Come riconoscere le note musicali

Tramite: O2O 29/10/2018
Difficoltà: media
19

Introduzione

I simboli presenti sui libri di musica e sulle pagine degli spartiti sono stati usati per centinaia di anni e rappresentano il tono, la velocità e il ritmo della canzone che trasmettono, così come l'espressione e le tecniche utilizzate da un musicista per suonare il pezzo. Pensa alle note come alle lettere e alle misure come alle parole. Imparare a leggere la musica apre davvero un intero nuovo mondo da esplorare. A seguire sarà illustrato come riconoscere le note musicali.

29

Occorrente

  • Chiave di violino
  • Chiave di basso
  • Note
  • Pentagramma
39

Il pentagramma

Apprendi i simboli di base della notazione. La musica è composta da una varietà di simboli, i più basilari dei quali sono: il pentagramma, la chiave di violino e di basso e le note. Tutta la musica contiene questi componenti fondamentali e per imparare come leggere la musica, devi prima familiarizzare con queste basi. Il pentagramma è composto da cinque linee e quattro spazi. Ciascuna di queste righe e ciascuno di questi spazi rappresenta una lettera diversa, che a sua volta rappresenta una nota. Quelle linee e spazi rappresentano note chiamate AG e la sequenza di note si sposta in ordine alfabetico sul pentagramma.

49

La chiave di violino

Ci sono due chiavi principali con cui familiarizzare: la prima è quella di violino, che ha la lettera ornamentale G sul lato sinistro. L'arco interno del G circonda la linea "G" sul bastone. La chiave di violino indica i registri più alti della musica, quindi se il tuo strumento ha un tono più alto, come un flauto, un violino o un sassofono, la tua partitura è scritta nella chiave di violino. Anche le note più alte su una tastiera sono annotate sulla chiave di violino. Utilizza i comuni mnemonici per ricordare i nomi delle note per le linee e gli spazi della chiave di violino.

Continua la lettura
59

La chiave di basso

La linea tra i due punti chiave del basso è la linea "F" sul pentagramma del basso, ed è anche chiamata F clef. La chiave di basso indica i registri inferiori della musica, quindi se il tuo strumento ha un tono più basso, come un fagotto, una tuba o un violoncello, la tua partitura è scritta nella chiave di basso. Le note più basse sulla tastiera sono inoltre contrassegnate nella chiave di basso. Le note collocate sul pentagramma ti dicono quale lettera della nota devi suonare sul tuo strumento e per quanto tempo giocarci. Ci sono tre parti di ogni nota: la testa, il gambo e la bandiera. Ogni nota ha una nota, riempita (nera) o aperta (bianca). Dove la nota si siede sul pentagramma (su una linea o uno spazio) determina quale nota dovrai suonare. A volte, le teste di nota si siedono sopra o sotto le cinque linee e quattro spazi di un bastone. In tal caso, una linea viene disegnata attraverso la nota, sopra la nota o sotto la testa della nota, per indicare la lettera della nota da suonare. Il gambo della nota è una linea sottile che si estende verso l'alto o verso il basso dalla testa della nota.

69

Le note

La linea si estende da destra se rivolta verso l'alto o da sinistra se rivolta verso il basso. La direzione della linea non influisce sul modo di suonare la nota, ma serve come un modo per rendere le note più facili da leggere, consentendo al tempo stesso di adattarsi perfettamente al rigo. Di norma, qualsiasi nota sopra o sopra la linea B sul bastone ha gambi rivolti verso il basso, quelle note sotto la linea B hanno gambi rivolti verso l'alto.
La bandiera della nota è un segno sinuoso alla destra del gambo della nota. Il suo scopo è quello di dirti quanto a lungo tenere una nota. Se una nota è riempita o vuota, mostra il valore o quanto a lungo deve essere conservata. Una testa di nota aperta con un gambo è una mezza nota e ottiene due battiti. Una nota aperta che assomiglia ad una "o" senza stelo è una nota intera e viene mantenuta per quattro battute.

79

Il ritmo

Esistono altri modi per estendere la lunghezza di una nota. Ad esempio, un punto dopo la testa della nota aggiunge ad esso un'altra metà della durata della nota. Quindi, una mezza nota con un punto equivarrebbe a una mezza nota e a un quarto; un quarto di nota con un punto equivale a un quarto più un ottavo. Un pareggio può anche essere usato per estendere una nota. Due note legate insieme devono essere tenute insieme al valore di entrambe le note insieme e le cravatte sono comunemente usate per indicare note tenute che incrociano misure o battute. Ogni bandiera dimezza il valore di una nota, quindi una singola bandiera indica 1/2 di un quarto di nota, una doppia bandiera che dimezza a 1/4 di un quarto di nota, eccetera. I fasci fanno lo stesso, mentre ci permettono di leggere la musica più chiaramente e mantenere la notazione meno ingombrante.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per riprodurre la musica, è necessario conoscere il suo metro, il ritmo che si usa quando si balla o si batte il piede insieme a una canzone. Il numero più alto indica il numero di battute su una misura. Il numero in basso indica il valore della nota per un singolo battito,.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come leggere le note musicali

In questo articolo vi spiegherò come leggere le note musicali. Le persone da sempre amano la musica perché la musica provoca nelle persone delle forti emozioni. La musica rappresenta una forma di comunicazione molto importante per le persone e per tutta...
Musica

Come riconoscere gli intervalli musicali

In ambito musicale con il termine "intervallo", si indica la distanza fra due suoni. In questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a riconoscere correttamente le diverse tipologie di intervalli musicali. Basta contare la nota di partenza...
Musica

Come leggere velocemente le note: consigli

Chi vuole imparare la musica sia per suonare uno strumento o comunque per passione, è indispensabile la lettura delle note; infatti, queste ultime sono dei segni che rappresentano i suoni musicali, ed in genere sono disegnate con dei pallini vuoti o...
Musica

Come scrivere le note sul pentagramma

La musica ha da sempre affascinato l'uomo che nel corso dei secoli è riuscito a creare brani musicali, sinfonie e molto altro per allietare le proprie orecchie e il proprio spirito. In epoca medioevale nacque l'esigenza di una stesura musicale: precedentemente...
Musica

Come memorizzare le note sul manico della chitarra

Imparare a suonare la chitarra richiede tempo e passione. Per un principiante la conoscenza ed il riconoscimento delle note musicali è molto importante. Inizialmente l'approccio con le note potrebbe sembrare difficile ma con il corretto allenamento può...
Musica

Come cantare le note di testa

Le note di testa, conosciute anche come note alte, sono tutte quelle note più difficili da raggiungere con la voce. Anche i cantanti professionisti possono impiegare mesi, se non addirittura anni, per imparare queste note, con il rischio di non riuscirci...
Musica

Generi musicali degli anni 90

Quando parliamo di musica, ci vengono in mente momenti vissuti o ricordi passati ricchi di emozioni e sentimenti, questa da sempre è stata una delle forme d'arte più usate, ha espresso nel tempo parole e note che ci appartenevano, in questa guida vedremo...
Musica

Come costruire gli accordi sulle note di una scala

All'interno della seguente guida ci andremo a concentrare su come costruire gli accordi sulle note di una scala. La guida sarà divisa in tre differenti passi, in modo tale da concentrare lo sviluppo delle argomentazioni per gradi, facilitando la comprensione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.