Danza:come migliorare l'apertura

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La danza, soprattutto quella classica, rappresenta forse lo sport migliore per tutte le bambine, in quanto è in grado di modellare il loro fisico, potenziando l'elasticità dei loro arti e migliorando al tempo stesso la postura. Grazie all'impegno quotidiano, il ballerino o la ballerina saranno in grado di compiere movimenti che difficilmente una persona non allenata potrà svolgere. Una delle posizioni più ad effetto è rappresentata dall'apertura delle gambe in en dehors. Si tratta, in pratica, di una spaccata verso l'alto dell'arto inferiore, il quale formerà un angolo di 180 gradi con la gamba che invece rimane a terra. Per realizzare questa posizione nella danza, è necessario moltissimo esercizio: vediamo, dunque, insieme come migliorare l'apertura attraverso alcuni facili esercizi che il ballerino o la ballerina dovranno compiere ripetutamente sul tappeto o alla sbarra.

24

Alzata gambe

Il primo esercizio per migliorare l'apertura consiste nel distendersi sul pavimento, con le mani appoggiate a terra, all'incirca all'altezza delle natiche, e le gambe alzate. Da questa posizione, iniziate a piegare leggermente le ginocchia, mantenendo i piedi a martello, vale a dire con le punte rivolte verso la vostra nuca. A questo punto, iniziate a spostare le gambe verso l'esterno, continuando a mantenere i piedi a martello e le ginocchia piegate. Se non siete ancora molto allenati, è probabile che non riuscirete a spostare molto le gambe e che, nel farlo, sentirete anche un po' di dolore. Evitate dunque di scendere troppo in basso se non ci riuscite perché crea un problema ai muscoli delle anche; questo esercizio col tempo di permettere di ottenere una maggiore apertura dell'interno coscia.

34

Esercizio dello yoga

Un terzo esercizio che è possibile fare per migliorare l'apertura delle gambe consiste nel mettersi sdraiati sulla schiena con le gambe alzate in linea retta, appoggiando le gambe ad una parete. Da questa posizione, mantenendo i piedi flessi, vale a dire con le punte distese, cominciate a scendere con entrambe le gambe verso il basso, formando un angolo di 180 gradi all'interno delle cosce. Cercate di mantenere il più possibile la posizione di massima apertura, aiutandovi anche con le mani con sui eserciterete una lieve pressione sulle cosce. Lo stesso tipo di esercizio lo si può fare con il busto alzato e le gambe appoggiate a terra; in tal caso, corrisponde più o meno a quella che chiamiamo "spaccata".

Continua la lettura
44

Discesa gambe

Un altro esercizio molto utile è quello della rana, che si fa in questo modo: sdraiatevi sulla pancia e, con le gambe, formate una specie di rombo ottenuto piegando prima le ginocchia e poi appoggiando i vostri piedi l'uno contro l'altro. Da questa posizione, cercate di portare le ginocchia il più possibile verso il basso, evitando però di forzare in caso di fastidio o dolore ai legamenti. L'errore di molti ballerini e ginnasti, soprattutto alle prime armi, è quello di sforzare troppo i muscoli al fine di arrivare prima alla massima apertura; in questo modo, però, rischiano di incorrere in problematiche più serie, per cui è sempre preferibile andare per gradi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Come gestire una scuola di danza

Chi pratica danza sa benissimo che "la danza è sacrificio". Si inizia solitamente da piccoli, affascinati da una disciplina che richiede una costanza senza pari e che è in grado di regalare grandi gioie ma anche grandi sofferenze. Pomeriggi passati...
Danza

Come avvicinarsi alla danza classica

Chi decide di studiare la danza classica deve sapere che si tratta di un percorso lungo e difficile. Innanzitutto occorre chiarire che non tutti sono portati per danzare. La danza classica presuppone in particolare numerosi requisiti fisici e diverse...
Danza

Danza classica: il metodo Balanchine

Quante volte vi è capitato di ammirare estasiati uno spettacolo di balletto classico? La danza è una delle arti corporali più antiche e primitive, che affascina e appassiona da secoli e secoli gente di ogni angolo del pianeta. Per chi non è del mestiere,...
Danza

Storia della danza hip pop

Il mondo della danza è molto vasto e pieno di contaminazioni. Al giorno d'oggi è possibile individuare tantissimi stili oltre alla tradizionale danza classica: abbiamo infatti la danza moderna, la danza contemporanea, la danza latina, e da alcuni decenni...
Danza

La danza tra il Medioevo e il Rinascimento

La danza è conosciuta e amata ormai in tutto il mondo, ma non sempre si discute o si danno informazioni sulle sue origini. Il periodo al quale in particolare ci soffermeremo è a cavallo tra il Medioevo e il Rinascimento, in cui vediamo nascere una danza...
Danza

Come diventare insegnante di danza classica

La danza classica è da sempre considerata la danza per eccellenza, in quanto è la madre di tutte le discipline di ballo. Il sogno nel cassetto di tutte le bambine fin dalla prima età è quello di diventare delle ballerine di danza classica per cui...
Danza

Come imparare i tuoi primi passi di danza

La danza classica permette al tuo corpo di sfidare la forza di gravità, attraverso il ballo, infatti, il corpo riesce a disegnare attraverso il movimento, configurazioni capaci di trasmettere emozioni attraverso coreografie di musica e immagini. Un'arte...
Danza

Breve storia della danza moderna

Oggi grazie agli spettacoli televisi possiamo ammirare degli show incentrati sulla danza, sia moderna che classica. Naturalmente la danza classica rappresenta la base di tutto, avendo una storia millenaria; ma anche la danza più moderna sembra avere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.