Come utilizzare il vibrato nel canto

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nel canto il vibrato è una tecnica che viene utilizzata per rendere più espressivo il brano e conferirgli maggiore interpretazione. Si tratta di un meccanismo tramite il quale, mentre vengono emesse le note, la voce fluttua. Infatti il vibrato, secondo la fisica acustica, viene creato da oscillazioni nei tempi e nelle frequenze del timbro e dell'intensità della voce. A volte si è dotati naturalmente del vibrato ed in questi casi chi canta riesce a farlo in modo divino, senza affaticarsi. Ma per coloro che hanno qualche difficoltà e vogliono ottenere un risultato strepitoso affinando le proprie caratteristiche canore, c'è sempre la possibilità di studiare e perfezionare questa tecnica, applicandosi e prendendo spunti e suggerimenti. L'intento di questa guida è infatti quello di accompagnarvi alla scoperta di come si può utilizzare il vibrato nel canto.

27

Occorrente

  • Corde vocali ed eventuali lezioni di canto.
37

Il vibrato apporta espressione e particolarità alla voce di chi canta. Premettiamo comunque che non esiste una regola precisa per imparare ad acquisire questa caratteristica e che quasi tutte le voci infatti hanno potenzialmente un vibrato più o meno sviluppato. Il gradevole suono del vibrato viene ottenuto dalle oscillazioni dell'aria necessaria ad emettere la voce, ed è grazie al diaframma che il flusso d'aria si manifesta in questa forma. Per utilizzare al meglio il vibrato è necessario avere una padronanza del proprio corpo. Inoltre sarà meglio conoscere benissimo la tecnica di respirazione corretta per il canto.

47

Nella tecnica del vibrato non bisogna assolutamente muovere la mascella, perché esso nasce dal diaframma e dal movimento di questo muscolo. Se si ottiene infatti un vibrato dal movimento del mento, si provocherà una tensione notevole sul collo e sulla laringe, che a lungo andare può provocare danni irreversibili. Possiamo esercitarci sul vibrato provando a cantare una vocale, eseguendola mentre vibriamo con tre velocità diverse. Iniziando lenti, poi acquisiremo una velocità intermedia per arrivare ad una accelerata. Attraverso questi tre step potremo modulare l'intensità del nostro vibrato e ripetendo quotidianamente questi esercizi per cinque o dieci minuti, acquisiremo via via sempre più esperienza. Magari registriamo la nostra voce mentre canta per annotare le evoluzioni ed i progressi.

Continua la lettura
57

Bisogna tuttavia tenere conto che il vibrato è una tecnica espressiva che non si adatta a tutti gli stili. Se infatti per la lirica è indispensabile, nella musica leggera non sempre è piacevole. Nel pop melodico rende i suoni molto coinvolgenti e intensi, ma utilizzare il vibrato nel rock sarebbe una forzatura inutile. Perciò, quando ci accingiamo a cantare una canzone di qualunque stile, cerchiamo prima di analizzarla. In questo modo valuteremo bene se il genere ci permette di utilizzare il vibrato. Rischieremmo infatti di emettere suoni in modo sbagliato e fuori luogo rispetto a quello che realmente dovrebbe essere il canto di quel tipo di canzone. Affidiamoci comunque ad un bravo insegnante di canto per acquisire al meglio questa ed altre tecniche vocali.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se vogliamo migliorare la nostra tecnica, rivolgiamoci ad un bravo insegnante di canto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

I maggiori esponenti del blues

Il blues è un genere musicale molto vasto: ha una lunga storia e si ramifica in molti sottogeneri. L'inizio della musica blues risale ai canti della schiavitù delle comunità nere nelle piantagioni di cotone del sud america. È considerata la manifestazione...
Musica

Come scegliere uno stumento: il violino e la viola

Suonare è la passione di moltissime persone, che grazie ai propri strumenti e ad una conoscenza approfondita della musica, riescono ogni giorno a creare nuove melodie con le quali emozionare i propri fan. Tra gli strumenti più belli ed appassionanti...
Musica

Come suonare un cajon

Il cajon è uno strumento a percussioni di origine del Perù, avente la forma di un parallelepipedo. La sua altezza è di circa "50 cm", la sua larghezza è uguale a "30 cm" ed il suo peso è di "4-5 kg". Il materiale adoperato per la realizzazione del...
Musica

Come fare il bending con la chitarra

Una delle tecniche più importanti per un chitarrista, è il bending, che letteralmente si traduce dall'inglese con il termine "piegatura". Questa tecnica è una combinazione di alcuni movimenti di base ed è molto utilizzata nel blues, nel rock e talvolta...
Musica

Guida ai più famosi chitarristi del mondo

La musica è un linguaggio universale, che in qualsiasi forma e genere appassiona gli individui di tutto il mondo. Gli amanti del genere rock, in genere sono anche coloro a cui piacciono molto strumenti come la batteria, ed in particolar modo la chitarra....
Danza

Danza del ventre: movimenti base

I movimenti che caratterizzano la danza del ventre vengono concentrati soprattutto sulle movenze del bacino. Con conseguente arricchimento di stili ed elementi tecnici. Nonostante le numerose variazioni della danza gli elementi base rimangono gli stessi....
Musica

Breve storia della musica jazz

Il Jazz è un particolare genere musicale nato negli Stati Uniti, nello stato della Louisiana, nel corso del XIX secolo, la cui caratteristica peculiare è l’improvvisazione. Il jazz si differenzia in particolare per la grande libertà di espressione...
Musica

Come leggere e scrivere le tablature per chitarra

Le tablature (o intavolature) sono degli esagrammi costituiti da sei righe orizzontali, parallele tra loro. Ogni riga rappresenta una corda della chitarra. Partendo dall’alto, quindi, potrete leggere il MI cantino (la nota più acuta), seguito da SI,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.