magari piuttosto liquido per essere sicure che entri bene nelle rotture. Se la crepa è particolarmente grave, aggiungete un po' di stucco nella parte interna del vaso, per fare in modo che incrementi la tenuta strutturale. Una volta seccato, carteggiate con attenzione le parti esterne per rimuovere gli eccessi. Evitate se possibile di carteggiare i rinforzi interni per non perdere l'effetto sulla tenuta delle crepe.

Continua la lettura
56

Tinteggiare il vaso

Una volta risolti i problemi delle crepe si deve riprendere la verniciatura del vaso. Consultatevi con un rivenditore per il colore da usare e soprattutto per scegliere la soluzione più adatta al tipo di supporto. Nel caso fortunato in cui il vaso sia in tinta unita si può tingerlo completamente senza troppe cautele, mentre se è decorato conviene riprendere il tema originale, magari sfumando un po' nei punti di giunzione. Usate vernici e smalti all'acqua se non siete esperte, ricordando che conviene dare più di una mano, usando vernice abbastanza diluita per evitare che si formino aree poco coperte e colature. Evitate operazioni come ricottura del vaso perché c'è il rischio che le crepe si aprano definitivamente, preferendo magari una finitura a smalto all'acqua per un effetto lucido. In commercio si trovano tinte per ceramica che seccano anche all'aria con ottimi risultati.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come restaurare una cornice d'epoca

Vai matto per l'antiquariato? Possiedi degli oggetti antichi che hai voglia di restaurare? Sei nel posto giusto allora! In questa guida ti indicheremo infatti come restaurare una cornice d'epoca, che ha subito qualche danneggiamento o usura a causa del...
Arti Visive

Come ripulire e restaurare un dipinto ad olio

La pittura ad olio con il tempo tende a sporcarsi e i vecchi dipinti realizzati con questa tecnica possono perdere di brillantezza e apparire opachi. Se abbiamo in casa un quadro ad olio i cui colori sono diventati spenti, non perdiamo le speranze: prima...
Arti Visive

Come restaurare un affresco

Per affresco, si intende una forma di arte molto apprezzata ed estremante difficile da realizzare. Esso, viene creato attraverso un'antica tecnica pittorica che utilizza pigmenti di origine minerale, stemperati in acqua direttamente sull'intonaco fresco....
Arti Visive

Come restaurare un'opera d'arte

L'Italia è forse il paese che maggiormente pullula di opere d'arte. Per conservare la bellezza delle nostre opere, molte delle quali risalenti ad epoche molto lontane, spesso si è costretti ad intervenire con il restauro. Ogni intervento di restauro...
Arti Visive

Classicismo: storia, stile e maggiori esponenti

Nell'articolo di oggi vi vogliamo vi racconteremo la storia, stile e maggiori esponenti del Classicismo. Il Classicismo è una corrente storico-artistica che richiama concetti e teorie del mondo greco, antico e latino. Successivamente quella che venne...
Arti Visive

Come stuccare le lacune di un dipinto

Spesso dentro casa o in alcune vecchie cantine ci ritroviamo quadri datati, non troppo ben conservati, che testimoniano i segni del tempo. Tra le varie problematiche possiamo riscontrare dei distacchi di colore che creano vere e proprie lacune. Vediamo...
Arti Visive

Come dipingere la terracotta

Al giorno d'oggi, siamo abituati a comprare tutto. Anche quando ci viene voglia di darci al fai-da-te, ci capita poi di annoiarci subito perché magari ci rendiamo conto che per reperire e comprare i materiali, ci vuole molto più tempo e denaro di quello...
Arti Visive

Come determinare il valore dei libri antichi rilegati in pelle

Durante le pulizie di primavera, o durante un trasloco, può capitare di svuotare casse, scatoloni e contenitori vari al cui interno, tra tante cianfrusaglie o libri di poco valore, è possibile ritrovare qualche vero e proprio tesoro: libri antichi e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.