Duccio di Buoninsegna: biografia e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Linee morbide ed eleganti, un raffinato e sapiente uso di una vasta gamma cromatica ed una profonda sensibilità testimoniata dall'espressività dei volti raffigurati sono le caratteristiche fondamentali di Duccio di Buoninsegna, pittore considerato il capostipite della scuola senese. Influenzato dall'arte bizantina, molto presente a Siena e da Cimabue, il Buoninsegna riuscì a rielaborare queste influenze creando un linguaggio personale ed estremamente riconoscibile e dando vita ad una vera e propria “scuola senese”. Tra le sue opere più celebri vi è la "Madonna Rucellai", attribuita a lungo a Cimabue, e la "Maestà" dipinta per il Duomo di Siena. Duccio di Buoninsegna: biografia e opere.

24

La vita

Gran parte dell'esistenza di Duccio di Buoninsegna è stata ricostruita grazie al ritrovamento di documenti che attestano il pagamento per i suoi dipinti: la prima traccia, in tal senso, risale al 1278 e grazie a essa è stato possibile far risalire la data d nascita tra il 1255 e il 1260, a Siena. Il primo lavoro di una certa rilevanza risale al 1285 a Firenze, per la Compagnia dei Laudesi di Santa Maria Novella, mentre nei mesi e negli anni successivi, Duccio lavorò soprattutto nella sua città natale.

34

Le opere principali

Risale al 1285 circa, la prima opera importante di Duccio di Buoninsegna, divenuta celebre in tutto il mondo: in realtà, questo lavoro fu a lungo attribuito a Cimabue. Si tratta di quella che oggi viene chiamata “Madonna Rucellai” commissionata dalla Compagnia dei Laudesi in Santa Maria Novella a Firenze: il nome deriva dal fatto che in un primo momento l’opera si trovava nella cappella Rucellai (oggi si trova, invece, presso gli Uffizi). L’attribuzione prolungata a Cimabue dipende, invece, dal fatto che il dipinto trova ispirazione nella Maestà del Louvre del pittore (effettuata 5 anni prima).

Continua la lettura
44

Le opere giovanili

Tra i lavori giovanili di Duccio di Buoninsegna ricordiamo: la “Madonna Gualino”, oggi alla Galleria Sabauda di Torino e risalente agli anni 1280-1283, e la deliziosa “Madonna di Crevole”, oggi al Museo dell’Opera del Duomo di Siena, dipinta tra il 1283 e il 1284. Altri due lavori giovanili, “San Gregorio Magno tra due flabelliferi” e “Cristo in trono tra due angeli”, si possono ammirare nella Cappella Bardi in Santa Maria Novella a Firenze anche se, purtroppo, lo stato di conservazione non è ottimale. Tutti questi lavori giovanili presentano molti tratti simili a Cimabue, da molti indicato come suo maestro, e che in ogni caso Duccio sicuramente conobbe.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Guido da Siena: biografia e dipinti

Tanti pittori si sono distinti diventando illustri pittori, nel Duecento. Tra questi citiamo Guido da Siena. Lui nacque a Siena nel 1230 e morì sempre in quella città nel 1290. Egli era un pittore italiano che era attivo a Siena nella seconda metà...
Arti Visive

L'arte nel medioevo

Ogni epoca storica ha visto evoluzioni e cambiamenti in diversi ambiti, incluso quello artistico. Ad esempio, il Medioevo rappresenta una delle più importanti epoche che hanno cambiato il volto dell'Europa, insieme all'età antica, moderna e contemporanea....
Mostre e Musei

I quattro musei più belli al mondo

Approfittando delle vacanze, finita la scuola, è piacevole trascorrere una mezza giornata ammirando l'arte in senso lato. Quasi tutte le città, grandi o piccole che siano, conosciute o meno note hanno una pinacoteca o una mostra che il più delle volte...
Mostre e Musei

I 5 capolavori da non perdere presenti agli Uffizi

In tutto il mondo, uno dei musei più famosi è la Galleria degli Uffizi a Firenze. Al suo interno è possibile ammirare un eccezionale patrimonio artistico, specialmente di capolavori rinascimentali. Molte delle pregiatissime opere in esso contenute...
Mostre e Musei

Le caratteristiche dell'arte gotica

All'interno della presente guida, la tematica che andremo a sviluppare riguarderà la materia dell'arte. Essendo più precisi, ci occuperemo di arte gotica. Infatti, come avrete potuto leggere attraverso il titolo che accompagna questa guida, ora andremo...
Arti Visive

Cimabue: biografia e dipinti

Cenni di Pepo, sicuramente più conosciuto con lo pseudonimo Giovanni Cimabue, è nato a Firenze attorno al 1240 ed è morto a Pisa nel 1302. Il pittore si è collocato in una scia artistica legata ancora al classicismo bizantino, pur elaborando un proprio...
Mostre e Musei

Guida alla Galleria Nazionale dell'Umbria

La Galleria Nazionale dell'Umbria è uno dei più importanti musei dell'Italia centrale: fu fondata nel 1863 e oggi è situata al terzo piano del Palazzo Comunale o dei Priori di Perugia, edificio gotico tra i più superbi e possenti palazzi pubblici...
Arti Visive

Maestro del San Francesco Bardi: biografia e dipinti

Il Maestro del San Francesco Bardi si identifica nella persona Coppo di Marcovaldo, ovvero un pittore nato a Firenze nell'anno 1225 e deceduto a Siena nel 1276, che venne ritenuto come il più autorevole artista presente nel meraviglio Capoluogo della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.