Disegno: regole per la prospettiva accidentale

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La prospettiva accidentale è la visione prospettica che è possibile ottenere quando si sposta il punto situato sulla linea orizzontale dal suo centro fino alla sinistra o alla destra. In questo modo il risultato di questa prospettiva figurerà come se fosse guardato da un lato, dall'angolo fino alla parte centrale. Questa visione delle immagini può essere paragonata a ciò che viene percepito attraverso un apparecchio fotografico ma anche a quello che appare all'occhio di un essere umano. Lo svantaggio di questo tipo di prospettiva è che ogni piccolo particolare che si sposta anche di poco deve essere disegnato nuovamente in modo da corrispondere alla realtà perché altrimenti il disegno rischia di non essere più fedele a quello reale. In questa guida vi fornisco alcune regole per la prospettiva accidentale che possono essere utilizzate nel disegno.

26

Le linee prospettiche convergono sempre nei punti laterali

La regola più importante della prospettiva accidentale è quella che dice che le tutte le linee prospettiche convergono ogni volta nei punti laterali, a differenza della prospettiva centrale dove le linee prospettiche convergono sempre nel punto centrale. Tenete bene a mente questo concetto perché è la base per capire come funziona la prospettiva accidentale.

36

L'oggetto rappresentato è ruotato rispetto al quadro

Un'altra regola molto importante da sapere riguardo la prospettiva accidentale è che l'oggetto preso in esame è sempre rappresentato ruotato completamente rispetto al quadro e nessun lato è parallelo a quest'ultimo. Questa regola è invariabile e quindi è valida per qualsiasi figura si voglia esaminare.

Continua la lettura
46

Nell'oggetto rappresentato ci sono due punti di fuga

Se prendete in esame una figura e volete sapere l'effetto che ha su di essa la prospettiva accidentale dovete sapere che nell'oggetto esaminato da questo punto di vista sono sempre presenti due punti di fuga. In questi due punti le linee orizzontali convergono sempre, senza alcuna eccezione. Questa regola è valida sia per quanto riguarda la sua lunghezza che la sua larghezza. Le altre rette restano invece verticali in ogni caso. Fate attenzione perché è molto facile confondersi.

56

Il piano del quadro non è parallelo ai lati dell'oggetto

Nella prospettiva accidentale il piano del quadro esaminato non è mai parallelo ai lati dell'oggetto che volete rappresentare. Il piano prospettico può essere modificato a seconda dell'effetto che volete ottenere. Questo significa che potete porre l'oggetto sia a 30° che a 60°.

66

La scelta del punto di vista è arbitraria

Il punto di vista deve sempre essere scelto molto bene, se non volete sbagliare la prospettiva. Tuttavia la sua scelta è arbitraria perché potete usare sia il metodo dei punti di distanza che quello dei raggi visuali. In alternativa potete anche utilizzare i punti misuratori perché tutti questi metodi sono validi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come fare la prospettiva nel disegno di un paesaggio

Nella rappresentazione di un paesaggio aperto è necessario applicare correttamente le regole della prospettiva perché si abbia la percezione della profondità. Questo compito diventa più difficile nel caso in cui compaiano zone di terreno coltivate...
Arti Visive

Come fare un disegno in prospettiva

La prospettiva ci serve per determinare la distanza uno spazio che intercorre tra un oggetto e l'altro, quindi è molto importante, e fare una buona prospettiva renderà ancora più bello il nostro disegno. Quella di cui parleremo sarà la prima prospettiva...
Arti Visive

Come Realizzare Un Disegno In Prospettiva

La prospettiva entra a far parte delle tecniche del disegno nel Rinascimento. Prima di allora infatti dipinti e quadri mostravano solo figure piatte. Il disegno prospettico conferisce alla superficie dell'immagine un senso (illusorio) di profondità e...
Arti Visive

Come realizzare un disegno a prospettiva distorta con 4 punti di fuga

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter realizzare un semplice disegno a prospettiva distorta, con circa 4 punti di fuga. Cercheremo, anche in questo caso, di realizzare il tutto mediante il metodo del fai da te...
Arti Visive

Come Disegnare con la Prospettiva a 2 Punti

Una delle cose più utili e divertenti per far comprendere un progetto di architettura è creare delle viste in prospettiva del proprio edificio, in modo da dare un'idea quantomeno realistica di ciò che si andrà a costruire in seguito. La prospettiva...
Arti Visive

Come disegnare un paesaggio in prospettiva

Quando si realizza un disegno, sono tanti i fattori da considerare per la riuscita di un progetto verosimile e ben rappresentato. Proprio in merito alla rappresentazione, rappresentare lo spazio nel disegno, risulta essere qualcosa di piuttosto complesso...
Arti Visive

Come disegnare in prospettiva centrale

Quando si parla di prospettiva in disegno si intende una tecnica che consente di proiettare degli oggetti tridimensionali su un piano bidimensionale. Essa pertanto conferisce profondità al disegno e lo rende estremamente realistico. Nella seguente guida...
Arti Visive

Come disegnare una stanza in prospettiva

Quando proviamo a disegnare un ambiente, ci troviamo ad affrontare il problema della prospettiva. Se usiamo solo la mano libera e nessuna conoscenza di base, per quanto il disegno possa apparirci gradevole, difficilmente sarà realistico. Disegnare castelli,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.