Come suonare gli armonici con la chitarra

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando facciamo vibrare una corda di una chitarra, o di uno strumento a corde qualsiasi, il suono che otteniamo non è mai puro e limpido ma è costituito da vari suoni sovrapposti che in gergo si chiamano comunemente “armonici”. Quando suonate una corda, il suono che viene immediatamente percepito dall’orecchio è il suono "primo armonico" o fondamentale. Gli altri suoni successivi sono più acuti ma meno intensi e quindi hanno una frequenza più elevata. Anche il fischio della chitarra è considerato un armonico. In questa guida spiegherò come eseguire gli armonici naturali e quelli artificiali più conosciuti. Ricordo che quando parliamo di armonici ci riferiamo sempre all'ottava superiore.

27

Occorrente

  • chitarra
  • plettro
  • compressore
37

Parliamo prima di tutto degli armonici naturali. Per ottenere un armonico naturale o fondamentale sulla prima corda, si sfiora con il polpastrella di un dito della mano sinistra (o destra se si è mancini) la prima corda sopra la parte metallica a destra del tasto 12. Fate attenzione: il dito deve appena sfiorare la corda, non pigiare il tasto. A questo punto suonate la corda sollevando immediatamente il dito dalla sbarretta del tasto.

47

Gli armonici artificiali sono più complessi da realizzare ma si rifanno alla stessa tecnica di quelli naturali. Sono di primo tipo e secondo tipo.
Gli armonici Artificiali di primo tipo si ottengono "diteggiando" normalmente una corda. Potete utilizzare sia le dita sia il plettro, a seconda di come siete abituati. Bisogna sempre toccare la corda vicino alla parte metallica sfiorandola leggermente. Suonate la corda e rimuovete immediatamente il dito indice. In questo modo avrete prodotto un suono armonico artificiale.

Continua la lettura
57

Degli Armonici Artificiali di secondo tipo fa parte la tecnica conosciuta con il nome di Pinch Harmonic. Qui bisogna suonare la corda seguendo un verso di traiettoria diagonale che va dall’alto verso il basso e poi bisogna sfiorare con il pollice la corda che sta vibrando. Tale operazione va fatta in rapida successione cosi da non creare distacco e quindi “distruggere l’armonico”.

67

Una tecnica curiosa che fa parte invece degli armonici di terzo tipo è quella del tapping che si esegue suonando con la mano sinistra normalmente una corda ma, dando con la mano destra, un colpettino veloce e secco ma non troppo intenso sulla sbarretta del tasto relativo all’ottava superiore. Per poter distinguere al meglio gli armonici artificiali vi consiglio di alzare il volume ad un livello superiore utilizzando magari un compressore associato ad un piccolo chorus e delay e con un buon livello di distorsione.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • esercitatevi nelle varie tecniche
  • alzate il volume per distinguere al meglio gli armonici artificiali

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come creare un giro armonico

I giri armonici sono una performance a discrezione del musicista. Per crearli, in parte ci basiamo su quattro accordi, non casuali, ma ben precisi: ossia sul I, sul II, sul IV e sul V grado della scala. Questi li andiamo a usare come riferimento, così...
Musica

Come improvvisare e suonare una chitarra elettrica

Per prima cosa bisogna dire che, improvvisare con una chitarra, sia essa elettrica che classica, richiede la conoscenza dello strumento e la capacità di suonare, bisognerà avere ben chiare in mente, le concezioni di base: scale principali, giri armonici,...
Musica

Come Accordare La Chitarra

La chitarra è uno dei più classici strumenti musicali, tant'è che alcuni artisti la utilizzano come vero e proprio simbolo della loro musica. Ne esistono di diverse tipologie: classica, elettrica, acustica e semi-acustica; ognuna di queste viene impiegata...
Musica

Come ottenere diverse sonorità da un rullante

Con il termine rullante, si intende uno strumento musicale, costituito da un fusto generalmente in legno o metallo, e da due pelli tenute in tensione e fissate ad esso mediante due cerchi. Solitamente è il tamburo principale che costituisce una batteria...
Musica

Come accordare una chitarra a 12 corde

Molti musicisti, in particolare i chitarristi, spesso per curiosità o necessità, decidono di passare alla prova o all'utilizzo di un nuovo strumento che possa rendere le loro canzoni e i loro brani più corposi ed armonici, corali e melodici, consentendo...
Musica

Come suonare il violoncello

Il violoncello appartiene alla famiglia degli archi. Le sue origini sono molto antiche: i primi esemplari infatti compaiono nel Sedicesimo secolo. Molti maestri paragonano la sua forma al corpo sinuoso di una donna. Una dama che produce suoni dolci come...
Musica

Storia del blues

Il termine Blues deriva dalla locuzione inglese "to feel blue" vale a dire essere malinconico. Il blues è un canto popolare di origine afro-americana e di carattere profano. È caratterizzato da schemi armonici e formule ritmiche ricorrenti e da melodie...
Musica

Come costruire gli accordi sulle note di una scala

All'interno della seguente guida ci andremo a concentrare su come costruire gli accordi sulle note di una scala. La guida sarà divisa in tre differenti passi, in modo tale da concentrare lo sviluppo delle argomentazioni per gradi, facilitando la comprensione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.