Come scrivere un romanzo: 10 errori da evitare

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Se la tua più grande ambizione è diventare uno scrittore e finalmente, dopo tanto tempo, hai l'idea giusta per scrivere il tuo primo romanzo, allora preparati a non commettere errori banali per non vedere la tua opera rifiutata. Non basta avere in mente una storia con un finale mozzafiato per diventare un romanziere di successo! Ecco come scrivere un romanzo in 10 passi e cosa evitare.

211

Il titolo è il tuo biglietto da visita

Innanzitutto scegli un titolo accattivante che riassuma il cuore della trama e, soprattutto, che non sia troppo scontato. Ma non inventare neanche titoli fantasiosi che poco o nulla hanno a che vedere con la storia! L'ideale per cominciare sarebbe citare i personaggi principali e un elemento chiave che ricorre in tutto il romanzo (come ad esempio nei libri della celebre Rowling: "Harry Potter e la camera dei segreti", oppure "Harry Potter e il calice di fuoco"). Se ti senti sicuro di te stesso e vuoi osare qualcosa in più, puoi provare con titoli che indichino il senso di quello che stai scrivendo, specie se si tratta di una raccolta di racconti (per esempio come "Incubi e deliri" o "Il bazar dei brutti sogni" di Stephen King).

311

Infodump o "inforigurgito"

Se vuoi evitare che il lettore abbia... La nausea, evita l' "inforigurgito"! Tecnicamente si tratta del cosiddetto infodump, ribattezzato spesso in italiano con questo simpatico nomignolo che sta a indicare informazioni che appesantiscono la lettura come un cibo troppo condito rimane sullo stomaco. Inutile dare a chi legge troppe informazioni tutte insieme: distoglie dalla trama principale, allunga inutilmente il brodo e uccide senza mezzi termini la suspance qualora siano informazioni che serviranno più avanti per un effetto sorpresa.

Continua la lettura
411

No a troppe descrizioni

Sullo stesso piano dell'infodump c'è anche la quantità esagerata di descrizioni: se un personaggio entra in una stanza è bene mostrare a chi legge come è arredata e che atmosfera trasmette, ma non è affatto utile divagare sull'origine di ogni singolo dipinto o mobile presente! Attieniti all'essenziale, a meno che non sia importante per la storia.

511

Le ripetizioni

Un buon dizionario dei sinonimi e dei contrari deve essere sempre a portata di mano. Questo per evitare di ripetere troppe volte la stessa parola e risultare noioso. Attenzione, però, a non eccedere nell'opposto: se devi parlare del mare, inutile sostituirlo in continuazione con locuzioni troppo elaborate come "distesa d'acqua" o "superficie cristallina"; puoi farlo un paio di volte, ma senza esagerare!

611

La grammatica

Potrà sembrare scontato, ma la grammatica e la sintassi vanno curate minuziosamente: anche la storia più accattivante perde valore se non si è capaci di scrivere correttamente in italiano (o in qualsiasi altra lingua tu decida di farlo). Tieni a portata di mano un buon vocabolario e sfata ogni dubbio, anche il più banale!

711

Il contesto storico e culturale

Se il tuo romanzo è inserito in un contesto storico ben preciso, accertati di conoscerlo a fondo: sarebbe imbarazzante scrivere una storia ambientata nel diciannovesimo secolo e inserire elementi che chiaramente appartengono al ventesimo! Così, se scrivi di una famiglia di lord inglesi, non puoi certo inserire nella loro dieta abituale il caffè ristretto al posto del tipico tè delle cinque (a meno che non lo richieda espressamente la trama, ovvio!).

