Filippo Brunelleschi: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Vita e opere di Filippo Brunelleschi. Architetto e scultore, il Brunelleschi nacque a Firenze nel 1377 e morì nel 1446. Iniziò la sua vita artistica come orafo e scultore e, come scultore, concorse per la Porta del Battistero a Firenze, insieme a Lorenzo Ghiberti. Il tema scelto, Il Sacrificio di Isacco, si prestava ad interpretare la nuova concezione dell'uomo rinascimentale: Abramo assunse su di sé la responsabilità di rispondere alla richiesta di Dio, sacrificando il proprio figlio. Il giovane Brunelleschi propone un modo diverso di descrivere l'uomo nuovo dell'umanesimo: Abramo è colui che decide ed agisce.

24

Vita

Andato a Roma con Donatello, studiò le rovine romane e decise così di dedicarsi all'architettura, puntando su una visione di ideale classico in contrasto con il Gotico imperante. Nel 1417, tornato a Firenze, entrò in gara per la costruzione della meravigliosa Cupola del Duomo e, nel 1420, vide approvato il suo progetto. Divenne immediatamente l'architetto più noto e ricercato del momento. Può essere considerato il primo architetto secondo l'accezione moderna, nel senso che la sua opera, basata su una formazione scientifico-matematica, è espressione sua personale, non più frutto di una collaborazione di "maestri" come avveniva prima di lui.

34

Le opere

Non bisogna assolutamente dimenticare che Brunelleschi è anche il primo a usare la prospettiva (cosa molto importante). A tale proposito, con un suo particolare congegno, era solito studiare gli edifici da disegnare secondo un gioco di specchi. La prospettiva era per lui un nuovo modo di controllare l'architettura, di parteciparne e quindi di modularla. Importantissimo, anche, l'uso diffuso e assai controllato della luce. Alcune sue opere possono essere ammirate a Firenze: Cappella Pazzi, Ospedale degli innocenti, Palazzo dei Capitani di parte guelfa, Palazzo Pitti, San Lorenzo, Santa Maria del Fiore, Santo Spirito; a Pisa: Bastione di Porta Palasosio.

Continua la lettura
44

Lo schema triangolare di Brunelleschi

Infatti, nel suo rilievo, emerge una nuova immagine dell'uomo: Abramo, importante figura biblica, è pronto ad agire. Egli non attende che Dio sospenda il terribile ordine e afferra il tenero collo del figlio, L'angelo mandato da Dio deve bloccargli il polso perché arresti la sua azione. Isacco, di contro, tenta di sottrarsi al destino inarcando il busto. L'autore esalta così il dinamismo. L'insieme è inquadrato da una rigorosa struttura compositiva. Lo schema triangolare permette di focalizzare l'attenzione sull'evento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Sandro Botticelli: vita e opere

La guida in questione si occuperà d'arte, andando a concentrarsi sull'artista Sandro Botticelli, di cui tratteremo una breve biografia per porre dei punti fermi sulla sua vita, e poi le sue opere principali. Sandro Botticelli aveva come nome reale Alessandro...
Arti Visive

Jacques Louis David: vita e opere

Jacques Louis David introdusse il neoclassicismo in Francia, maturato dai viaggi che egli fece per visitare Roma e quindi dagli studi che approfondì sulle opere italiane. Dopo il 1789 passò ad uno stile Realistico per rappresentare in maniera migliore...
Arti Visive

Georges Seurat: vita e opere

Georges Pierre Seurat è nato a Parigi il 2 dicembre 1859. Lì vi rimase gran parte della sua vita e sempre a Parigi frequentò la scuola di disegno dove conobbe Edmond Aman-Jean, pittore e critico d'arte. Con Edmond spesso usava andare al museo del Louvre,...
Arti Visive

Canaletto: vita e opere

Molti pittori hanno il diritto di essere ricordati per ciò che hanno fatto durante la loro vita e, soprattutto, per le loro opere. Esse, infatti, rappresentano tutto ciò che di buono hanno compiuto e che, tuttora, abbiamo la fortuna di poter ammirare...
Arti Visive

Giovanni Bellini: vita e opere

Il patrimonio culturale italiano è davvero molto vasto, soprattutto nel periodo del Rinascimento. Esso racchiude un vero e proprio tesoro. In particolare vedremo, all'interno di questa guida, a parlare di uno dei maggiori esponenti dell'arte pittorica...
Arti Visive

Piero della Francesca: vita e opere

È stata proprio la maniera dell'artista a influenzare particolarmente la successiva pittura italiana, grazie alle innovazioni prospettiche e ai giochi di colore decisamente all'avanguardia. Nella guida che segue, potrete leggere dunque la vita e le opere...
Arti Visive

Correggio: vita e opere

Correggio è il nome d'arte di un pittore italiano: Antonio Allegri, nato e morto proprio nella città di Correggio, in provincia di Reggio Emilia. È considerato uno dei maggiori esponenti della pittura del Cinquecento. Il suo stile è nato da uno studio...
Arti Visive

Caravaggio: opere e vita

La guida che andremo a impostare si occuperà di arte. Per essere più precisi, come avrete compreso attraverso la lettura del titolo della nostra guida, ora andremo a dedicarci a un personaggio che ha fatto la storia dell'arte: Caravaggio. Andremo a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.