Come scegliere le pelli della batteria

Tramite: O2O 15/01/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sono molti i fattori che influiscono sul suono di un tamburo; le sue dimensioni, il tipo di legno, la pelle utilizzata e l'accordatura sono i principali. In base al suono desiderato, il batterista può agire su questi fattori a piacimento. La scelta della batteria è fondamentale, ma altrettanto importante è la scelta delle pelli per poter ottenere dai tamburi il miglior suono possibile. Ecco una guida su come scegliere bene.

26

Le pelli per batteria vengono prodotte in plastica con diametri che vanno dai 6/8 pollici per i tom più piccoli ai 24/26 pollici per la grancassa e le possibilità di scelta sono svariate, sia in termini di spessore e numero di strati, sia in base alla casa costruttrice.

36

Le principali case costruttrici sono Remo e Evans, marchi spesso scelti dai professionisti. Infatti oltre alle classiche pelli mono o doppio strato, offrono anche altre varianti come quelle con rinforzo centrale o quelle speciali per grancassa, dotate di apposite sordine in gomma da applicare sulla pelle (Evans Emad).

Continua la lettura
46

Il gusto personale è il principale criterio di scelta in quanto ogni batterista ha il suo suono preferito, quindi il primo consiglio è quello di ascoltare il più possibile i professionisti e gli amici batteristi in modo da farsi un idea personale. Youtube è una risorsa molto utile a tal fine. Il secondo criterio da considerare è il genere che si suona con la propria band, ad esempio per l'hard rock sono indicati suoni più controllati e stoppati, nel jazz invece sonorità più calde e corpose. Una soluzione da non sottovalutare è quella di cambiare periodicamente vari tipi di pelle sul set in modo da fare un confronto e scegliere le più adatte. In tutti i casi una buona accordatura è fondamentale; una batteria da pochi euro se ben accordata suona meglio di una da migliaia di euro con un accordatura mediocre.

56

Esistono vari tipi di pelli: Mono strato: hanno un solo strato e ciò rende il suono del tamburo ricco di armonici. In commercio vi sono sia le trasparenti sia le sabbiate, che hanno un suono più "caldo" e corposo (la mono strato sabbiata tipicamente si monta sul rullante). Ovviamente queste pelli sono maggiormente soggette a rottura. Doppio strato: la presenza di due strati dona al tamburo un suono più grave e controllato con poca risonanza. Oltre alle trasparenti e alle sabbiate, esiste un altro tipo di pelle che possiede un ulteriore strato che riempie i tre quarti della superficie dando un suono ancora più stoppato. Mesh: sono pelli che non producono suono e sono indicate per lo studio o per essere usate in contesti in cui bisogna limitare il volume. Sono costituite da una rete in teflon finissima.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cambiate le pelli regolarmente ogni anno/anno e mezzo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

5 consigli per suonare la batteria in un condominio

La musica riempie la vita di chiunque la pratichi. Che sia un hobby o una professione, chi decide di cimentarsi in questa arte è sicuramente una persona di immensa sensibilità artistica. Suonare uno strumento è una delle cose più belle che si possano...
Musica

Come insonorizzare una batteria acustica

La musica ormai è diventata fondamentale per le orecchie di tutti noi, melodie diversificate una con l'altra, strumenti che si intrecciano in note alte e basse piacevoli (ma non sempre), qui di seguito cercheremo di vedere: come insonorizzare una batteria...
Musica

Pulizia e manutenzione dei piatti della batteria

Desiderate pulire in modo davvero efficace i piatti della vostra batteria, ma avete il timore di danneggiarli e non avete idea di come bisogna fare?? Nei passaggi successivi della seguente pratica e rapida guida, vi fornirò dettagliatamente alcuni semplici...
Musica

Come montare una batteria

La batteria si compone di diversi elementi. Essenzialmente si distinguono piatti, tamburi ed altri strumenti a percussione. I piatti, di vari modelli, differiscono per diametro, profilo, spessore. Si riconoscono il crash, il ride, lo splash, l'hi-hat...
Musica

5 tecniche fondamentali per suonare la batteria

Avete il ritmo che scorre nelle vene? Tutti gli oggetti che trovate si trasformano in strumenti musicali? Allora siete nel posto giusto: Invece che distruggere piatti, posate e quant'altro per emettere suoni che vagamente somigliano a quelli di una batteria,...
Musica

Come realizzare un loop di batteria in Cubase 5

Per realizzare un loop di batteria in Cubase 5, ci dirigiamo sul box VST e clicchiamo EZdrummer. Aspettiamo qualche minuto per l'installazione di questo plug-in. Otteniamo un MIDI che identifichiamo con il nome stesso del programma. Cubase è così semplice...
Musica

Come suonare la batteria

La batteria è uno degli strumenti più diffusi al mondo. Rientra tra gli strumenti musicali a percussione e può essere di grandi, medie o piccole dimensioni. È uno strumento che si può cominciare a suonare già da bambini, poiché inizialmente richiede...
Musica

Esercizi di batteria per principianti

Suonare la batteria è una vera e propria vocazione che necessita di costanza, esercizi e studi specifici. A differenza di altri strumenti che impiegano mani e fiato, la batteria richiede movimenti indipendenti di braccia e gambe. È necessario conoscere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.