Come scrivere un buon libro

Tramite: O2O 23/05/2017
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Scrivere un buon libro è un'idea che spesso balena nelle teste di chi si trova ad avere tanti pensieri, fantasia e voglia di condividere. Altrettanto spesso, però, gli interrogativi sono tanti ed è proprio a frenare le menti e le penne. Questa guida si propone quindi lo scopo di consigliare ai neo o aspiranti scrittori come muovere i primi passi necessari a imbastire un libro e lasciare che la fantasia faccia il suo corso. Raccogliete le idee, ideate una buona trama e vedrete che il lavoro risulterà più semplice a farlo che a dirlo. Siete pronti? Cominciamo!

26

Occorrente

  • fogli di carta
  • penna
  • computer
  • fantasia e pazienza
36

La bozza

Per iniziare stilate una bozza del progetto iniziale scrivendo l'idea generica che avete in mente. Quindi il tipo di libro, i personaggi, il linguaggio che volete usare e la trama del libro stesso. Pensate ai nomi dei personaggi che faranno parte del racconto e scrivete di fianco a ogni nome il ruolo del personaggio che volete rappresenti. Non sottovalutate questo aspetto. I nomi a volte riescono già a prima lettura a suggerire nell'immaginario del lettore un'idea più o meno vaga sul carattere di un soggetto letterario. Pensate in seguito all'ambientazione della storia, al tempo e a come iniziare il primo capitolo per introdurre il lettore all'interno del romanzo.

46

Le idee

Raccolte le idee, potete pian piano iniziare a scrivere utilizzando un computer cosicché il lavoro risulti più semplice. Procedete senza fretta, poco per volta. Scrivete di getto senza curarvi della forma ma lasciate che le idee si scrivano "da sole". Poi, solo alla fine, correggete ciò che avete elaborato. Noterete voi stessi che in questo modo il racconto sarà più naturale. Ultimata la prima stesura, dividete il corpo in capitoli, in modo da tenere tutto ben organizzato. Rileggendo, sicuramente troverete qualcosa da cambiare, da aggiungere o da eliminare. È questo il momento giusto per farlo.

Continua la lettura
56

Il tempo

Metteteci tutto il tempo necessario, non abbiate voglia di terminare. Potrebbero infatti volerci mesi, forse anche anni, ma vedrete che sarà un buon lavoro. Una volta finito e soddisfatti del finale, iniziate a rileggere bene, controllando tutto: dai nomi dei personaggi ai verbi utilizzati. Ricordatevi infatti che bisogna usare lo stesso tempo verbale per tutto il racconto a meno che non utilizziate dialoghi, nei quali sarà necessario variare tempi e lessico. Lo stesso vale per la voce narrante. Ovvero, se iniziate con il narratore in terza persona continuate sulla stessa linea.
Una volta finito e corretto bene tutto (molti utilizzano il correttore automatico di word ma non fidatevi troppo), potete decidere di portarlo in tipografia oppure stamparlo inviandolo su qualche sito internet per la stampa dei libri, ne esistono diversi. Questo quindi sarà il momento di decidere cosa fare del vostro libro. Non tutti gli scrittori, infatti, desiderano che il proprio lavoro sia resa pubblico. A voi la scelta.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non abbiate fretta. Il vostro libro si scriverà da solo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Come scrivere la sinossi di un libro

Scrivere la sinossi di un libro per alcuni potrebbe sembrare un'operazione piuttosto complessa che richiede un certo tipo di preparazione. In realtà con il giusto impegno e le giuste direttive tutti possono riuscirci, anche i meno esperti del settore....
Letteratura

Come scrivere un libro di viaggi

Viaggiare è uno dei piaceri della vita. Spesso viaggiando e incontrando nuove culture e nuovi paesi si possono provare delle emozioni uniche che difficilmente sono spiegabili a chi non ha mai intrapreso un'esperienza del genere. Trasmettere le emozioni...
Letteratura

Come scrivere un libro horror

Scrivere un libro è un po' il sogno di chiunque, qualcuno lo fa per diletto, qualcuno perché vuole diventare uno scrittore famoso e raggiungere la fama che pensa di meritare. Esistono molti generi, e forse uno di quelli che più appassiona i giovani...
Letteratura

Come scrivere la prefazione di un libro

Scrivere è sicuramente uno dei passatempi più rilassanti ed interessanti che ci possano essere. Storicamente la scrittura è considerata un'arte, e come un'arte ha bisogno di precise regole da seguire. È il caso della prefazione, ovvero l'elemento...
Letteratura

Come scrivere il finale di un libro horror

Scrivere il finale di un libro horror è impegnativo almeno quanto scrivere l'inizio, perché bisogna tirare le fila, scegliere le parole giuste perché rimanga memorabile.Le parole hanno una potenza evocativa grande se collocate nel punto giusto e capire...
Letteratura

Come scrivere un libro di favole per bambini

Un viaggio verso la fantasia, cercando di realizzare solamente un contenuto che possa essere semplice, che qualsiasi lettore, piccolo o grande che sia, possa riuscire a conoscere e ad ammirare. In questa semplicissima e pratica guida vedremo dei piccoli...
Letteratura

Come scrivere un buon libro

Scrivere un buon libro è un'idea che spesso balena nelle teste di chi si trova ad avere tanti pensieri, fantasia e voglia di condividere. Altrettanto spesso, però, gli interrogativi sono tanti ed è proprio a frenare le menti e le penne. Questa guida...
Letteratura

Come scrivere un libro d'avventura

I libri d'avventura hanno un fascino particolare. Azione, movimento e rischio e mistero: sono gli elementi essenziali dell'avventura. Una parola che si usa per indicare esperienze vicine e lontane della vita di ognuno, fatti insoliti, diversi dalla normalità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.