Dalì: le opere principali

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Salvador Dalì fu uno dei pittori più illustri del XX secolo. La sua poetica si caratterizzava prevalentemente all'interno della corrente artistica del Surrealismo. L'arte surrealista si esplicava come concretizzazione di alcune scoperte del periodo: tra queste la teorizzazione di Freud dei sogni e dell'inconscio. In questa breve guida verranno descritte alcune delle opere principali dell'autore spagnolo, rimasto nella storia per il suo metodo paranoico - critico, in grado di far emergere le tematiche del subconscio, delle allucinazioni e delle pulsioni nei suoi dipinti.

24

Apparizione di un volto e di una fruttiera su una spiaggia, 1938. Il quadro si caratterizza come estremamente complesso. Si possono identificare delle figure, inserite in una cornice astratta e intangibile: un cane, un volto, una natura morta definita da una fruttiera su un tavolo ed un paesaggio sullo sfondo. L'insieme dà un'impressione delirante, in quanto il tutto si fonde ed è difficile trovare i contorni dei perimetri. Fu una delle opere più significative del pittore.

34

La persistenza della memoria, 1931. Probabilmente il dipinto più famoso di Dalì, presenta le cosiddette "figure molli", alle quali il pittore si rivolse a partire dall'opera "Il grande masturbatore", del 1929. L'idea dell'orologio molle fu straordinaria per l'epoca e rimane una delle intuizioni più felici dell'arte: attraverso esso, infatti, Dalì propose la figura di un tempo dilatato e nello stesso tempo contratto, dipendente dalla soggettività. La sensazione individuale determina il tempo di ciascuno, soprattutto nei ricordi e nella memoria. Quest'ultima, infatti, non può essere considerata una semplice successione di eventi temporali, ma ha un'aspetto irrazionale che nel quadro è perfettamente esplicitata.

Continua la lettura
44

Sogno causato dal volo di un'ape, 1944. Una delle ultime opere di Dalì. Esprime l'influenza che la teoria dei sogni di Freud aveva esercitato nei suoi confronti. Il dipinto, infatti, raffigura un sogno dello stesso autore, avuto in una fase di non coscienza: in primo piano è presente la moglie Gala in procinto di essere punta da una baionetta (che simboleggia la puntura dell'ape). Da qui alcune immagini oniriche allucinatorie si stagliano sullo sfondo per designare il momento di dolore: le tigri arrabbiate che escono dalla bocca di un pesce, a sua volta proveniente da un melograno. Un elefante con le gambe di insetto e con un obelisco sulla schiena, presente vicino le tigri, cammina sull'acqua: quest'immagine sarà presente spesso nei quadri di Dalì.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

I 10 quadri più misteriosi al mondo

Da sempre le opere d'arte vengono analizzate e studiate da professionisti, in quanto esse sono ricche di fascini e misteri. Dietro a un'opera si nascondono infatti, storie, racconti e veri e propri intrighi, e ancora oggi su alcune di esse non si è riuscito...
Arti Visive

Guida alle opere di Magritte

René Magritte nasce a Lessines il 21 novembre 1898. È un noto pittore, considerato tra i maggiori esponenti del surrealismo belga. Inizialmente il suo stile è vicino al futurismo e al cubismo, ma in seguito si concentra sul genere pittorico detto trompe-l'oeil...
Arti Visive

Come scegliere il soggetto per un quadro

I colli lunghi di Modigliani, le forme tonde di Botero, i paesaggi urlanti di Munch, gli orologi molli di Dalì. Gli artisti hanno, da sempre, uno stile unico e inconfondibile. Scegliere il soggetto per un quadro è difficile e molto delicato. Il pittore...
Arti Visive

Come dipingere un quadro surrealista

Uno dei principali movimenti letterario ed artistico sviluppatosi negli anni Venti del XX secolo è il surrealismo, che vede il suo termine con la fine della Seconda guerra mondiale. L'assioma fondamentale su cui si basa l'arte surrealista è la rivalutazione...
Mostre e Musei

10 consigli utili per una visita al Museum of Modern Art di New York

New York, anche nota come la "Grande Mela", è una delle metropoli più conosciute al mondo e meta turistica prediletta di chi ha sempre sognato di viaggiare in America. La sua fama la si deve, oltre che al "cibo spazzatura", alle sue strutture architettoniche...
Mostre e Musei

Guida alla Tate Modern di Londra

Londra, attualmente, si tratta e della città più popolata dell'Unione Europea. Ovviamente lo sarà fino a quando il Regno Unito farà parte dell'Unione Europea, dal momento che poco tempo fa, con il cosiddetto Brexit, è prevista l'uscita di questo...
Mostre e Musei

Guida al Museo Guggenheim di Venezia

La Peggy Guggenheim Collection di Venezia è un museo situato nel Canal Grande, con sede a Palazzo Venier dei Leoni e facente parte della Salomon R. Guggenheim Foundation. Una visita al museo è non può di certo mancare a tutti gli appassionati di arte:...
Mostre e Musei

I migliori musei da visitare a Madrid

Madrid è una delle città più belle del mondo. La capitale della Spagna pullula di attrazioni per i turisti, da Plaza Mayor al Parco del Buen Retiro, passando per la movida madrilena, molto famosa nei giovani di tutta Europa. Tuttavia, a Madrid ci sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.