Danza:come migliorare l'apertura

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La danza, soprattutto quella classica, rappresenta forse lo sport migliore per tutte le bambine, in quanto è in grado di modellare il loro fisico, potenziando l'elasticità dei loro arti e migliorando al tempo stesso la postura. Grazie all'impegno quotidiano, il ballerino o la ballerina saranno in grado di compiere movimenti che difficilmente una persona non allenata potrà svolgere. Una delle posizioni più ad effetto è rappresentata dall'apertura delle gambe in en dehors. Si tratta, in pratica, di una spaccata verso l'alto dell'arto inferiore, il quale formerà un angolo di 180 gradi con la gamba che invece rimane a terra. Per realizzare questa posizione nella danza, è necessario moltissimo esercizio: vediamo, dunque, insieme come migliorare l'apertura attraverso alcuni facili esercizi che il ballerino o la ballerina dovranno compiere ripetutamente sul tappeto o alla sbarra.

24

Alzata gambe

Il primo esercizio per migliorare l'apertura consiste nel distendersi sul pavimento, con le mani appoggiate a terra, all'incirca all'altezza delle natiche, e le gambe alzate. Da questa posizione, iniziate a piegare leggermente le ginocchia, mantenendo i piedi a martello, vale a dire con le punte rivolte verso la vostra nuca. A questo punto, iniziate a spostare le gambe verso l'esterno, continuando a mantenere i piedi a martello e le ginocchia piegate. Se non siete ancora molto allenati, è probabile che non riuscirete a spostare molto le gambe e che, nel farlo, sentirete anche un po' di dolore. Evitate dunque di scendere troppo in basso se non ci riuscite perché crea un problema ai muscoli delle anche; questo esercizio col tempo di permettere di ottenere una maggiore apertura dell'interno coscia.

34

Esercizio dello yoga

Un terzo esercizio che è possibile fare per migliorare l'apertura delle gambe consiste nel mettersi sdraiati sulla schiena con le gambe alzate in linea retta, appoggiando le gambe ad una parete. Da questa posizione, mantenendo i piedi flessi, vale a dire con le punte distese, cominciate a scendere con entrambe le gambe verso il basso, formando un angolo di 180 gradi all'interno delle cosce. Cercate di mantenere il più possibile la posizione di massima apertura, aiutandovi anche con le mani con sui eserciterete una lieve pressione sulle cosce. Lo stesso tipo di esercizio lo si può fare con il busto alzato e le gambe appoggiate a terra; in tal caso, corrisponde più o meno a quella che chiamiamo "spaccata".

Continua la lettura
44

Discesa gambe

Un altro esercizio molto utile è quello della rana, che si fa in questo modo: sdraiatevi sulla pancia e, con le gambe, formate una specie di rombo ottenuto piegando prima le ginocchia e poi appoggiando i vostri piedi l'uno contro l'altro. Da questa posizione, cercate di portare le ginocchia il più possibile verso il basso, evitando però di forzare in caso di fastidio o dolore ai legamenti. L'errore di molti ballerini e ginnasti, soprattutto alle prime armi, è quello di sforzare troppo i muscoli al fine di arrivare prima alla massima apertura; in questo modo, però, rischiano di incorrere in problematiche più serie, per cui è sempre preferibile andare per gradi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Come imparare i tuoi primi passi di danza

La danza classica permette al tuo corpo di sfidare la forza di gravità, attraverso il ballo, infatti, il corpo riesce a disegnare attraverso il movimento, configurazioni capaci di trasmettere emozioni attraverso coreografie di musica e immagini. Un'arte...
Danza

10 motivi per cui é importante studiare la danza classica

La danza classica è un hobby dai molti pregi, che talvolta può diventare una professione. Le sue origini sono antiche: ufficialmente nasce nel 1661, in Francia. In tale data, il re Luigi XIV istituisce l'Acadèmie Royale de danse. Al suo interno si...
Danza

Danza: esercizi per l'elevazione

Quando si pratica la danza, che sia moderna o classica, è necessario non solo provare e riprovare i passi di un balletto, ma è soprattutto importante curare sempre la propria forma fisica. Solo con una muscolatura tonica e allenata, infatti, sarà possibile...
Danza

Come diventare insegnante di danza classica

La danza classica è da sempre considerata la danza per eccellenza, in quanto è la madre di tutte le discipline di ballo. Il sogno nel cassetto di tutte le bambine fin dalla prima età è quello di diventare delle ballerine di danza classica per cui...
Danza

Come avere la grazia ed il portamento di una ballerina di danza classica

Chi non sogna di avere la grazia di Alessandra Ferri o di Eleonora Abbagnato, Etoile italiane conosciute in tutto il mondo? Certo gambe lunghe e collo da cigno aiutano, ma con un po' di applicazione ciascuna di noi può migliorare il proprio portamento.La...
Danza

Breve storia della danza classica

Tutti gli amanti della danza, oltre a praticarla, dovrebbero conoscerne la storia. Cercando su qualsiasi motore di ricerca, potremo in pochissimi secondi trovare moltissime informazioni che riguardano tutte le varie tipologie di danza esistenti, e sulla...
Danza

5 passi fondamentali nella danza

La danza classica è una rigorosissima disciplina, basata su regole ferree, nata in Francia nel '600, sotto il regno del re Sole. Ai suoi natali francesi deve la denominazione, usata ancor oggi, dei suoi passi. La danza classica fu ideata, in origine,...
Danza

Danza: esercizi per sviluppare le gambe

La danza è una disciplina ideale per bruciare calorie e modellare le gambe, oltre che adatta a migliorare l'equilibrio e la flessibilità corporea. Attraverso questa breve guida ti saranno illustrati alcuni esercizi di danza specifici per sviluppare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.