Fotografia: effetto mosso creativo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La fotografia è una delle arti e delle forme di comunicazione più diffuse. Si possono dare esiti ad effetti creativi davvero interessanti soprattutto cercando di caricare le immagini di dinamismo.
Il mosso è un effetto creativo, che in fotografia è usato molto spesso dai professionisti per immagini peculiari. Vediamo come fare e come sperimentare creativamente con le nostre macchine fotografiche.

27

Il sistema migliore per realizzare l'effetto mosso è creare scatti in cui sia una sola parte della foto ad essere in movimento in modo tale da dare un rilievo al gesto. Per esempio nei casi in cui ci siano dei performer che muovono soltanto le braccia o le gambe o oggetti scenici.

37

Per realizzare questo tipo di scatti bisogna impostare la propria macchina fotografica con tempi di esposizione lunghi. Bisogna che siano tempi maggiori di 1/30 di secondo, in modo tale da realizzare un effetto mosso consistente. Questo è importante perché la foto non appaia micromossa. Dunque è importante che abbia un mosso voluto e visibile, che non appaia casuale e lieve.
Impostando la macchina con tempi di esposizione molto lunghi alcuni elementi possono risultare addirittura invisibili. Infatti se durante un'esposizione da 10 secondi un oggetto non rimane fisso davanti all'obiettivo per più di 6 secondi (circa), è possibile che risulti invisibile o che appaia soltanto un riflesso sfumato.

Continua la lettura
47

A volte è la luce stessa a dipingere, questo effetto è detto "Light painting". Può essere generato da luci in movimento, come fuochi di artificio. Tuttavia può essere anche dato da un movimento della macchina fotografica davanti a una fonte di luce.
In questo modo si fa in modo che sia la macchina stessa e "disegnare" come se il punto di luce fosse la punta di pennello.

57

Questo effetto può dare risultanti molto creativi, ma anche limitarsi a bellissimi paesaggi notturni. Lasciando che le automobili risultino soltanto delle scie di luce rosse, gialle e bianche sulla strada.
Questo effetto è uno dei più usati per i paesaggi notturni.

67

Uno degli effetti più complessi da realizzare è il panning. Questo effetto consiste sostanzialmente nel seguire l'oggetto in movimento per realizzare un effetto mosso sul resto del paesaggio. È molto difficile perché l'oggetto va seguito con molta precisione.

77

Infine uno degli effetti più creativi da realizzare necessita di uno zoom. Infatti con un tempo lungo (1 secondo è sufficiente) si può scattare una foto nell'atto di zoomare. Questo genera un risultato molto interessante perché l'immagine sembra come scattata nell'atto di muoversi in avanti nello spazio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

10 errori da evitare in fotografia

Ognuno di noi per ricordare un evento, una situazione o un momento, con l'ascesa della tecnologia, prova a specializzarsi nell'arte della fotografia. Però pochi sanno che la fotografia presenta almeno delle regole di base che tutti sottovalutano ma che...
Arti Visive

Come stampare una fotografia su una maglietta

Per rendere una maglietta originale, spesso si fanno delle particolari applicazioni. Quelli più adoperati vengono fatti con la tecnica delle stampa. A questo proposito le più utilizzate sono le fotografie. Ovviamente, questo metodo se adoperato nel...
Arti Visive

Cos'è la fotografia sociale

La fotografia rappresenta uno strumento veramente unico per fare "memoria visiva" ed è indispensabile per documentare delle culture e delle realtà sociali: infatti, essa costituisce un vero e proprio mezzo di comunicazione. Sarà abbastanza importante...
Arti Visive

Fotografia concettuale: attrezzature e metodi

Se siamo degli amanti della fotografie e ci piacerebbe riuscire ad imparare tutte le varie tecniche esistenti per riuscire ad effettuare delle bellissime fotografie anche artistiche, potremo o frequentare degli appositi corsi a pagamento organizzati da...
Arti Visive

Come gestire la doppia esposizione di una fotografia in Photoshop

I fotografi collegati alle tradizioni, amanti di pellicole e macchine fotografiche di sempre, non hanno molta simpatia con il mondo digitale. Esistono delle scuole contrastanti sulle applicazioni di avanguardia che ha invaso il settore della fotografia....
Arti Visive

Fotografia: come scegliere il punto di messa a fuoco

Sempre di più, oggi grandi e adolescenti si dedicano alla fotografia. Si tratta di un hobby che in certi casi, se accompagnato da forti motivazioni, può diventare anche un vero e proprio lavoro professionale. Fotografare non è cosa facile però! Occorre...
Arti Visive

10 suggerimenti per la fotografia di strada

Non c'è niente di meglio, per ricordarsi di una città, di un paesino, o di un impressionante paesaggio, che scattare una foto ricordo, per poi farla sviluppare e attaccarla da qualche parte speciale nella propria abitazione, come magari la testata del...
Arti Visive

Come sviluppare il pensiero creativo

L'arte si può esprimere in diverse maniere e modi, ma per poter esprimere al meglio le proprie capacità e il proprio pensiero è necessario che venga fuori anche il nostro potenziale creativo, che nasce in prima istanza dal nostro pensiero. Saper creare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.