Cosa fare se si trova un reperto archeologico

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Sembra improbabile imbattersi in un antico artefatto di inestimabile valore storico, ma la verità è che succede a tante persone. Se avete trovato un reperto archeologico e siete preoccupati sul da farsi. Vediamo su questa pratica e semplicissima guida come e
Cosa fare se si trova un reperto archeologico.

24

Registrate il ritrovamento - Se avete uno smartphone o una macchina fotografica, scattate una fotografia, piazzando una moneta o una penna a sfera a fianco al reperto, come riferimento per la scala dell'oggetto. Se siete in una zona remota, scattate delle foto che individuano il paesaggio e che vi consentiranno di localizzarla facilmente. Ispezionate l'area circostante e cercate altri reperti. È probabile che mentre state osservando il vostro ritrovamento, stiate schiacciando altri pezzi proprio con i piedi. È sempre meglio lasciare le cose dove sono, ma a volte è meglio raccogliere i reperti, se c'è il pericolo che vengano distrutti.

34

Non raccogliere il reperto - Ci sono tanti buoni motivi per lasciare le cose nello stato in cui sono state ritrovate: la più ovvia è che alcuni reperti sono fragili e potreste ritrovarvi con un pugno di frammenti. Tuttavia, ci sono ragioni ancora più importanti. Sebbene i singoli oggetti possono fornire una grossa quantità di informazioni, in generale, gli artefatti hanno più significato se relazionati ad altri manufatti e alla loro funzionalità. Come con i pezzi d'antiquariato, la provenienza è importantissima, quindi è sempre meglio lasciarlo fare ai professionisti. Anche se sembra essere un oggetto isolato, non si sa mai cosa può esserci sotto; quindi potrebbe rivelarsi utile scavare intorno al reperto, avendo cura di evitare il contatto con quest'ultimo.

Continua la lettura
44

Non pulite i ritrovamenti, perché quella che può sembrare fango può essere resina utilizzata per montare un manufatto di pietra in un manico: resina che può essere potenzialmente datata, cosa impossibile invece con un semplice pezzo in pietra. Sangue, residui di cibo ancora incollati ad un utensile o tracce di vernice decorativa possono essere facilmente distrutte con lo sfregamento o con il lavaggio. Non avvolgetelo in materiale organico: il carbone di legno, le ossa e altri materiali posso essere datati misurando la quantità di carbonio che contengono. Avvolgendo questi reperti con materiali organici come la carta, tessuti o materiali plastici a base di petrolio, potete contaminare il prodotto e influenzare ogni successiva analisi di datazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida al Museo Catalano di Archeologia a Barcellona

Barcellona è una città ricca di storia, e una visita alla città catalana non può esimersi dal portare anche al museo cittadino dedicato all'archeologia e ai numerosi rinvenimenti di oggetti antichi, che ancora oggi accadono frequentemente. Una panoramica...
Musica

Come suonare il flauto di Pan

Il flauto di Pan, chiamato anche “siringa”, è uno dei più antichi strumenti musicali. Si ritiene, infatti, che il primo esempio di siringa sia riconducibile al periodo neolitico. Tuttavia, il reperto più longevo è un flauto ritrovato intorno all’anno...
Arti Visive

breve storia dell'arte romana

Dal 753 A. C. al 476 D. C. C'è stata la civiltà romana, essa ha avuto dell'espressioni artistiche grazie a ciò che sottraeva ai territori conquistati, come ad esempio le statue. Guardando questo fattore da un altro punto di vista però essi erano simboli...
Mostre e Musei

I 10 migliori musei della Calabria

La Calabria è una regione Italiana che vanta di un territorio dalle bellezze incomparabili. Bagnata dal mare e attraversata da monti e altopiani vicini tra loro. Questa terra fu abitata fin dal neolitico. Infatti, lo testimonia il fatto che vennero ritrovarti...
Mostre e Musei

i 10 migliori musei della Puglia

La Puglia è una regione meravigliosa. Essa si caratterizza per il suo territorio, per tradizioni e per i siti meravigliosi che la circondano. In ogni luogo di questa terra vengono conservati nei suoi Musei, reperti che raccontano i popoli passati. Quindi,...
Mostre e Musei

Come visitare il Museo Nazionale di Napoli

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, allestito in un magnifico palazzo settecentesco, è uno dei primi d'Europa per costituzione. Situato in una zona molto centrale della città, è raggiungibile sia in autobus che con due linee di metropolitana....
Mostre e Musei

Come visitare il Museo Archeologico Nazionale di Madrid

Nel 1867, grazie al decreto Regio di Isabella II, l'allora sovrano Spagnolo Filippo III fondò il Museo Archeologico Nazionale di Madrid (Museo arqueológico nacional de España in lingua originale). Creato con lo scopo di conservare, classificare ed...
Mostre e Musei

Le mostre archeologiche più belle d'Italia

Le mostre archeologiche prevedono degli itinerari che portano indietro nel tempo per rivivere la storia di quei luoghi che hanno testimoniato la nascita della cultura tradizionale. Visitare gli itinerari archeologici non è solo sintomo di desiderio di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.