Come Suonare La Fisarmonica

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La fisarmonica è dotata di due tastiere o manuali, il manuale di destra può essere con tastiera pianoforte o con bottoni, mentre il manuale di sinistra è a bottoni; è tipicamente costituita da due file di bottoni per il Basso (chiamate, rispettivamente, dei "Bassi" e dei "Contrabbassi") dove ad ogni bottone corrisponde una singola nota Basso e tali note sono disposte per ordine di quinta; seguono altre tre o quattro file di bottoni tipicamente relative all'Armonia; prima fila accordo maggiore, seconda fila accordo minore, terza fila accordo di settima, quarta fila accordo di settima Diminuita. Queste file dell'armonia possono avere funzioni diverse a seconda del tipo strumento, ma in generale prevalgono due filosofie: quella dei "Bassi Standard" e quella dei "Bassi Converter". Nella sistemazione a "bassi standard" le file di bottoni ulteriori a "bassi" e "contrabbassi" non suonano una singola nota ciascuno, bensì un accordo, e sono raggruppate in base alla triade o quadriate che consentono di formare in associazione col bottone di "basso" immediatamente allineato: l'usuale posizione di esecuzione prevede la posizione del quarto dito (anulare) sul "basso" (che tipicamente è la tonica dell'accordo), e del terzo e del secondo dito sugli adiacenti bottoni degli accordi. Nei passi della guida a seguire sarà illustrato come suonare la fisarmonica.

26

Occorrente

  • Fisarmonica
36

Al centro della fisarmonica troviamo un ampio mantice composto da numerose ance metalliche, intonate fra loro per poter produrre differenti note; è da qui che vengono emessi i suoni. Per produrre la melodia, invece, abbiamo alla destra e alla sinistra di tale mantice dei gruppi di bottoni e di tasti. Tasti e ance sono collegati da valvole. La fisarmonica va impugnata con entrambe le mani ed avvicinata al petto con le tastiere rivolte all'esterno. La si può suonare sia stando in piedi sia stando seduti, evitando però di sbilanciarsi in avanti. È opportuno ancorarla al petto attraverso le bretelle, come se si indossasse uno zaino al petto anziché sulla schiena.

46

Come avremo già facilmente intuito, per comporre una melodia su una fisarmonica occorre, impostare un accompagnamento (si fa con la mano mancina, nella bottoniera a sinistra) e contemporaneamente suonare note libere (chiaramente con la destra, nella tastiera da questa parte dello strumento). La bottoniera consente di emettere suoni bassi e accordi maggiori o minori. Contemporaneamente, bisogna allargare e stringere ciclicamente tra loro le due estremità dello strumento, così che il mantice si riempia e si svuoti di aria e, grazie a questo passaggio, produca la musica.

Continua la lettura
56

La fisarmonica generalmente si compone di 96 o 120 bottoni; esistono però versioni più piccole dello strumento (come ad esempio l'organetto) che possono averne anche solamente 48. I tasti variano da 12 fino a 33. Per quanto riguarda l'emissione di suoni, la fisarmonica ha due casse armoniche, una per lato. Alcune versioni presentano una bottoniera anche sulla destra, ma il funzionamento rimane analogo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non chiudere o aprire la fisarmonica senza premere i tasti, per evitare di scordarla o, peggio ancora, di danneggiarla

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Musica: gli strumenti a mantice

Studiare la musica rappresenta un'attività meravigliosa da compiere. Questo perché consente ad un artista di esprimere tutto se stesso con melodie e suoni che arrivano dritti al cuore della gente. Lo studio della musica permette anche di conoscerne...
Musica

Come suonare il piffero

Un po' tutti ricordiamo le dolci e incantevoli melodie suonate dal pifferaio magico, una domanda che molti si pongono, soprattutto coloro che già conoscono la musica è: come ripetere quei magnifici suoni? Come ripercorrere perfettamente le note di quella...
Musica

Come suonare la tarantella napoletana

Sapere suonare delle musiche di origini molto antiche che accompagnano balli tradizionali è il sogno di numerosi musicisti, ma non sempre è un impresa semplice da adempiere in quanto l'utilizzo degli strumenti tipici non è di facile apprendimento....
Musica

Come suonare l'Organetto

L'organetto è uno strumento classico utilizzato spesso e volentieri durante le feste di paese o nelle funzioni religiose. Nasce da un'idea sviluppata in Austria e poi diffusa nel resto dei continenti, fino a diventare tra gli strumenti più suonati al...
Musica

Come suonare l'organo

Suonare è una delle arti più belle che l'uomo abbia inventato. Grazie ai suoni che gli strumenti emettono e alle note che gli musicista compone per le proprie melodie, si possono trasmettere emozioni davvero forti. La musica, fin dall'antichità ha...
Musica

Come imparare a suonare l'armonica

L'armonica è uno strumento sottovalutato da molti: è piccolo, limitato, lo possono suonare tutti. Sbagliato! L'armonica a bocca può dare molte soddisfazioni e non è per nulla semplice da suonare, se vogliamo andare oltre la semplice "oh Susanna"....
Musica

Come suonare il clavicembalo

Con il termine Clavicembalo non si intende soltanto uno strumento musicale, ma tutta la famiglia degli strumenti a corde aventi una tastiera (alla quale appartengono, ad esempio, la Spinetta e il Virginale, che sono più piccoli di quello che solitamente...
Danza

Origini e storia del tango argentino

Il Tango argentino è un'espressione artistica e popolare, la cui diffusione si ebbe verso la fine dell'800 soprattutto nei bassifondi e nelle case di tolleranza. Le sue origini e la sua storia si ricollegano all'utilizzo di uno strumento antico progettato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.