Come utilizzare i pastelli acquerellabili

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Illustrare la propria fantasia è una delle prime arti che impariamo ad esprimere. Maneggiare matite, pennelli e colori è, spesso, anche una forma di intrattenimento. Ogni bambino, ad esempio, ama dare vita ai propri sogni con carta e pastelli. Si tratta di un bel passatempo che aguzza la creatività e allena il cervello. Ma esistono tante tecniche e tanti stili che, col tempo, si possono scoprire e fare propri. Gli acquerelli sono colori capaci di ricreare effetti pittorici eccezionali. Imparando ad usarli al meglio possiamo creare vere opere d'arte. Ma possiamo ottenere i vantaggi degli acquerelli servendoci di alcuni pastelli "speciali". Questi sono proprio i pastelli acquerellabili, che uniscono il meglio di entrambi i mondi. Scopriamo come utilizzare questi strumenti.

26

Occorrente

  • Pastelli acquerellabili di vari colori (in base al progetto)
  • Acqua
  • Pennelli
  • Carta
  • Matita
36

I comuni acquerelli sono solitamente reperibili in commercio su tavolozze. Ogni colore ha il suo piccolo scompartimento, simile ad una trousse per ombretti. Con acqua e pennello di diluiscono i colori per poi dipingere su carta. Con i pastelli acquerellabili, invece, possiamo colorare il nostro disegno prima di diluire la tinta. Il loro uso è identico ai pastelli comuni, ma possiamo dare all'opera lo stile classico dell'acquerello. Il vantaggio sta nel definire in anticipo la diffusione del colore senza rischiare di sbagliare dosi e misture. Per prima cosa disegniamo il nostro soggetto su carta con una matita. Sarà sufficiente una bozza priva di dettagli particolari.

46

Prima di usare i pastelli prendiamo un altro foglio. Disegniamo e riempiamo un quadratino con ogni colore che intendiamo utilizzare. Passiamoci sopra il pennello umido per verificare la resa di ogni tonalità. Ora sappiamo come appariranno i colori quando li diluiremo con acqua. Possiamo sovrapporre le tonalità per ottenere altre tinte miste e controllarne l'adeguatezza. Prima di tutto utilizziamo il colore base sul nostro disegno. Se intendiamo realizzare una mela rossa, usiamo un arancione o un rosso non troppo intenso. Il livello base deve essere piatto, privo di ombre.

Continua la lettura
56

Intensifichiamo il primo livello aggiungendo una nota più intensa di rosso o di arancione. Possiamo dunque realizzare le zone ombrose con toni più scuri. Usiamo dei pastelli acquerellabili più chiari per le aree più luminose del soggetto. Un velo di nero può intensificare le ombre più forti. Pastelli bianchi e gialli (sempre nel caso della mela) serviranno per i punti luce. Bagniamo finalmente un pennello e fluidifichiamo il disegno. Cominciamo con poca acqua e aggiungiamone solo se necessario. Bagnando la punta dei pastelli potremo definire i bordi mantenendo l'effetto fluidificato. La nostra opera con pastelli acquerellabili è completa.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

5 errori da evitare con le matite acquerellabili

Tra le tante tecniche di pitture esiste quella con le matite acquerellabili. Queste vengono vendute in astucci e in scatole che contengono delle vere e proprie tavolozze. Utili per mettere l'acqua nelle apposite vaschette, che in seguito serve per sfumare...
Arti Visive

Guida: pitturare con i pastelli

I pastelli si utilizzano nei disegni da tantissimo tempo ed hanno conquistato il cuore di molti artisti importanti. Per riconoscere un pastello di buona qualità si deve prestare attenzione alla sua consistenza: se è morbido e ha tonalità calde e luminose...
Arti Visive

Come eseguire dei disegni con i pastelli a cera ricalcando su dime di cartone

Il ricalco sulle dime di cartone con i pastelli a cera è un tipo di lavorazione molto particolare. È anche abbastanza facile da eseguire. Inoltre disegnare con i pastelli a cera e le dime di cartone è un'operazione adatta a preparare bigliettini e...
Arti Visive

Come disegnare un paesaggio con pastelli

I pastelli sono dei bastoncini di pigmento colorato tenuto insieme da un legante. Con i pastelli si possono sovrapporre e sfumare diversi colori accesi, ottenendo l'effetto che più si desidera.Esistono confezioni da 24 e da 36. La scelta della quantità,...
Arti Visive

Come Disegnare Con I Pastelli A Cera

I pastelli a cera sono la più diretta, pura e semplice forma di pittura. Morbidi, dall'aspetto vellutato, dal colore fresco e brillante, sono ottimi per dipingere con effetti gradevoli ed una rispondenza immediata. Per dare sfogo alla propria vena artistica,...
Arti Visive

Come disegnare un delfino

Un animale tra i più amati è sicuramente il delfino, il più famoso dei mammiferi marini. Grazie alle sue evoluzioni acrobatiche ed al suo carattere mansueto e giocherellone è senz'altro uno degli animali più amati dai bambini. Potete far realizzare...
Arti Visive

Come dipingere ad olio

La quantità di pitture disponibili oggi per dipingere su ogni tipo di supporto è davvero notevole; vi sono gessetti, penne, matite e pastelli, pitture acriliche, colori per vetro, ceramiche e stoffe e numerosi altri materiali. Eppure, nonostante la...
Arti Visive

Come colorare a matita

Le matite, anche quelle colorate, sono costituite da un involucro fatto di legno e da una mina che è composta da pigmenti macinati e mischiati a delle sostanze di tipo chimico. Una matita colorata è uno dei sistemi più semplici e facili per riuscire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.