Cubismo in breve

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Il Cubismo consiste in un movimento artistico, letterario e musicale, nato intorno al 1906. In questo tipo di corrente, i migliori esponenti tendevano a confrontarsi tra di loro. Dalle esperienze comuni di Pablo Picasso (1881-1973) e di Georges Braque (1882- 1906), il Cubismo ha iniziato il suo periodo di maggior sviluppo. In buona sostanza, la forma artistica, rappresenta un'espressione che mirava a raffigurare l'essenza della realtà. Pertanto veniva considerata una differente forma artistica rispetto alle precedenti. Essa si è principalmente concentrata su alcuni aspetti, avviando un processo di trasformazione. Il Cubismo, in pratica, è andato oltre la forma estetica, concentrandosi maggiormente verso l'attrazione della realtà. Il Cubismo può considerarsi, inoltre, suddiviso in tre periodi, anche se alcuni storici tendono a suddividerlo in quattro fasi. In questo contesto, invece, prenderemo in esame il Cubismo formativo, il Cubismo analitico ed il Cubismo sintetico. È stato anche denominato Proto-cubismo, invece, nella fase in cui tutte quante le figure apparivano scomposte in forme geometriche. Questa fase è assimilabile al Cubismo formativo di questo movimento artistico. Ora non ti resta che seguire tutti i passi di questa breve guida!

26

La storia del Cubismo formativo



Il Cubismo formativo si è diffuso tra il 1907 ed il 1909. Questa è la fase che ha preceduto il Cubismo analitico. Come abbiamo accennato nell'introduzione, durante questa prima fase tutte quante le figure apparivano scomposte in forme geometriche. Inoltre, gli artisti tentavano di riprodurre una visione naturale sulla tela. Raffiguravano i corpi oppure le figure, irrigidendole e frantumando i vari contorni. Inoltre, allo stesso tempo tendevano a deformare la visione. Un'opera di cui si può trarre un esempio di questo tipo è "Le Demoiselles d'Avignon" di Pablo Picasso. Ora che siamo arrivati a questo punto non ci resta che passare al passo numero due, la storia del cubismo analitico.

36

La storia del Cubismo analitico

La fase successiva di questa corrente artistica è quella del Cubismo analitico (1909-1912). Questa forma viene considerata come la prima vera e propria espressione del Cubismo. Il Cubismo Analitico si caratterizza per la perdita del valore descrittivo del colore. Infatti, il colore si è mutato in neutro, favorendo varianti cromatiche, principalmente basate sui grigi e sull'ocra. Inoltre lo spazio e gli oggetti venivano ridotti a solidi geometriche, dalle forme scomposte e smembrate. Le figure, in questa fase del Cubismo, erano dipinte su tela senza alcun rilievo. Invece i soggetti del periodo sono i paesaggi e le nature morte. Ora che siamo arrivati a questo punto non ci resta che passare al passo numero tre, la storia del cubismo sintetico.

Continua la lettura
46

La storia del Cubismo sintetico

Per concludere, il Cubismo sintetico ha avuto inizio nel 1911. In questo periodo, la corrente ha mutato la sua visione. L'oggetto veniva ritratto, ricomposto sinteticamente, per poterne ricercare l'essenza. Per realizzare l'opera, i pittori Cubisti prediligevano dipingere delle nature morte con frutti. Tipici di questa fase, ad esempio, abbiamo dei quadri con violini, con bicchieri e con giornali. I soggetti, pertanto, venivano ripresi appiattiti sulle superfici della tela. Nel Cubismo sintetico, pertanto, i valori cromatici hanno riacquistato il loro valore che è stato abbandonato nel periodo analitico. Ora che siamo arrivati a questo punto non ci resta che passare al passo numero quattro, conclusione della storia del cubismo.

56

Conclusione della storia del Cubismo

Il Cubismo è durato pochissimi anni, tanto che tutti gli artisti di questa importante corrente hanno proseguito le proprie ricerche in altre direzioni. Picasso, in particolar modo, ha rivestito un ruolo fondamentale per l'arte di tutta la prima metà del secolo. È stato un vero e proprio punto di riferimento per tanti artisti dell'epoca, e non solo. In questo periodo, nelle opere d'arte, molto spesso venivano utilizzate delle tecniche come il collage ed il papier collé. Tutto questo tendeva a discostarsi dalla pittura intesa come imitazione della realtà. Ricordati di visionare anche i link in fondo alla guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

I maggiori esponenti del cubismo

All'inizio del '900 diversi pittori francesi cominciarono a riprendere i loro soggetti da varie angolazioni simultaneamente, riportando sopra la tela anche i dettagli degli oggetti che loro già erano a conoscenza. Il risultato fu veramente sorprendente...
Arti Visive

Le principali caratteristiche delle opere di Picasso

Pablo Picasso, pittore, scultore, litografo e, come lui stesso amava definirsi, "anche un poeta", è spesso preceduto dalla sua stessa fama. Il suo straordinario ed indiscutibile genio pittorico è iconizzato nel brand del tuo nome. Proprio come una pop...
Arti Visive

Guida alle opere di Pablo Picasso

Le opere di Pablo Picasso costituiscono, nel loro insieme, un vasto e complesso universo pittorico. Lo scopo principale di questa facile guida è quello tracciare un semplice sentiero che possa aiutare il lettore a decifrare i vari periodi nei quali il...
Mostre e Musei

I migliori musei da visitare a Madrid

Madrid è una delle città più belle del mondo. La capitale della Spagna pullula di attrazioni per i turisti, da Plaza Mayor al Parco del Buen Retiro, passando per la movida madrilena, molto famosa nei giovani di tutta Europa. Tuttavia, a Madrid ci sono...
Mostre e Musei

Guida al Museum Berggruen

Berlino è sicuramente una delle capitali europee più artistiche e culturali, in quanto ospitano il maggior numero di musei. Uno dei fiori all'occhiello della città, anche se poco conosciuto, è senz'altro il Berggruen Museum. Dal 1996 il museo si trova...
Arti Visive

Guida alle opere di Chagall

Marc Chagall nacque a Vitebsk nel 1887 e morì nel 1985 a St. Paul de Vence. Fu un famoso pittore russo, frequentò l'Accademia di Belle Arti Russa sotto l'egida del maestro Nikolaj Konstantinovic Roerich. Nel 1908 esordì con opere che inizialmente si...
Arti Visive

Pablo Picasso: vita e opere

Pablo Picasso è stato uno dei pittori più significativi del Novecento, è la sue opere sono universalmente riconosciute. Fu un artista mutevole e attraversò molti stili, la sua vita fu lunga ed avventurosa. Il suo nome è legato in particolar modo...
Mostre e Musei

Guida al Museo Guggenheim di Venezia

La Peggy Guggenheim Collection di Venezia è un museo situato nel Canal Grande, con sede a Palazzo Venier dei Leoni e facente parte della Salomon R. Guggenheim Foundation. Una visita al museo è non può di certo mancare a tutti gli appassionati di arte:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.