Come suonare gli armonici con la chitarra

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando facciamo vibrare una corda di una chitarra, o di uno strumento a corde qualsiasi, il suono che otteniamo non è mai puro e limpido ma è costituito da vari suoni sovrapposti che in gergo si chiamano comunemente “armonici”. Quando suonate una corda, il suono che viene immediatamente percepito dall’orecchio è il suono "primo armonico" o fondamentale. Gli altri suoni successivi sono più acuti ma meno intensi e quindi hanno una frequenza più elevata. Anche il fischio della chitarra è considerato un armonico. In questa guida spiegherò come eseguire gli armonici naturali e quelli artificiali più conosciuti. Ricordo che quando parliamo di armonici ci riferiamo sempre all'ottava superiore.

27

Occorrente

  • chitarra
  • plettro
  • compressore
37

Parliamo prima di tutto degli armonici naturali. Per ottenere un armonico naturale o fondamentale sulla prima corda, si sfiora con il polpastrella di un dito della mano sinistra (o destra se si è mancini) la prima corda sopra la parte metallica a destra del tasto 12. Fate attenzione: il dito deve appena sfiorare la corda, non pigiare il tasto. A questo punto suonate la corda sollevando immediatamente il dito dalla sbarretta del tasto.

47

Gli armonici artificiali sono più complessi da realizzare ma si rifanno alla stessa tecnica di quelli naturali. Sono di primo tipo e secondo tipo.
Gli armonici Artificiali di primo tipo si ottengono "diteggiando" normalmente una corda. Potete utilizzare sia le dita sia il plettro, a seconda di come siete abituati. Bisogna sempre toccare la corda vicino alla parte metallica sfiorandola leggermente. Suonate la corda e rimuovete immediatamente il dito indice. In questo modo avrete prodotto un suono armonico artificiale.

Continua la lettura
57

Degli Armonici Artificiali di secondo tipo fa parte la tecnica conosciuta con il nome di Pinch Harmonic. Qui bisogna suonare la corda seguendo un verso di traiettoria diagonale che va dall’alto verso il basso e poi bisogna sfiorare con il pollice la corda che sta vibrando. Tale operazione va fatta in rapida successione cosi da non creare distacco e quindi “distruggere l’armonico”.

67

Una tecnica curiosa che fa parte invece degli armonici di terzo tipo è quella del tapping che si esegue suonando con la mano sinistra normalmente una corda ma, dando con la mano destra, un colpettino veloce e secco ma non troppo intenso sulla sbarretta del tasto relativo all’ottava superiore. Per poter distinguere al meglio gli armonici artificiali vi consiglio di alzare il volume ad un livello superiore utilizzando magari un compressore associato ad un piccolo chorus e delay e con un buon livello di distorsione.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • esercitatevi nelle varie tecniche
  • alzate il volume per distinguere al meglio gli armonici artificiali

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Lezioni di chitarra: giri armonici a corde libere

Chi è appassionato di strumenti musicali sa bene che essi, per essere suonati nel modo migliore, necessitano di tanta pratica e buona volontà. Una delle prime cose che si imparano durante le lezioni di chitarra sono i giri armonici a corde libere. Nella...
Musica

Come improvvisare e suonare una chitarra elettrica

Per prima cosa bisogna dire che, improvvisare con una chitarra, sia essa elettrica che classica, richiede la conoscenza dello strumento e la capacità di suonare, bisognerà avere ben chiare in mente, le concezioni di base: scale principali, giri armonici,...
Musica

I 10 segreti utili per suonare la chitarra

L'approccio al mondo della musica è parecchio difficoltoso, soprattutto quando non si ha molto tempo da dedicare allo studio degli strumenti. Se avete acquistato una chitarra e volete imparare a suonare questo particolare e meraviglioso strumento, di...
Musica

Come suonare le note sulla chitarra

Se si decide di imparare a suonare la chitarra con un certo criterio e dedizione, uno degli scogli iniziali è apprendere la posizione delle note sul manico della nostra chitarra. Non si tratta di una pratica particolarmente difficile, ma è necessaria...
Musica

Come suonare la chitarra con l'archetto

L'archetto è quell'oggetto solitamente utilizzato per suonare strumenti ad arco, come il violino o la viola. Chi suona questi strumenti pizzica le corde muovendo l'arco in senso perpendicolare. Ma si sta sempre più diffondendo la tecnica di impiegare...
Musica

5 canzoni facili da suonare con la chitarra

State imparando a strimpellare la chitarra? Allora, forse, è arrivato il momento di accingervi a suonare qualche canzone. Il panorama musicale italiano e internazionale è ricco di melodie facilmente eseguibili, anche da coloro che si dilettano a suonare...
Musica

10 consigli per suonare la chitarra

La chitarra è uno strumento veramente fantastico: abbastanza portatile, relativamente poco costosa, abbastanza facile, da impararne le basi in poco tempo e, anche, un eccellente passatempo. Tanta gente, dai bambini agli anziani, ogni giorno e in ogni...
Musica

Come suonare la chitarra classica e acustica

Tra gli strumenti preferiti che ogni ragazzo vuole imparare a suonare fin da piccolo c'è la chitarra. Già dalla sua creazione questo strumento ha suscitato grande fascino nelle persone.All'interno di questa guida illustreremo brevemente come imparare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.