Come vendere opere d'arte

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Vendere opere d'arte può rivelarsi un'attività davvero redditizia. Il problema, però, è come farlo nel modo giusto, vale a dire con il prezzo adeguato e nel luogo ideale. Se avete intenzione di cimentarvi in questa esperienza, non sono molte le cose da sapere, ma le nozioni fondamentali sono di estrema importanza. Scopriamole assieme in questa guida che vi spiegherà come vendere opere d'arte.

26

Occorrente

  • Passione per l'arte
  • Buona conoscenza delle correnti artistiche
  • Attitudine alle pubbliche relazioni
  • Creatività
36

Valutare le opere

Nel considerare come vendere opere d'arte occorre tener conto che uno degli aspetti più importanti è la valutazione delle stesse e quindi l'assegnazione del prezzo. Se non siete esperti del settore non è una cosa che potrete inizialmente fare da soli. Per i primi tempi sarà quindi necessario avvalervi di un esperto che vi possa consigliare in merito. Ovviamente dovrete mettere in conto anche il compenso per il perito, quindi dovrete stabilire prima se potete sostenere questa spesa oppure no. Il sito Internet Valutazione Opere Arte, per esempio, potrebbe fare al caso vostro. La pagina è di facile utilizzo: vi basterà inserire il nome dell'artista del quadro che intendete vendere e il titolo del dipinto. Fatto ciò il sito vi mostrerà la valutazione dell'opera, mettendo a vostra disposizione sia un prezzo minimo che uno massimo. Ci sono, inoltre, altri siti a pagamento che, ad un costo inferiore a quello di un esperto d'arte, vi possono fornire valutazioni adeguate e precise. Per gli artisti emergenti, invece, l'approccio alla valutazione è più semplice. Esistono infatti parametri precisi che tengono conto della fama dell'artista, della tecnica usata e delle dimensioni dell'opera da valutare. In rete potrete reperire le tabelle contenenti questi parametri con facilità e a costo zero.

46

Vendere le opere di vari artisti

Una volta che i dipinti in vostro possesso saranno stati valutati, sarà il momento di venderli. Il modo di procedere sarà diverso a seconda delle opere che intendete vendere. Nel caso in cui vogliate cedere dei quadri famosi di alto valore, sappiate che, se pure il mercato del collezionismo sia molto vasto, vendere questo genere di opere risulta spesso alquanto difficile. Questo perché anche il mercato dell'arte risente della crisi attuale, ma anche per il fatto che i collezionisti non sono a conoscenza che i dipinti di loro interesse siano in vostro possesso. È quindi necessario che la voce si sparga ed il metodo migliore perché ciò avvenga è appoggiarsi ad una casa d'aste. Le sedute d'asta, infatti, sono frequentate da un pubblico molto vasto e facoltoso, quindi riuscirete a vendere l'opera più facilmente. Considerate poi che un'asta è gestita da un banditore preparato, che sa come far salire il prezzo di acquisto ed invogliare i compratori, perciò la vendita sarà quasi assicurata. Se, invece, volete vendere opere di artisti non ancora famosi, potete creare un vostro sito di vendite online, che utilizzerete per promuovere voi stessi l'artista e le sue creazioni. Questo metodo vi consente di raggiungere un pubblico molto vasto e, se sapete rendere il vostro sito accattivante, di facilitare la vendita. Potete avvalervi di questo sistema di vendita anche per promozionare le opere d'arte create da voi.

Continua la lettura
56

Aprire una galleria d'arte

Naturalmente, in una guida su come vendere opere d'arte non può mancare il consiglio di aprire una galleria d'arte. L'iter per iniziare questa attività è piuttosto semplice e non ci si deve scontrare con una burocrazia eccessiva. Basterà aprire la partita Iva, scegliere il locale adatto, adeguarlo alle vostre esigenze e partire. Ovviamente dovrete avere tutte le autorizzazioni richieste e un buon commercialista, visto che la fiscalità relativa alle gallerie d'arte è piuttosto particolare. All'inizio potete affittare un piccolo locale, possibilmente in zona centrale e di passaggio, dove esporrete le opere dei vari artisti o le vostre. Successivamente, se le cose andranno bene, potrete optare per uno spazio espositivo più ampio e una location maggiormente suggestiva. Potete anche svolgere questa attività in modalità stagionale, affittando un piccolo negozio in una località turistica di forte richiamo. Questo naturalmente determinerà una spesa maggiore per l'affitto, ma potrà darvi un riscontro economico più elevato in virtù della maggiore affluenza stimata di possibili compratori.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se le opere sono di vostra creazione inizialmente cercate di non alzare troppo i prezzi
  • Se siete davvero appassionati d'arte e curiosi, potete iscrivervi a qualche corso di storia dell'arte per ampliare le vostre conoscenze
  • Se volete aprire una vostra galleria d'arte, una buona idea è frequentare qualche stage specifico o fare esperienza per qualche mese in una galleria d'arte già avviata

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come vendere dipinti online

Se sei un grande artista o semplicemente ti piace dipingere e condividere le tue creazioni col mondo intero, ma non sai come fare, una delle strade più brevi che puoi prendere è quella di vendere i tuoi dipinti online. Tuttavia, anche vendere arte è...
Arti Visive

Come vendere i propri quadri

Al giorno d'oggi gli artisti sono molto avvantaggiati rispetto al passato. Difatti per vendere i propri quadri dispongono di numerosi canali, da quelli più tradizionali che prevedono il contatto diretto con i possibili acquirenti e l'esposizione delle...
Arti Visive

Consigli per vendere le proprie sculture

L'arte, si sa, rappresenta da sempre un ambito molto particolare. Può regalare tante soddisfazioni all'artista, farlo conoscere in ambiti circoscritti così come in tutto il mondo, nel migliore dei casi sopravvivere alla sua stessa persona e quindi,...
Arti Visive

Breve guida sull'arte realista

L'arte realista è una corrente artistica di origine francese. Conosciuta maggiormente con il nome di Realismo, fece la sua prima comparsa a metà del XIX secolo, riscontrando fin da subito un dite vole interesse tanto che si diffuse rapidamente in tutta...
Arti Visive

Come realizzare un catalogo d'arte

Potrebbe capitarvi, per lavoro o per diletto, di dover realizzare un catalogo di opere d'arte, pittoriche o scultoree. Non è necessario che si tratti di artisti famosi: potrebbe trattarsi anche dei disegni in mostra dei vostri bambini, o di un'iniziativa...
Arti Visive

Arte Nouveau: storia, stile e maggiori esponenti

L'Arte "Nouveau" si colloca tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900 in Europa. Essa si riferisce alle arti figurative, ma anche a quelle applicate e all'architettura. In poco tempo si diffonde in vari paesi, assumendo simili caratteristiche e connotati,...
Arti Visive

Guida all'arte di Antonello da Messina

Il Rinascimento italiano è un periodo storico ricco di arte e di letteratura. Uno dei maggiori esponenti dell'arte rinascimentale è sicuramente Antonello Da Messina. Il suo vero nome è Antonio di Giovanni de Antonio ed è stato un pittore siciliano...
Arti Visive

Guida all'arte del Vasari

Giorgio Vasari è stato uno dei più importanti pittori e architetti del tardo manierismo toscano. Conosciuto anche come storico dell'arte, la sua carriera subì sicuramente l'influsso di Raffaello, Michelangelo e della tradizione veneta. Fu sicuramente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.