Come riconoscere una moneta antica

Tramite: O2O 03/10/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sono tantissime le monete antiche presenti in commercio. È necessario, però, verificarne l'autenticità, in quanto esistono molti falsari che riproducono le monete con abilità e che si avvicinano tantissimo a quelle originali. Tuttavia, esistono dei piccoli accorgimenti, anche se di minuscole proporzioni, che smentiscono la veridicità di una moneta. La prima cosa da osservare è, senza dubbio, il materiale di cui è fatta. Per esempio, le monete che utilizziamo oggi, sono fatte con diversi materiali: quelle da 1, 2 e 5 centesimi, sono fabbricate in acciaio e ricoperte di rame; quelle da 10, 20 e 50 centesimi, sono fabbricate in oro nordico; quelle da 1 e 2 euro, sono bimetalliche. Dunque, già dal tipo di materiale utilizzato sarà possibile farne una prima analisi. In genere, quando si parla di monete antiche ci si riferisce a quelle monete che sono state coniate prima del XVIII secolo. Solitamente, fino a quel periodo storico, le monete venivano coniate adoperando il rame, l?oricalco, il bronzo, l?argento e l'oro. Partendo proprio da questo presupposto, questa guida vi spiegherà come riconoscere una moneta antica. Buona lettura!

27

Occorrente

  • Lente d'ingrandimento
37

Monete in rame, oricalco e bronzo

Per riconoscere le monete in oricalco, in rame e in bronzo non ci saranno grandi problemi. Questi materiali, infatti, con l'andare del tempo, subiscono un processo chimico che coinvolge l'ossigeno. Quest'ultimo, presente nell?aria, dà origine a una reazione che porterà i materiali alla formazione di una patina colorata, tendenzialmente scura, che potrà variare dal verde, al marrone o, addirittura, al nero. Questa patina si può perfettamente osservare sulle monete romane in bronzo, anche se è presente in quasi tutte le monete risalenti al periodo del Medioevo. Dunque, se la vostra moneta, presumibilmente antica, reca una patina spessa, questo è sicuramente un buon segno, anche se potrebbe non essere sufficiente per decretare se si tratta di un falso o meno: i falsari, infatti, sono a conoscenza di molti metodi per generare la patina in maniera artificiale.

47

Monete in argento

Se la vostra moneta è in argento, come il denaro tornese, la patinatura che andrà a prodursi nel corso del tempo, sarà meno spessa rispetto a quella delle monete in rame, in oricalco o in bronzo. Nella maggior parte dei casi, l?argento tenderà a divenire più scuro, arrivando ad annerirsi. Sebbene anche questo tipo di patina possa essere facilmente ricreato dai falsari, è possibile cercare di verificarne l'autenticità con l'aiuto di una lente d?ingrandimento. Bisognerà, infatti, osservare se la moneta d?argento ha delle pieghe lungo i bordi: la presenza di pieghe è un altro piccolo dettaglio che ci permette di capire se la moneta è valida. Un tempo, queste pieghette venivano realizzare dai colpi di martello sul conio durante la procedura di coniazione della moneta. Inoltre, focalizzatevi sul rumore: le monete in argento hanno un suono caratteristico udibile facendole dondolare dolcemente su una superficie e toccare tra di loro.

Continua la lettura
57

Monete in oro

Alcune tra le monete antiche più belle e interessanti che è possibile ammirare, sono le antiche monete d?oro (come, per esempio, il fiorino d?oro). Queste monete, purtroppo, sono anche tra le più complicate da analizzare per quanto riguarda la loro autenticità. Questo succede perché l?oro non produce nessun tipo di patina e perché, nel corso dei secoli, le monete in oro venivano spesso fuse per poter utilizzare il metallo nobile per altre monete o per la produzione di altri tipi di preziosità. Tutto sommato, anche nel caso dell'oro, la lente d'ingrandimento vi verrà in soccorso. Infatti, vi potreste rendere conto, per esempio, di errori nella realizzazione dei disegni e delle scritte, e di una placcatura sbrigativa molto ricorrenti nei falsi.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come riconoscere gli ordini architettonici

L'architettura costituisce senza dubbio una delle materie più interessanti ed affascinanti che esistano al mondo. Tuttavia essa a volte risulta essere piuttosto complicata e non tutti riescono a comprenderla. La prima cosa di cui bisogna avere senz'altro...
Arti Visive

Come riconoscere lo stile Barocco

Nel corso degli anni, sono moltissimi gli stili che hanno caratterizzato la cultura nei vari campi come quello artistico, musicale, architettonico, ecc. Se ci piacerebbe imparare a riconoscere i vari stili esistenti, per prima cosa dovremo trovare delle...
Arti Visive

Come riconoscere gli stili pittorici

Il procedimento da attuare per distinguere più stili pittorici non è molto semplice e, comunque, ci vogliono molti anni di esperienza e conoscenza prima che una persona riesca nell’intento. Si può avere un’ infarinatura generale che può aiutare...
Arti Visive

Breve storia dell'arte italiana

L'arte italiana è caratterizzata da mutamenti, che passano attraverso i vari secoli. Chiaramente, ogni epoca presenta un proprio stile, e le varie testimonianze sono giunte fino a noi. In questa guida tracceremo una breve storia di quella che è stata...
Arti Visive

Come decorare con la tecnica trompe l'oeil

Il Trompe l'oeil è una tecnica pittorica davvero particolare e di origine antica, non si sa con precisione quando si è sviluppata, ma i primi accenni di questa tecnica si possono notare già nella Grecia antica. Deriva dal verbo francese " tromper"...
Arti Visive

5 regole per imparare a dipingere

Se dipingere è la vostra grande aspirazione ma non sapete da dove iniziare, ed intendete conoscere a fondo tecniche e modalità per ottimizzare il risultato, allora vi conviene leggere attentamente i vari passi di questa guida che vi aiutano a conoscere...
Arti Visive

Come fare le ombre cinesi

Quando si parla di ombre cinesi si intende generalmente un'espressione artistica che vanta una lunga ed antica tradizione. Si tratta di un tipo di spettacolo davvero affascinante e suggestivo. Per questo imparare a fare le ombre cinese non è un compito...
Arti Visive

Come realizzare dei disegni usando oggetti con parti in rilievo

L'arte è un ambito in continua evoluzione, anche se ai meno esperti potrebbe sembrare il contrario. Infatti l'arte contemporanea è alla continua ricerca di novità, che spaziano dal digitale, ai murales, sino alle novità nel disegno. Ultimamente sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.