Come scrivere l’epilogo di un libro

Tramite: O2O 10/02/2016
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se la vostra vena creativa pulsa così tanto da spingervi a scrivere un libro intero, saprete già che la parte conclusiva del lavoro non è certamente da sottovalutare. In un certo senso si tratta del coronamento della storia, dunque merita particolare attenzione ed impegno. Di seguito vorrei darvi qualche consiglio su questa sezione del romanzo il cui stile è spesso, per necessità, diverso da quello adottato nel resto del testo. Con le mie indicazioni ed un po' di pratica, capirete come scrivere l'epilogo di un libro!

25

Quando ormai siete giunti a conclusione con la vostra storia e le vicende dei protagonisti si sono evolute al punto da giudicare chiuso il romanzo, arriva il punto in cui è necessario dare al lettore una chiave di lettura complessiva. Chi legge ha bisogno di sapere cosa è successo dopo che il ciclo degli eventi narrati è giunto a conclusione. Si tratta di vedere la storia sotto un'altra prospettiva; non quella dei protagonisti, bensì quella di chi ha ideato e snocciolato la storia.

35

Per quanto riguarda il giro di parole conclusivo, evitate frasi quali 'vissero tutti felici e contenti': si tratta di una formula abusata e poco professionale, di solito utilizzata nelle fiabe -dunque non per un romanzo. La lunghezza dell'epilogo, che in realtà, seppur staccato dalla storia è ad essa relativo, può risultare breve ma, nel caso in cui lo riteniate opportuno, può essere più lungo. Ciò che in genere si evita è dare la sensazione che stia iniziando immediatamente un'altra storia. Se infatti state preparando il lettore ad un sequel mantenete una stretta connessione con i capitoli dei quali si compone il romanzo; i nuovi dettagli della storia che pensare di realizzare dovranno essere velati quasi a voler rendere il lettore impaziente di vedere tra le sue mani il vostro nuovo libro.

Continua la lettura
45

L'ultimo segreto da tenere a mente è quello di restare sempre coerenti con la storia racchiusa lungo le pagine entro le quali i protagonisti hanno pianto, gioito e si sono esposti agli occhi del lettore. Quest'ultimo è sempre il vostro più importante critico, quindi mettetevi sempre nei suoi panni prima di considerare soddisfacente il risultato finale. Se la storia è stata scritta in prima persona continuate utilizzando questo stile, evitando, a meno che non ne facciate una scelta ponderata, di utilizzare la terza persona. Se cambiate registro fatelo solo qualora decidiate di staccare totalmente l'epilogo dalla storia, ad esempio per preparare il lettore ad un prossimo seguito del romanzo. Se l'epilogo dovesse risultare ambientato molti anni dopo, marcate bene questo dettaglio affinché nulla sia lasciato al caso; il lettore deve sempre possedere gli strumenti per immedesimarsi in ciò che raccontate. Lo stesso ragionamento va fatto per quanto riguarda lo scenario che accompagna il racconto: se dovesse variare provvedete a descriverlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Come scrivere un libro d'amore

Riuscire a scrivere un libro è sicuramente un ambizione di molti amanti della scrittura. Riuscire nell'intento però, non è sicuramente un impresa semplice da compiere, specialmente se non si conoscono le regole basilari e si ha poca dimestichezza in...
Letteratura

Come scrivere la sinossi di un libro

Scrivere la sinossi di un libro per alcuni potrebbe sembrare un'operazione piuttosto complessa che richiede un certo tipo di preparazione. In realtà con il giusto impegno e le giuste direttive tutti possono riuscirci, anche i meno esperti del settore....
Letteratura

Come scrivere un libro di viaggi

Viaggiare è uno dei piaceri della vita. Spesso viaggiando e incontrando nuove culture e nuovi paesi si possono provare delle emozioni uniche che difficilmente sono spiegabili a chi non ha mai intrapreso un'esperienza del genere. Trasmettere le emozioni...
Letteratura

Come scrivere un libro horror

Scrivere un libro è un po' il sogno di chiunque, qualcuno lo fa per diletto, qualcuno perché vuole diventare uno scrittore famoso e raggiungere la fama che pensa di meritare. Esistono molti generi, e forse uno di quelli che più appassiona i giovani...
Letteratura

Come scrivere la prefazione di un libro

Scrivere è sicuramente uno dei passatempi più rilassanti ed interessanti che ci possano essere. Storicamente la scrittura è considerata un'arte, e come un'arte ha bisogno di precise regole da seguire. È il caso della prefazione, ovvero l'elemento...
Letteratura

Come scrivere il finale di un libro horror

Scrivere il finale di un libro horror è impegnativo almeno quanto scrivere l'inizio, perché bisogna tirare le fila, scegliere le parole giuste perché rimanga memorabile.Le parole hanno una potenza evocativa grande se collocate nel punto giusto e capire...
Letteratura

Come scrivere un libro di favole per bambini

Un viaggio verso la fantasia, cercando di realizzare solamente un contenuto che possa essere semplice, che qualsiasi lettore, piccolo o grande che sia, possa riuscire a conoscere e ad ammirare. In questa semplicissima e pratica guida vedremo dei piccoli...
Letteratura

Come scrivere un buon libro

Scrivere un buon libro è un'idea che spesso balena nelle teste di chi si trova ad avere tanti pensieri, fantasia e voglia di condividere. Altrettanto spesso, però, gli interrogativi sono tanti ed è proprio a frenare le menti e le penne. Questa guida...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.