811

Narratore onnisciente o TPL

Per quanto riguarda lo stile narrativo dovresti prendere una decisione chiara, onde evitare di mescolare punti di vista che affatichino la lettura: scrivere dal punto di vista del narratore onnisciente ti permette di parlare di tutti i personaggi, descrivendo le loro emozioni e i loro sentimenti in qualunque momento; ma attenzione a non fare confusione specificando sempre bene i soggetti per non confondere le acque. Se sei principiante, potrebbe risultare per te più facile usare la TPL (terza persona limitata) entrando nella testa di una sola persona per volta e scrivendo solo dal suo punto di vista: anche questa, però, potrebbe rivelarsi un'arma a doppio taglio perché potresti avere la tentazione di descrivere sentimenti di altri soggetti.

911

La trama piatta

Non è indispensabile che nel tuo romanzo ci siano chissà quali colpi di scena, ma sarebbe utile inserire un filo conduttore che appassioni il lettore e che abbia almeno un momento "clou" nella storia. Abbi cura che ci siano un inizio, un centro e una fine e che la trama non sia proprio piatta e fine a se stessa.

1011

L'incipit

Così come il titolo, anche l'inizio fa parte del tuo biglietto da visita quindi evita sia di essere noioso, sia di scrivere cose che sembrano intriganti ma che non sono utili ai fini della storia. Piuttosto presenta i personaggi in maniera accattivante oppure descrivi il luogo dove si svolge la scena in modo originale.

1111

Il finale

Dopo una lettura appassionante non c'è niente di peggio di un finale deludente. Per evitarlo è sufficiente avere le idee chiare fin dall'inizio e non terminare la storia solo per la fretta di vedere scritta la parola "fine". Evita anche di scrivere un finale troppo fantasioso e slegato dal resto della trama o rischierai di disorientare il lettore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Come scrivere un romanzo avvincente

Sono molte le persone che decidono, dopo aver trascorso anni a leggere racconti scritti da autori più o meno famosi, di cimentarsi nella scrittura di un racconto o di un romanzo. A favorire l'avvicinamento a questa arte, in questi ultimi anni, è anche...
Letteratura

Come scrivere e pubblicare un romanzo

In questa guida vogliamo aiutare tutti gli scolari e gli studenti del nostro paese e non solo, a capire come e cosa occorre fare per poter scrivere e pubblicare, nella maniera più corretta e facile possibile, un romanzo, in modo da non incorrere in errori...
Letteratura

La classifica dei 10 libri tascabili più consigliati

Siete amanti della lettura e desiderate portare sempre con voi il vostro libro? Bene! Nei passi che seguono vi forniremo la classifica dei 10 libri tascabili più consigliati. Ve ne accenneremo la trama ed analizzeremo le caratteristiche stilistiche di...
Letteratura

10 libri per ragazzi da regalare a Natale

Arriva il Natale e siete vittima della famosa ansia da regalo? In effetti, per molti diventa molto difficile, quasi traumatica, la scelta del regalo; si hanno parecchi dubbi legati a tanti e diversi fattori e si teme che il regalo possa non piacere.Beh,...
Letteratura

Come scrivere un buon romanzo

Se si desidera scrivere un buon romanzo, si deve prendere in considerazione il fatto che il lettore deve essere travolto dalla storia, creando colpi di scena e una trama abbastanza travolgente, al fine di non stancare e annoiare il lettore. Questa guida...
Letteratura

Ken Follett: vita e opere

Ken Follett è uno degli scrittori contemporanei di best-seller più in vista di questi ultimi anni. Il genere letterario in cui impronta i suoi libri spazia dal triller-spionaggio al romanzo storico. Ha uno stile di scrittura fluido ed accattivante che...
Letteratura

Come scrivere un romanzo horror

Un romanzo horror ben scritto porta il lettore a vivere emozioni fortissime come il terrore, la paura, l'ansia e può causargli dei terribili incubi. Un romanzo horror deve quindi trasmettere emozioni attraverso i racconti, generando nel lettore le stesse...
Letteratura

10 consigli per scrivere un romanzo

Quella per la lettura è una passione capace di trascinare i lettori in mondi alternativi a quello reale. I romanzi, in particolare, ci strappano alla realtà grazie alle loro storie e ai loro personaggi. Non è raro che, col tempo, nasca in molti di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.