Espressionismo in breve

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L' espressionismo è un movimento artistico che basa il suo operato su contenuti sociali e sensazioni legate alla drammaticità degli eventi. È un movimento a 360° poiché riguarda un po' tutti i vari campi culturali come pittura, letteratura, musica e teatro. Segue di poco l'impressionismo da cui si differenzia notevolmente, non tanto dal punto di vista tecnico, quanto per il significato profondo che gli espressionisti sentono di dover necessariamente attribuire alle loro opere. Vediamone in breve i principi fondamentali ed gli esponenti di rilievo.

24

La negazione

Attorno al 1945 nasce negli Stati Uniti la versione più moderna e contemporanea dell'espressionismo, il cosiddetto Espressionismo astratto. Il contesto è quello di un periodo storico fortemente "toccato" dalle devastazioni della guerra, nel quale la follia umana sembra aver distrutto ogni sentimento e valore positivo. Nell'arte tutto questo si traduce nella negazione di tutto ciò che è piacevole e sereno, rifugiandosi in una pittura astratta che comunica smarrimento e spesso disperazione. Gli artisti non seguono linee comuni, ma agiscono in questa fase in modo molto indipendente, ma tutti accomunati da sentimenti negativi e dalla voglia di comunicarli.

34

Le arti figurative

L'espressionismo nelle arti figurative fonda le sue radici in Francia e in Germania dove gli artisti erano accomunati dalla volontà di esprimere le proprie emozioni attraverso un uso quasi violento del colore e la sintesi delle forme. In Francia tra i pittori di questo movimento, conosciuti come Fauves, vi era Henri Matisse, che come i suoi compagni, univa la "vivacità" dei colori alla gioia di vivere. Questa caratteristica differenziava i pittori francesi dagli espressionisti tedeschi che invece rappresentavano quasi sempre atmosfere cupe e drammatiche. Il colore per i Fauves era del tutto svincolato dalla realtà ed era utilizzato per rappresentare un'emozione, quella che il pittore provava nell'osservare quella determinata scena. La tecnica che utilizzavano era quella della pennellata frammentata con forme volutamente prive di armonia. Questo modo di dipingere rappresenta il primo vero e proprio punto di rottura con l'impressionismo.

Continua la lettura
44

Gli espressionisti

Per la prima volta, data la tendenza degli espressionisti a rivolgersi ad un pubblico il più ampio possibile, essi pubblicarono riviste indipendenti ed auto-prodotte, cosa che prese sempre più piede nel corso del XX secolo. Uno degli esponenti di spicco del XX secolo fu Edward Munch famoso per il suo "Urlo". In questo dipinto, come in altri dello stesso genere, i soggetti della pittura diventano i sogni e le immagini prodotte dall'inconscio legate ai disagi dell'esistenza umana.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

L'arte dell'espressionismo

L'arte dell'espressionismo è una corrente artistica caratterizzata da un esasperato soggettivismo, diffusa soprattutto in Francia e in Germania nel primo ventennio del ventesimo secolo. Nasce in risposta al movimento razionalista, proponendo soluzioni...
Arti Visive

Breve guida sull'arte espressionista

L'espressionismo è il movimento che diede origine a quel tumulto di stravolgimenti artistici e culturali - le cosiddette Avanguardie - che caratterizzarono l'Europa all'inizio del '900. Il movimento espressionista nacque in contrapposizione all'arte...
Arti Visive

Kandinskij: dall'espressionismo al surrealismo

Vasilij Kandinskij è conosciuto come il primo e maggiore esponente della corrente avanguardista "Astrattismo". Ma per tutti gli appassionati di arte, può risultare interessante approfondire il suo percorso artistico. Dalle prossime pagine, vedremo come...
Arti Visive

Breve storia del futurismo

Ecco un altro articolo, molto utile per tutti gli studenti del mondo, i quali stanno affrontando a scuola, l'argomento del Futurismo. Noi vogliamo aiutare tutti costoro a capire ed imparare qualcosa di più su questo argomento, in maniera tale da poterlo...
Arti Visive

L'arte di Raffaello in breve

L'arte di Raffaello . Raffaello Sanzio è un pittore ed architetto italiano, di talento del Rinascimento. Spesso il suo nome viene pronunciato insieme a quelli di Leonardo e Michelangelo. Essi infatti hanno segnato la storia della cultura e dell'arte...
Arti Visive

Barocco e rococò in breve

Il Barocco e il Rococò sono due momenti distinti della storia dell'arte e dell'architettura. Essi hanno rappresentato una svolta rilevante nel gusto dell'uomo. Tale cambiamento si ripercuote nelle arti, ma anche in altri campi d'interesse culturale,...
Arti Visive

Art Nouveau in breve

L'Art Nouveau è un movimento culturale che ha donato un enorme contributo a tutta la storia dell'arte. L'art nouveau si sviluppa storicamente in Europa alla fine dell'Ottocento ma influenza anche il primo decennio del Novecento. I primi bagliori dell'Art...
Arti Visive

Breve storia dell'arte italiana

L'arte italiana è caratterizzata da mutamenti, che passano attraverso i vari secoli. Chiaramente, ogni epoca presenta un proprio stile, e le varie testimonianze sono giunte fino a noi. In questa guida tracceremo una breve storia di quella che è stata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.