Come usare la tecnica della colorazione giallo Siena

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli su come usare la tecnica della colorazione giallo Siena. Probabilmente molte persone non hanno mai sentito parlare prima di questa tecnica di colorazione. Essa è utilizzata molto spesso per dipingere lumi, coppe e piccoli oggetti ornamentali. Questa tecnica come si può capire era utilizzata in passato nella città di Siena. La colorazione è adatta per qualsiasi ambiente in quanto è una marmorizzazione di largo impiego. Infatti, questa colorazione è ideale anche per decorare stucchi e piccole terracotte. Il procedimento richiede molta precisione e non è assolutamente semplice da utilizzare, ma seguendo attentamente la guida non dovrebbero esserci problemi di alcun tipo.

25

Occorrente

  • colore bianco, ocra, nero
  • spugna
  • pennellessa
  • pennello da ritocco
  • piattina num. 4
35

La prima cosa da fare è quella di inumidire con la spugna la superficie dell'oggetto che bisogna decorare; in questo modo il colore può scivolare bene. Successivamente si devono prendere due pennellesse di setola di cinghiale numero 50 e preparare due colori diversi. Il primo bisogna ottenerlo aggiungendo un po' di ocra al bianco e il secondo mettendo una maggiore quantità di bianco all'ocra. A questo punto si deve stenderlo in modo omogeneo per creare zone distinte delle due tonalità. È consigliabile tener presente tutti i dettagli se si vuole ottenere un ottimo lavoro.

45

Quando si stende il colore è fondamentale non lasciare i segni delle pennellate. Prima che la superficie si asciuga completamente è indispensabile passare delicatamente la spugna picchiettandola sull'oggetto. Così facendo si possono correggere eventuali segni delle setole che si possono verificare nella zona di colore confinante tra le due sfumature. Questa operazione va fatta su tutta la superficie colorata.

Continua la lettura
55

Successivamente si deve preparare il terzo colore del giallo di Siena. Esso si ottiene mescolando il bianco, il nero e un po' di ocra per scaldare la tonalità; non è opportuno diluire eccessivamente. Quando la colorazione fatta in precedenza si è asciugata si deve inumidire la superficie dell'oggetto e poi si passa il colore, spugnandolo. Con la parte pulita della spugna bisogna sfumare verso l'esterno. Per completare il lavoro bisogna creare una zona di grigio; essa deve avere l'andamento di una grossa venatura marmorea. A questo punto il gioco è fatto; come si è potuto notare non è semplice l'utilizzo di questa tecnica. Tuttavia con impegno e precisione si hanno dei risultati sorprendenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come Scrivere Un Giallo

Scrivere un libro non è un’impresa da poco, scrivere un romanzo giallo, poi, richiede ancora più consapevolezza e le idee ben chiare su ciò che si vuole raccontare. Il significato di un giallo, infatti, risiede tutto nel mistero che avvolge la sua...
Arti Visive

Come Realizzare Un Grappolo D'Uva Con La Tecnica Dell'Acquerello

In modo molto rapido e creativo, otterrete un bel grappolo d'uva col quale decorare un bel quadretto. Vi consiglio di seguire le semplici ed artistiche indicazioni procedurali qui illustrate. Imparerete come realizzare un grappolo d'uva mediante la tecnica...
Arti Visive

Come colorare un disegno con la tecnica delle texture

La tecnica della texture, chiamata anche campitura, è usata tantissimo sia dai bambini, sia dagli artisti professionisti per dare colore ai loro affreschi. Tale modo di procedere è abbastanza semplice e darà al vostro disegno un fenomenale effetto....
Arti Visive

Come dipingere gli occhi con tecnica ad olio

La cosa più difficile da realizzare, soprattutto per i pittori alle prime armi, sono i volti. Prima di tutto, per poter realizzare un dipinto su tela e ottenere un buon risultato, bisogna esercitarsi con la matita, così da padroneggiare bene il movimento...
Arti Visive

Trompe l'oeil: la tecnica

Il Trompe l'Oeil è una tecnica pittorica le cui radici risalgono all'antica Grecia. Qui il pittore Zeusi dipingeva grappoli d’uva alquanto realistici. Infatti attiravano uccelli in cerca di cibo. Sappiate che tale termine deriva dal francese. Letteralmente...
Arti Visive

Tecnica di pittura a soffio

Per realizzare dei quadri esistono moltissime tecniche di pittura che si adattano al risultato che si vuole ottenere. Tra queste varie tecniche di pittura la più divertente è sicuramente la pittura a soffio. La pittura a soffio consente di creare quadri...
Arti Visive

Come fare un pupazzo di neve con la tecnica del turacciolo

Nei periodi invernali, sopratutto nelle di giornate di neve, realizzare quei bianchi ed enormi pupazzi rallegra intere famiglie, rendendo più accogliente la fredda stagione. Spesso però in alcune regioni in cui il clima non è estremamente freddo, la...
Arti Visive

Fotografia: come applicare la tecnica del panning

Se si desidera fotografare un bambino che ha appena imparato a camminare, un cavallo al galoppo o un'auto che sfreccia su una pista, è possibile migliorare la qualità delle foto grazie ad una semplice tecnica nota come "panning". Tuttavia, se si tenta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.