come si suona il friscaletto

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il friscaletto è uno strumento a fiato dell'antica Grecia che, veniva impiegato in occasione di cerimonie, per scandire i ritmi di lavoro o ancora nelle rappresentazioni. A partire dal dopoguerra, il friscaletto venne introdotto, grazie alla sua versatilità nella pratica strumentale tradizionale locale, nelle orchestre come strumento da ballo in contesti festivi. Grazie all'ottima qualità timbrica, anno dopo anno, il suo impegno scavalcò i limiti del folklore, raggiungendo anche la sfera della musica jazz, oltre ad innalzarsi come strumento solista in diverse opere teatrali. Nella seguente guida, passo dopo passo, vi daremo dei suggerimenti per capire come si suona il friscaletto.

26

Così come qualsiasi altro strumento musicale, per suonare il friscaletto, non bisogna soltanto assumere la giusta posizione ma avere soprattutto orecchio musicale e tempo per esercitarsi: nello specifico il suonatore dovrà stare alzato, con il torace ben dritto e le braccia ed i gomiti leggermente aperti, per far sì che i polmoni si riempiano di ossigeno, indispensabile per emettere il giusto suono. Lo strumento, appoggiato alle labbra e mai stretto tra i denti, dovrà essere parallelo al pavimento ed ortogonale alla bocca.

36

Nell'esecuzione, in genere le dita della mano destra andranno a chiudere sia i fori presenti sul lato posteriore che quelli posti anteriormente, in prossimità del becco (e quindi della bocca), mentre la mano sinistra chiuderà i restanti fori, ossia quelli posizionati più in basso. Per far suonare in modo corretto le prime note, dovrai conferire poca pressione al fiato, al fine di evitare suoni striduli, mentre digitando i fori più alti dovrai immettere più aria, facendo però attenzione a non fischiare. Ovviamente l'esperienza e le caratteristiche intrinseche del soggetto conferiranno un suono più o meno melodioso: l'importante è che i fori vengano chiusi bene e che via sia una giusta immissione di fiato.

Continua la lettura
46

Per questo è necessario imparare a respirare bene, utilizzando soprattutto la respirazione diaframmatica, così chiamata perché avviene attraverso i movimenti del diaframma che, attraverso la fase espiratoria e quella inspiratoria, determina la giusta fuoriuscita dell'aria. Uno dei sistemi più utilizzati, soprattutto dagli autodidatti, è il colpo di lingua, che si attua pronunciando la sillaba "du" per ogni suono: in pratica la lingua, pronunciando detta sillaba, dovrà battere sui denti del suonatore che, a sua volta, dovrà sincronizzare detto movimento con quello delle dita poste sui fori del friscaletto.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come suonare il Fagotto

Il fagotto è uno strumento a fiato molto particolare e non tutti lo conoscono, o forse lo hanno visto e sentito suonare ma non sapevano come si chiamava. Dotato di un caratteristico timbro basso e rotondo, il fagotto costituisce un elemento molto particolare...
Musica

Come suonare il flauto dolce

Il flauto dolce, nella musica odierna e contemporanea, risulta abbastanza limitato. Tale strumento vide la luce fra il '300 e il '400, e il picco di utilizzo nella musica classica avvenne nel XVII secolo. In epoca moderna il flauto non viene più utilizzato...
Musica

Musica classica: i principali strumenti

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra...
Musica

Come suonare lo shofar

Lo shofar è uno strumento molto affascinante, utilizzato molto nelle epoche passate, principalmente dagli ebrei durante le loro funzioni. Si tratta di un piccolo corno, ricavato da un vero e proprio corno di montone. Sul mercato ne esistono anche di...
Musica

Come improvvisare un pezzo jazz al piano

La musica jazz è nata all'inizio del Novecento in America; con la deportazione e la schiavitù del popolo africano. In quegli anni, la patria indiscussa del jazz era New Orleans, in Louisiana. All'inizio i pezzi si eseguivano con la batteria e gli strumenti...
Musica

Come Suonare Il Flauto Traverso

Prima di tutto viene spiegato il funzionamento dello strumento e successivamente riportate indicazioni pratiche su come impugnare lo strumento e "spifferare" qualche nota. All'inizio, essendo un principiante, potrai riscontrare qualche difficoltà ma...
Musica

Come suonare il triangolo

Il triangolo è uno strumento musicale che appartiene alla famiglia degli idiofoni cioè quegli strumenti il cui suono è prodotto dalla vibrazione dello strumento stesso. Come dice il nome stesso è di forma triangolare, più precisamente un triangolo...
Musica

Come si suona il sitar

La musica è una passione che coinvolge numerosissime persone e gli strumenti permettono di esprimere al massimo questa passione. Il sitar è uno strumento a corda appartenente alla famiglia dei liuti, che è molto popolare nell'India settentrionale,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.