Edvard Munch: le principali opere

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Edvard Munch 1863-1944) è stato un artista norvegese, tra i primi a concepire l'espressionismo, un modo dell'artista di dipingere un quadro facendone prevalere l'emotività interiore. La sua vita è stata segnata da eventi tristi, come la morte della madre, quando era bambino e la morte della sorella, durante la sua adolescenza. Questi tristi episodi, avvenuti in un'età in cui si è molto sensibili, Munch li imprime nelle figure e nei colori dei suoi quadri principali, che trattano soprattutto di vita, di morte e di passione. La sua opera più celebre è "L'urlo", ma l'artista ha dipinto anche altre importanti opere, che hanno tutte come indiscutibile protagonista la sede delle nostre emozioni: l'animo umano. Ecco le principali opere di Edvard Munch.

25

L'urlo

"L'urlo" è l'opera più conosciuta di Edvard Munch, dipinta nel 1893 in quattro versioni, con olio, tempera e pastello su cartone e misura 83,5 x 66 cm. Il soggetto in primo piano è una figura deforme, in piedi su un ponte, con la bocca aperta come se stesse emettendo un urlo, che sembra espandersi e coinvolgere tutto il paesaggio, mentre due uomini sono poco distanti e non si accorgono delle sensazioni dell'amico. Il sentimento dell'angoscia che si intravede nell'Urlo è stato infatti provato personalmente dall'artista, durante un tramonto dal colore sanguigno, nella città di Oslo, mentre passeggiava con due amici. Questa atmosfera gli fece tornare alla memoria certi tragici eventi della sua vita e gli sembrava che il paesaggio fosse avvolto da un grande urlo.

35

La pubertà

"La pubertà" è un'altra celebre opera di Munch, datata 1894-1895, olio su tela, 151,5 x 110 cm. Il soggetto del dipinto è un'adolescente nuda, seduta sul bordo del letto appena rifatto, mentre copre la parte pubica. "La pubertà" non è un nudo che esprime sensualità, ma il sentimento dell'angoscia. La figura sul letto simboleggia la condizione indifesa di chi sta attraversando questo tormentato e importante periodo dell'esistenza, mentre si prepara ad affrontare la difficile realtà della vita, che appare dietro la figura, sotto le sembianze di un'ombra nera che la ragazza proietta sulla parete.

Continua la lettura
45

La Madonna

"Madonna", dipinto in cinque versioni tra il 1894 e il 1895, è un olio su tela, delle dimensioni di 91 x 70,5 cm. Il soggetto del quadro è una donna nuda fino alla cintola, con la testa reclinata all'indietro, come in un'estasi, decorata di un'aureola profana, rossa come l'amore e il sangue. I colori prevalenti nel dipinto sono il rosso e il nero: amore e morte. La sensualità in questo caso è legata al peccato, perché per l'autore anche l'eros ha come conseguenza la sofferenza. Secondo lui l'amore inizialmente sembra essere la causa assoluta del piacere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Francesco Hayez: le opere principali

La guida che segue tratterà delle opere principali di Francesco Hayez forse uno delle più celebri persone del campo dell'arte italiana. Francesco Hayez è stato un pittore italiano, grande interprete della pittura Ottocentesca. Nacque a Venezia nel...
Arti Visive

Biografia e opere principali di Georges Rouault

Georges Rouault nacque a Parigi il 27 maggio 1871. È stato un pittore francese ed uno dei precursori dell'espressionismo. La passione per l'arte trasmessagli da suo nonno lo portò ad iscriversi nel 1981 all'Ecole des Beaux-Arts, dove entrò nelle grazie...
Arti Visive

Theodore Gericault: le opere principali

Nato in Francia nel 1791, Theodore Gericault è stato uno dei più grandi esponenti dell'arte romantica di inizio XIX secolo. I suoi temi preferiti furono la lotta sociale, l'emarginazione, la sofferenza umana e la sconfitta. È stato forse il più importante...
Arti Visive

Edward Hopper: vita e opere principali

Nato il 22 luglio del 1882 a Nyack, nei dintorni di New York, Edward Hopper iniziò la sua carriera come illustratore nella pubblicità, lavoro che, anche per il resto della sua vita, avrebbe continuato ad affiancare la sua attività di artista.Fin dai...
Arti Visive

Henri Matisse: le principali opere

Henri Matisse è un pittore, scultore, incisore e illustratore del XX secolo. Principalmente noto per i suoi quadri, Matisse è uno dei maggiori esponenti della corrente dei Fauves. I suoi quadri sono dispersi tra i musei di tutto il mondo, tra cui il...
Arti Visive

Correggio: vita e opere

Correggio è il nome d'arte di un pittore italiano: Antonio Allegri, nato e morto proprio nella città di Correggio, in provincia di Reggio Emilia. È considerato uno dei maggiori esponenti della pittura del Cinquecento. Il suo stile è nato da uno studio...
Arti Visive

Guida alle opere di Edward Hopper

Edward Hopper fu un pittore, incisore e illustratore statunitense. Nacque nel 1882 a Nyack, una piccola cittadina situata sull'Hudson River. Morì nel 1967 a New York. Già nell'infanzia dimostrò grandi doti per il disegno. Più avanti, con il suo realismo,...
Arti Visive

Andrea Mantegna: vita e opere più importanti

Andrea Mantegna è uno degli artisti più importanti nella scena dell'arte italiana che va dalla fine del Medioevo all'inizio dell'Età Moderna. L'eco delle sue ricerche si espanse per tutto il Rinascimento, coinvolgendo addirittura artisti come Leonardo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.