Come restaurare una cornice d'epoca

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Vai matto per l'antiquariato? Possiedi degli oggetti antichi che hai voglia di restaurare? Sei nel posto giusto allora! In questa guida ti indicheremo infatti come restaurare una cornice d'epoca, che ha subito qualche danneggiamento o usura a causa del tempo. Per ridare lucentezza e tonalità alla tua cornice, segui tutti i passaggi. Vedrai, sarà un gioco da ragazzi!

28

Occorrente

  • Carta vetrata
  • Stucco
  • Spatola
38

Telaio

Innanzitutto, la prima cosa da fare generalmente è il rinforzamento del telaio della tua cornice. Questa operazione è necessaria in quanto conferirà robustezza alla cornice ed eviterà che subisca alterazioni nel tempo. Per fare ciò perciò, è opportuno collocare dei pezzetti di legno, inchiodandoli ai vertici. Successivamente puoi effettuare la stuccatura, fondamentale per rimuovere le imperfezioni e i residui dovuti all'eventuale logoramento. Per assicurarti che la superficie sia pulita, utilizzata un po' di alcool.

48

Restauro

Fatto ciò, avvalendoti di una spatola e di uno stucco da legno, comincia a restaurare. Quando la superficie sarà asciutta, attraverso della carta vetro, lima e leviga le zone di tuo interesse. Una efficace tecnica moto utilizzata è senza dubbio la doratura. Si tratta di una procedura che prevede lo stesso metodo spiegato in precedenza, con la differenza che dopo aver passato lo stucco si procede a verniciare con l'oro liquido.

Continua la lettura
58

Doratura a foglia

Ma c'è un'altra modalità per effettuare il restauro della tua cornice: si tratta della doratura a foglia. Questa tecnica è sicuramente più complicata della precedente e necessita di maggiore attenzione. Per utilizzarla devi pulire e asciugare il materiale che intendi restaurare e ricoprirlo con la colla da doratori. In seguito poi, è necessario passare la foglia d'oro laminata. In ultimo, per ottenere un risultato brillante e lucente, con l'aiuto di un panno asciutto e dell'acqua, pulisci con cura la zona interessata.

68

Intagli in gesso

Di solito in questi lavori è possibile effettuare anche degli intagli in gesso. Prendi una spazzola e comincia a pulire con dell'alcool. Questa tecnica si basa sulla formazione di un impasto a base di gesso e farina. Fare ciò richiede molta attenzione in quanto è necessario applicare grandi quantità di impasto sulla zona interessata. Quando poi il gesso sarà completamente asciutto, puoi rimuovere le parti in eccesso aiutandoti con della carta vetrata. Ora che sai come fare, puoi decidere tu quale metodo fa al caso tuo, e la tua vecchia cornice finalmente potrà acquisire nuovamente bellezza e splendore.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come Dipingere Una Automobile D'Epoca Con La Tecnica Del Rullo

Da sempre ciò che è considerato "antichità" ed è autentico assume un valore inestimabile. Questo vale in tutti i settori ed anche i dipinti di auto d'epoca ne fanno parte. Molte persone e tra questi numerosi giovani, sono appassionati a tale punto...
Arti Visive

Come dipingere la cornice di un quadro

Un quadro non è bello solo per quello che raffigura me è l'insieme della tela e della cornice a renderlo bello. Rovistando nelle cantine e nei sottotetti abbiamo la possibilità di trovarne alcuni che fanno arredamento da sè, altri invece sono segnati...
Arti Visive

Come decorare una cornice in legno

La maggioranza delle persone adora tenere in vista le fotografie dei loro parenti o le istantanee degli istanti piuttosto significativi. Guardarle è davvero splendido, ancora di più quando vengono racchiuse all'interno di cornici dall'aspetto speciale...
Arti Visive

Come restaurare un murales

La parola murales viene utilizzata per indicare un genere di dipinti realizzati su pareti, i quali possono essere eseguiti mediante tecniche e stili differenti, che vanno dall'affresco al graffito. Il problema di questi dipinti però, è il fatto di...
Arti Visive

Come ripulire e restaurare un dipinto ad olio

La pittura ad olio con il tempo tende a sporcarsi e i vecchi dipinti realizzati con questa tecnica possono perdere di brillantezza e apparire opachi. Se abbiamo in casa un quadro ad olio i cui colori sono diventati spenti, non perdiamo le speranze: prima...
Arti Visive

Come restaurare un vaso antico

Qualche volta rovistando nelle cantine e nei soffitti si possono trovare dei vasi antichi un po' rovinati che probabilmente appartenevano alle nonne ed alle bisnonne. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli su come restaurare un...
Arti Visive

Come restaurare un'opera d'arte

L'Italia è forse il paese che maggiormente pullula di opere d'arte. Per conservare la bellezza delle nostre opere, molte delle quali risalenti ad epoche molto lontane, spesso si è costretti ad intervenire con il restauro. Ogni intervento di restauro...
Arti Visive

Come restaurare un affresco

Per affresco, si intende una forma di arte molto apprezzata ed estremante difficile da realizzare. Esso, viene creato attraverso un'antica tecnica pittorica che utilizza pigmenti di origine minerale, stemperati in acqua direttamente sull'intonaco fresco....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.